35ª giornata… alla sirena

di Alessandro R.

In attesa che il bel Bolzano della Continental Cup torni a pieno regime sui ghiacci della serie A, si è disputata per tre quarti la 35° giornata, un turno che ha visto le pretendenti per il quarto posto farla da padrone.
Continua la sua strabiliante striscia positiva l’Asiago, una squadra che non sembra neppure la lontana parente di quella che ha iniziato il campionato: la vittima di turno è il Cortina che, invece, pare essere incappata in un periodo decisamente storto. Ritorna alla rete McLeod, in ombra nelle ultime uscite, ma a decidere l’incontro è -in apertura di terzo periodo- l’oriundo Borrelli, che supera un sempre ottimo Maund. In un DeToni parzialmente oscurato (nei minuti finali) da un improvviso black-out, le civette vincono sul fanalino di coda Pontebba: come sta capitando troppo frequentemente in questa stagione (l’Alleghe è la prima squadra in assoluto quanto ad apporto in termini di reti di giocatori di scuola italiana), tutte le reti agordine portano la firma di giocatori locali (Veggiato, Lino DeToni, DeBiasio), segno -forse- che nella scelta degli stranieri non si è usata la sufficiente oculatezza. Per il Pontebba, che pure aveva chiuso in avanti il primo periodo, la testa è già a Bolzano, dove gli uomini di Sacharuk sabato e domenica si contenderanno l’unico obiettivo rimasto: confermare e difendere la splendida coppa Italia conquistata un anno fa a Torino. Entusiasmante il derby di Collalbo, in particolare negli scoppiettanti fasi finali. Infatti, i padroni di casa prima impattano il risultato sul 4-4 a quattro secondi dal termine con Nemecek, poi non rescono a completare la rimonta: in gol va Bona, che regala due preziosissimi punti al Valpusteria nella volata palyoff.

Tags: