Solo un punto col Caldaro

di Paolo Vola

Oltre 1800 spettatori hanno assistito venerdì sera ad un match ben giocato dall’h.c.Valpellice che pero’, complice un po’ di fortuna da parte avversaria, ed un po’ di disattenzione da parte biancorossa, ha visto i bulldogs uscire dal Cotta Morandini con solo un punto al termine dell’overtime.
Il primi dieci minuti vedono una Valpe arrembante nel terzo d’attacco, con parecchie occasioni non finalizzate per pochissimo, ma è il Caldaro che, con un tiro non irresistibile di Lobis dalla zona di ingaggio alla destra di Demetz (coperto dal traffico) riesce a passare in vantaggio al minuto 14 e 30.
Gli animi si scaldano e pochi secondi dopo vengono comminati 2+2+10 a Lefebvre e 2+10 a Lobis per cattiva condotta seguiti da altri due minuti a Coco, ma il Caldaro non riesce a rendersi particolarmente pericoloso grazie anche all’attenta fase difensiva biancorossa.

Al 23’29 Stricker, ben lanciato da Ermacora, si insinua in velocita’ nell’uno contro zero verso Commisso (ottima prestazione la sua) che, nel tentativo di bloccare la stecca del numero 17, non riesce ad intercettare il disco che lentamente lo beffa sotto i gambali.
Non trascorrono due minuti che pero’ Lorefice si trova un disco sulla stecca e, a pochi metri da Demetz, riporta in vantaggio i lucci.
Al 28’48 nuovo pareggio dei torresi in powerplay con un De Frenza assolutamente rinato in questa fase della stagione.
Primo vantaggio Valpe al 35’24 con un bellissimo goal di Sticker ancora in superiorita’ numerica.
Non passa neanche un minuto che pero’ il Caldaro agguanta il pareggio con un tiro dalla blu di Chelodi.
Ma nel minuto successivo ci pensa De Frenza con un tiro al volo a trafiggere Commisso ed a fissare il parziale al termine del secondo tempo sul 4 a 3.
Nella prima meta’ del terzo tempo subiamo tre inferiorita’ numeriche, di cui una doppia per 29 secondi ed un’altra per 49, ma i bulldogs fanno buona guardia ed anzi, si rendono pericolosi in piu’ di un’occasione.
La partita sembra ormai doversi chiudere senza sussulti quando, a meno di due minuti e mezzo dal termine Enrico Chelodi trova un varco nel centro della difesa biancorossa e, di polso, fulmina Demetz ed ammutolisce lo stadio.
Una penalita’ apparsa molto fiscale comminata a Grossi a 1’e 19 secondi dalla fine fa temere la beffa finale che pero’ è solo rimandata all’overtime quando, dopo alcune occasioni sciupate dagli avanti biancorossi è Armando Chelodi, da posizione identica a quella del pareggio, ad indovinare un tiro al volo che si infila sulla destra di Demetz.
Alla fine si raccoglie solo un punto in classifica che, se da una parte garantisce il matematico secondo posto (+12 sul Caldaro con 12 punti disponibili), dall’altra riduce il vantaggio sul Vipiteno a 5 punti, ma con una partita in piu’ giocata (la Valpe infatti osservera’ il turno di riposo venerdi 30 gennaio).

HC VALPELLICE BULLDOGS – SV KALTERN/CALDARO FIAT 4-5 dts (0-1; 4-2; 0-1; 0-1)
Marcatori:
14.30 (0-1) Lobis (Rainer/Wirth J.);
23.29 (1-1) Stricker (Silva/Ermacora) ;
25.23 (1-2) Lorefice (Moren/Unterkofler);
28.48 (2-2) De Frenza (Grossi/Virta) in sup.num.;
35.24 (3-2) Stricker (Virta/Siren) in sup.num.;
36.03 (3-3) Florian D. (Unterkofler/Moren) ;
36.44 (4-3) De Frenza (Lefebvre/Grossi);
57.37 (4-4) E.Chelodi (Moren/Eisenstecken);
64.44 (4-5) A.Chelodi. (Barnes/Moren);