Il 60° Minuto 15/02/2009

Di Filippo A.

I Numeri

I Rangers in casa contro i FLYERS riescono a limitare i danni solo nel primo tempo, poi Philadelphia dilaga segnando ben 4 reti nel secondo periodo, la partita così alla fine si chiude con la vittoria degli ospiti per 5-2; molto più combattuto l’incontro tra San Jose e NEW JERSEY, i Devils in vantaggio per 3- 2 nel primo parziale sono raggiunti e superati dagli Sharks nel secondo tempo, ma i padroni di casa reagiscono e nel terzo periodo chiude l’incontro sul 6-5.
Sul ghiaccio del BankAtlantic Center si scontrano la prima e seconda forza della Southeast Divison, incontro combattuto, ma contro le stelle di Washington, in particolare Ovechkin i Panthers hanno potuto poco, per loro un onorevole sconfitta per 4-2; COLORADO-Detroit, un tempo sfida ai piani alti della Conference adesso quasi un testa-coda, gli Avs però non si sono lasciati sopraffare dei Red Wings riuscendo addirittura a vincere l’incontro ai rigori, dopo che nei tempi regolamentari le due franchigie si erano affrontate senza esclusione di colpi, finale 6-5SO per gli Avalanche.

Dopo due pesanti stop casalinghi (contro Panthers 5-0 e Blue Jackets 5-1) in trasferta gli HURRICANES trovano la vittoria, 3-0 ai danni dei Sabres; un grande Kovalchuk trascina ATLANTA al successo esterno conto i Ducks che in casa sono superati per 8-4.
Nell’ultimo incontro vittoria 4-2 di VANCOUVER che affrontava in casa i Canadiens.

Vediamo ai numeri 55 i gol messi a segno nelle 7 partite disputate, un incontro Colorado-Detroit si conclude con i rigori, ma la partita con più gol è invece Atlanta-Anaheim con 12 marcature realizzate.
Guardiamo adesso come si sono comportati gli special team, iniziamo dal PP con 13 gol segnati con tre squadre che giocano bene le superiorità avute Washington e Colorado (1-2) e Montreal (2-3), in penalty killing invece le reti sono 4 e le franchigie che si comportano meglio sono Philadelphia e Carolina (5-5).
Netta negli ingaggi la superiorità dei Rangers 71% 37-52 che però non sfruttano il vantaggio contro i Flyers.

Da questo appuntamento domenicale, ogni settimana faremo anche il punto sulle due Conference, iniziamo dall’Eastern.
In Prima posizione con 86 punti c’è Boston, e anche se i Bruins hanno leggermente rallentato la marcia il vantaggio sulle seconde è cospicuo, infatti a pari punti 77 per la precisione ci sono Washington e New Jersey.
Philadelphia insegue a 69, dietro racchiuse in appena due punti ci sono quattro squadre Montreal e NY Rangers (66) e chiudono al settimo ed ottavo posto utile per la post season Florida e Buffalo (64).
Queste le otto squadre attualmente qualificate per la post season, nelle posizioni di rincalzo troviamo a poca distanza Carolina con 61 punti al nono posto, e Pittsburgh a 59 decimo posto, queste due squadre possono ancora qualificarsi per i playoff.
Per Toronto 52 e Ottawa 50 le cose si fanno più difficili, servirebbe una lunga striscia di vittorie per riagganciare le posizioni utili.
Le ultime tre sono Tampa bay 49, Atlanta 45 e fanalino di coda gli Islanders.
Passiamo alla Western Conference, dove la lepre della situazione è San Jose 83 punti, inseguita però ad una sola lunghezza dai Red Wings campioni in carica, più distanziate a 70 e 71 punti Calgary e Chicago, un altro salto di 10 punti per incontrare quattro squadre racchiuse in un punto si tratta di Vancouver 62, Dallas-Columbus ed Anaheim 61.
Dietro queste quattro c’è però lotta serrata con le restanti sette franchigie raggruppate in soli 7 punti, il fanalino di coda e Colorado a pari punti con St Louis 53, poi Phoenix 55, Los Angeles 56, Nashville 57, Minnesota 59 e Edmonton 60.
Con questi divari dunque un situazione in piena evoluzione, per l’assegnazione dei posti dal quinto all’ottavo di Conference.

Due russi splendono tra i marcatori di giornata OVECHKIN (Washington) e KOVALCHUK (Atlanta), firmando una splendida tripletta, si fermano a due gol invece CLARKSON (New Jersey), CLEARY-HOSSA (Detroit) e SELANNE (Anaheim).
Un folto gruppo di giocatori di cui fanno parte GIROUX (Philadelphia), REDDEN (NY Rangers), EHRHOFF-THORNTON (San Jose), PARISE-ROLSTON-GIONTA (New Jersey), BACKSTROM (Washington), MCCORMICK (Colorado) LIDSTROM-RAFALSKI-FILPPULA (Detroit), STAAL (Carolina), HAINSEY-WHIT (Atlanta), EDEBBETT-FESTERLING (Anaheim) e BURROWS (Vancouver).
Con un +3 finale nel plus minus troviamo TIMONEN (Philadelphia) e MONTADOR-EBBETT (Anaheim); per quanto riguarda le penalità, il peggiore di serata è ORR (NY Rangers).

Tra i portieri, due si distinguono sugli altri si tratta di Ward 36-36 (Carolina) e BIRON 35-37 (Philadelphia).