Bolzano torna capolista

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – CORTINA 6–4 (2:0)(1:1)(3:3)

Anticipo della 33° giornata di campionato oggi al Palaonda, per consentire al Bolzano di partecipare alla final four di Continental Cup in programma il prossimo fine settimana a Rouen. Ospite dei campioni d’Italia è la capolista Cortina. Coach Helle mischia le linee, schierando Olson con Corupe e Ansoldi, Pittis a guidare Jardine e Schaafsma e Zisser tra Rolly Ramoser e Walcher. La mossa sembra azzeccata, infatti i biancorossi partono a spron battuto, pressando il Cortina nel proprio terzo e creando due buone occasioni con Jardine e Pittis. Al 13:33 la superiorità dei padroni di casa si concretizza con il gol di Jardine, abile a superare Maund dopo una veloce discesa sulla sinistra. Il Cortina non gioca male, ma è più guardingo del solito e non riesce quasi mai a impegnare Håkkinen. Al 18:21 Corupe raddoppia, infilando il portiere ospite con un bel diagonale sul secondo palo, sfruttando il power play causato dalla penalità inflitta a Mc Leod. Al 19:32 Pittis ha un’altra occasione, ma il primo tempo si conclude sul 2 a 0.

Il secondo periodo inizia con un brivido per i tifosi biancorossi: gli ospiti creano un’azione bella e veloce con il nuovo acquisto Kristoffersson che centra in pieno l’incrocio dei pali. La musica sembra quindi cambiare, infatti al 7:40 Krestanovich, si beve Durdin e sfiora il gol. Tre minuti dopo però Rolly Ramoser confeziona uno stupendo assist per Walcher che batte comodamente Maund per il 3 a 0. La partita sembra indirizzata verso i padroni di casa, ma l’avversario è di quelli tosti, che non mollano facilmente. Che la forma dei ragazzi di Adey non sia delle migliori è evidente, ma il tentativo di reazione è comunque encomiabile. Il pressing porge però il fianco ai contropiede dei padroni di casa, che si rendono pericolosi con Pittis e Olson. Al 16:55, con Schaafsma in panca puniti, il Cortina costruisce una bella combinazione tutta di prima, conclusa in rete da Cullen che accorcia quindi le distanze. Secondo tempo giocato bene dal Bolzano, ma che vede un timido risveglio degli scoiattoli.
Nel terzo tempo ci si aspetta la definitiva reazione del Cortina, ma dopo soli 51 secondi Ansoldi fa poker, deviando in rete un passaggio di Egger. Si fa dura per il Cortina, che però accorcia nuovamente dopo un solo minuto, quando Cullen (doppietta per lui) beffa Håkkinen con un tocco sottomisura su un tiro di Gallace. Il gol sveglia gli ospiti che ora credono nella rimonta, infatti il disco staziona spesso nel terzo biancorosso. I campioni d’Italia cercano ancora di colpire in contropiede e ci riescono al 10:44, quando Borgatello si esibisce in uno spettacolare coast to coast sulla destra, serve poi al centro Olson che segna a porta vuota. Subito dopo Zandonella si fa pescare in fallo e viene spedito nel penalty box, seguito poco dopo dal compagno Gallace. Il Bolzano non si lascia sfuggire la ghiotta occasione della doppia superiorità numerica e segna il sesto gol con Jardine. A questo punto, sul 6 a 2, la partita sembra davvero finita, almeno così sembrano credere i giocatori del Bolzano che smettono letteralmente di giocare. Errore madornale quando l’avversario è una squadra come il Cortina. Gli ampezzani prima accorciano con Watson, sfruttando un cambio di linee errato, e soli 14 secondi dopo si avvicinano ulteriormente con un gol di Souza. Si passa in un batter’d’occhio dal 6 a 2 al 6 a 4 e la partita è riaperta. I padroni di casa hanno un attimo di sbandamento, reso evidente da un paio di liberazioni vietate del tutto gratuite, ma poi riescono a serrare nuovamente le fila, soffrendo sì negli ultimi 5 minuti, ma riuscendo infine a portare a casa la partita. Vittoria meritata per il Bolzano che vola Rouen come capolista e con il morale alle stelle. Cortina un po’ deludente, probabilmente non la meglio, anche dal punto di vista fisico. L’impressione comunque è che la sfida non sia finita…probabilmente continuerà ai play off e promette di essere più avvincente che mai.

Il Tabellino:
1°Tempo: 13:33 Jardine (Schaafsma, Pittis)-18:11 Corupe (PP) (Ansoldi)
2°Tempo: 10:21 Walcher (R.Ramoser, Zisser)-16:55 Cullen (PP) (De Bettin, Gallace)
3°Tempo: 0:51 Ansoldi (PP) (Egger, Durdin)-3:35 Cullen (PP) (Gallace)-10:44 Olson (Borgatello) 13:02 Jardine (2PP) (Olson,Borgatello)-15:03 Watson (Wilde)-15:17 Souza (Cullen)

Migliori in campo: Bolzano: Jardine – Cortina: Krestanovich