Il 60° Minuto 30/01/09

Di Filippo A.

I Numeri

I DEVILS stanno attraversando un buon momento di forma, contro Pittsburgh sconfitta 4-3 all’OT la squadra di New Jersey infila la vittoria n°8.
Ottawa in trasferta impatta contro Mason che si erge a muraglia invalicabile, e allora basta un solo gol a risolvere in favore dei BLUE JACKETS la partita; finale dunque 1-0 per i padroni di casa.
I FLYERS espugnano il St. Pete Times Forum, faticando solo nel promo periodo nel quale i Lightning hanno affrontato alla pari gli avversari, poi la squadra di Philadelphia prende l’iniziativa chiudendo già la pratica nel secondo tempo, negli ultimi 20 minuti altri gol per il 6-1 finale.
Un assiepato Pengrowth Saddledome accoglie festante il successo dei FLAMES contro i Predators che sono nel terzo tempo cercano di controbattere ai padroni di casa riuscendo a segnare la rete della bandiera, risultato conclusivo Nashville-Calgary 1-3.

Il Rexall Place dopo l’umiliazione dei Sabres può nuovamente festeggiare i propri beniamini, infatti EDMONTON sconfigge Minnesota con un 3-1.

Cinque partite giocate, e 24 le marcature che vanno a bersaglio, due le sfide che danno più emozioni e reti, si tratta di PITTSBURGH-NEW JERSEY e PHILADELPHIA-TAMPA BAY con 7 gol.
Sul totale dei gol segnati, i puck che sono finiti in fondo alla rete in situazione di superiorità sono 5 e le franchigia che sfruttano al meglio le occasioni avute quelle di PHILADELPHIA e EDMONTON (1-5), mentre in inferiorità numerica, nessun gol segnato dunque le linee di superiorità sono state attente a non farsi infilare in contropiede, la difesa che però non ha concesso nulla è stata quella dei SENATORS (6-6).
Per concludere parliamo degli ingaggi, dicendo che la squadra che ne conquista il maggior numero è quella degli OILERS 58% 33-57.

Come ogni sabato eccoci ad analizzare le prestazione delle squadre, vediamo quindi le migliori e le peggiori, il periodo che analizziamo è più lungo del solito , dal sabato 17 al venerdì 30.
Iniziamo dalle due franchigie che hanno fatto peggio di tutte, incredibilmente la peggiore in assoluto è DETROIT (0-4) che perde tutte i match che disputa in questo periodo, e a seguire troviamo VANCOUVER (0-3) che come i campioni in carica esce sconfitta in tutti gli incontri.
Brillano invece gli SHARKS (4-4) che si aggiudicano tutti gli incontri, il più importante la vittoria contro i Red Wings 6-5; ma la squadra che domina la scena sono i DEVILS (6-6), in uno stato di forma superbo, scendo sul ghiaccio per 6 volte aggiudicandosi tutti gli incontri riuscendo a bloccare anche i Bruins.

Dopo aver parlato delle squadre eccoci adesso ad analizzare le prestazioni dei giocatori, per iniziare vediamo come si sono comportati i bomber: realizzano una doppietta LANGENBRUNNER (New Jersey) e CARTER-RICHARDS (Philadelphia).
A distribuire assist preziosi ai compagni ci pensano ZAJAC (New Jersey) e COGLIANO (Edmonton) mentre per il plus minus i migliori sono CARTER-HARTNELL-VAANANEN (Edmonton).
Tra i puniti quello che passa più tempo a meditare per le sue “malefatte” è NEIL (Ottawa) che si vede infliggere dagli arbitri 12 minuti di penalità.

Chiudiamo con i portieri shutout n°7 per Mason 18-18 (Columbus), poi eccellente prova di NIITTYMAKI