Doppio successo per le Api, battuto il Lodrino ed il Rodi-Dalpe

Domenica sera alle 18.00 si torna a Faido per il match di ritorno con il Rodi-Dalpe.

Weekend importante per la Varese Killer Bees. In una buona cornice di pubblico, di circa 250 persone, e con il clima ben riscaldato da una curva degna di campionati di maggior livello domenica sera le Api hanno incrociato i bastoni con l’Hc Lodrino.
L’incontro , con il quale si riprende dopo la lunga pausa natalizia, è molto atteso dai varesini che vogliono ben figurare davanti ai propri tifosi. L’inizio delle Api è impetuoso con un vero assalto alla porta difesa da Ghirlanda. Il risultato si sblocca al 2.48 quando da un perfetto assist di Cesarini , Malacarne infila sotto l’incrocio il goal del vantaggio. Le Api continuano a spingere ma faticano a concretizzare le molte occasioni ed è solo al 10.20 che Enrico Malacarne segna su azione personale. Il Lodrino non molla un secondo e si chiude in difesa tentando la tattica del gioco in contropiede. Il terzo si chiude sul 2 a 0.

Al rientro la forma fisica non al top dei varesini si fa notare e la partita si fa combattuta con i ticinesi che si fanno più volte vedere dalle parti di Tommy Bianchi che difende strenuamente il vantaggio durante i penalty killing. Al 34.52 arriva il goal di Marco Rizzo che allunga il vantaggio con una deviazione sottoporta che interrompe il buon momento degli avversari. Al 38.51 si mette in luce il tandem della seconda linea con Malacarne che assiste al meglio Sansonna trafiggendo Ghirlanda con un perfetto slap shot. In chiusura arriva anche la rete del Lodrino che su un ingenuità difensiva al 39.56 mette Enea in condizione di concretizzare un vero “rigore” per gli svizzeri.
L’ultimo terzo in controllo della partita sul 4 a 1, vede in campo tutti i giocatori a disposizione di coach Cacciatore, che approfitta del punteggio per dare minuti a tutto il team. Al 43.54 ,in power play, a seguito di un ottimo scambio , Bianchi ,Teruggia, E.Malacarne concretizza davanti porta una azione da manuale. In chiusura vi è ancora spazio per i Goal di Rizzo e E.Malacarne , che firma così la sua tripletta. A 10 sec dalla chiusura il Lodrino marca il suo secondo goal con Armanini, vedendo così premiata la tenacia della squadra, che non ha mai smesso di pattinare anche dopo il crescere delle marcature varesine salito fino al 7 a 2 conclusivo.
Il giudizio sull’incontro non può che essere positivo. Da segnalare la penalità partita per proteste incorsa ad Asselstine che costerà una sonora multa al difensore canadese. Un particolare grazie va ai ragazzi della curva varesina, che hanno saputo creare quel clima particolare in grado di trasmettere passione con grande sportività.

Con un solo giorno di sosta e con le dovute rassicurazioni sull’agibilità del campo , il 6 gennaio si giunge a Faido per recuperare l’incontro con il Rodi-Dalpe. Le condizioni del campo si mostrano subito molto difficili a causa della nevicata fittissima che ricopre velocemente la pista. La volontà di entrambi i Team è quella di giocare, disputando così l’incontro già più volte rinviato.
La partita si avvia in condizioni al limite del ragionevole ed a prenderne tutti i vantaggi è il Rodi-Dalpe. La differenze tecnica tra le due squadre svanisce sotto la neve e la partita si fa dura. Il Rodi, abituato alle condizioni climatiche utilizzando sempre Faido come campo da allenamento, tenta l’impresa e spinge forte guidato da Pellandini , leader della classifica top scorer. Le Api faticano a trovare le geometrie e la partita è ricca di occasioni sciupate da entrambe le parti. Al 15.05 il Rodi va in vantaggio con Gendotti che riceve un perfetto assist da Serena , che gli permette di proporsi da solo davanti a Bianchi. Il primo tempo sembra poter chiudersi sul vantaggio ticinese ma al 19.24 una azione di forza di Teruggia riporta in parità il risultato.
Negli spogliatoi si cerca di trovare la giusta soluzione per rimettere sulla via oltre confine il match. Al rientro in campo si provano a sfruttare i primi minuti di gioco con il ghiaccio ancora pulito grazie all’intervento della rolba. Al 25.56 assistito da Asselstine arriva il vantaggio Killer Bees con E.Malacarne, che letteralmente accompagna il disco in porta. I Varesini prendono confidenza con il campo e al 36.25 allungano con Cesarini e di nuovo con E.Malacarne al 37.33.
Il terzo tempo si apre sull’apparentemente tranquillo 4 a 1.Il Rodi non ci sta e spinge senza tregua sfruttando anche gli incredibili errori arbitrali che per la prima volta hanno davvero sfavorito i varesini, con numerose penalità contestabili. Ed è in questa circostanza che sul 5 contro 3 Enrico Serena prima ed il solito Pellandini al 57.15 accorciano le distanze. Gli ultimi minuti diventano così una sofferenza per i varesini costretti a correre ai ripari al cospetto di un Rodi che ha sfruttato davvero al meglio le sue carte.
Ora Varese conduce con 12 punti di vantaggio sul Vallemaggia ed è sempre più sola al comando.
Le Api torneranno in campo domenica alle 18.00 ancora sul campo di Faido e di nuovo contro il Rodi-Dalpe per la normale giornata di campionato.

Link : http://regioleague.swiss-icehockey.ch/platform/apps/resultservice/index.asp?MenuID=514&ID=2420&Menu=1&Item=23