Bolzano conferma il secondo posto

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – FASSA 5–0 (2:0)(0:0)(3:0)

L’ultima partita della regular season vede i campioni d’Italia del Bolzano affrontare il Fassa. Obiettivo dei biancorossi è mantenere il secondo posto, mentre il Fassa non ha più nulla da chiedere a questo sfortunato campionato. I padroni di casa lamentano ancora l’assenza di Ansoldi e lasciano Johansson e Jardine fuori per turn over. Il Bolzano si dimostra subito ben deciso a non lasciare spazio alle velleità degli ospiti, il gioco infatti si sviluppa quasi esclusivamente nel terzo fassano. In uno dei rari ribaltamenti però, Fussey è bravo ad impegnare per due volte consecutive l’attento Håkkinen. La netta superiorità dei foxes si concretizza dopo 7 minuti e 26 secondi, quando Borgatello libera bene Rolly Ramoser che con un bel tiro al volo batte Favre, che stasera sostituisce il titolare Tragust. Passano pochi minuti e il Bolzano raddoppia: corre il 12:15 allorchè Schaafsma, dopo una bella azione personale, batte nuovamente il portiere ospite E’ il classico gol dell’ex per il nazionale olandese del Bolzano. La prima frazione si conclude senza altri sussulti degni di nota, con Håkkinen che può continuare a dormire sonni tranquilli.

Alla ripresa delle ostilità i ragazzi di Liberatore sembrano decisi a tentare la rimonta, infatti dopo due minuti di gioco, Reynolds, ben liberato da un compagno, impegna il portiere finlandese del Bolzano con un slap in diagonale. Poco dopo Egger viene spedito nel penalty box, e in questi due minuti gli ospiti riescono a creare qualche grattacapo alla difesa biancorossa che però si disimpegna con una certa disinvoltura. Seguono altre penalità da ambo le parti e si gioca poco in cinque contro cinque, ma le penalty killing unit si dimostrano molto attente. Da segnalare in modo particolare la buona prestazione difensiva del nuovo acquisto Fraser Clair.
Nel terzo drittel il Bolzano stringe i tempi cercando di chiudere definitivamente la partita. Dopo poco più di 60 secondi Florian Ramoser trova lo spiraglio giusto per infilare Favre dalla blu. Il Fassa non riesce più a reagire e ormai la partita sembra davvero chiusa. Al 6:18, in situazione di power play, Olson cala il poker per i ragazzi di Helle. Il numero 54 si ripete un minuto e mezzo dopo battendo nuovamente Favre dopo una bella azione di Clair e Pittis. Anche se il risultato non è più in discussione, gli animi si scaldano un po’ tra Corupe e Locatin che vengono giustamente puniti con quattro minuti di penalità ciascuno. Gli ultimi minuti si giocano davvero solo per onor di firma e la sirena finale sancisce la vittoria del Bolzano che conferma il secondo posto festeggiando lo shut out del proprio portiere. Da martedì inizia la post season, che vedrà i biancorossi affrontare il Cortina nella semifinale scudetto e il Fassa incrociare le stecche con l’Alleghe per i play out.

Il Tabellino:
1°Tempo: 7:26 Rolly Ramoser (PP) (Borgatello,Corupe) – 12:15 Shaafsma (Olson,Egger)
3°Tempo: 1:08 Florian Ramoser (Clair,Corupe) – 6:18 Olson (PP) (Corupe,Borgatello) 7:52 Olson (Clair,Pittis)

Migliori in campo: Bolzano: Clair – Fassa: Fussey