H.C. VALPELLICE: vittoria con il Varese

di Paolo Vola

Il “testa – coda” di chiusura del 3° girone di regular season ha visto l’agevole vittoria della Valpe per 7 a 3 sul Varese. Con questi tre punti i biancorossi si trovano, a 8 giornate dalla fine, con 7 punti sul Vipiteno e ben 15 sul Caldaro; la statistica dice che è da 21 partite che sono imbattuti e che nel terzo girone appena concluso (così come nel secondo) la Valpe ha conquistato 21 dei 24 punti disponibili!
Ciò premesso il match contro il Varese ha visto un primo tempo giocato con intelligenza, un secondo con generosità (verso il Varese!) ed un terzo con autorevolezza per una vittoria alla fine assai larga ma che per lunghi minuti è stata comunque in bilico.
Merito anche del Varese che è comunque squadra giovane, veloce e ricca di talento; da qui la doppietta dello scatenato ex Simone Donati, la rete di Mantovani, le ficcanti ripartenze di Pozzi… insomma tanta Valpe!!

Arbitra il giovane Lo reggia (ottimo) e il face off vede Platè tra i pali e Siren già in rete dopo 2.58 con una alleggerimento da centro pista che beffa Marchetti. A 10.10 è un grandissimo Stefano El Cochinho Coco a meritarsi la standing ovation dei 1878 del Cotta Morandini; innescato da Tremolaterra a Vignolo entra nel terzo, batte l’avversario diretto e fulmina il portiere varesino con un disco nel “sette” sopra lo scudo. Il match è divertente e tranquillo, 17 a 10 i tiri in porta ma 2 a 0 il risultato alla sirena.
I secondo tempo si mette di nuovo bene: da Virta a Grossi, sul rebound è lesto Frank de Frenza a 21.01 per il 3 a 0. Poi saranno 20 minuti di “allenamento” alla ricerca del virtuosismo e nell’ottico del massimo risparmio energetico; il risultato è che in 4 minuti il Varese fa tre goal (doppio Donati più Mantovani) e la Valpe uno un po’ strano con Grossi.
4 a 3 alla fine del secondo tempo ed un po’ di preoccupazione tra i tifosi per l’atteggiamento mentale della capolista. Nell’intervallo si presumono tuoni e fulmini di Da Rin in spogliatoio e terzo tempo che tranquillizza tutti e che esalta il solito grande trascinatore David Stricker che con una tripletta di grande fattura tecnica (la seconda di questo Campionato) confeziona il 7 a 3 finale.
C’è ancora il tempo per un diverbio tra il sanguigno De Frenza e l’allenatore varesino Malfatti che si chiude con un bel 10 minuti per cattiva condotta al giocatore (che presumibilmente verrà squalificato essendo diffidato) e con l’allontanamento del Tecnico; destino strano quello di De Frenza col Varese.. espulso all’andata dopo rissa con Fojtik, 10 minuti per proteste a Varese ed ora altri 10 a Torre… i
Nel dettaglio si registra per la rpima volta la totale assenza dal tabellino di Patrice Lefebvre, i 3 goal di Stricker, 1 a testa per Siren, Grossi, Coco e De Frenza, i 3 assist di Petrov e Silva i 2 di Grossi e Virta.
Ora qualche giorno di riposo poi ripresa degli allenamenti in vista della trasferta di venerdì 16 all’Agorà di Milano.