Bolzano domina il derby

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – VALPUSTERIA 6–2 (2:1)(3:0)(1:1)

Va in scena stasera al Palaonda la seconda giornata del girone di qualificazione ai play off. Avversario del Bolzano è il Val Pusteria, che prima di Natale aveva battuto i biancorossi per 6 a 3. Stasera però la musica pare subito essere diversa, i padroni di casa partono con il piede pigiato sull’acceleratore, cercando di pressare i lupi all’interno del loro terzo difensivo. Il clichè della sfida è quello consueto: Bolzano che costruisce e Brunico che cerca di colpire in contropiede. Al 5:53 il risultato si sblocca, Corupe riesce a battere Nissinen su assist di Luca Ansoldi. Lo svantaggio costringe gli uomini di Mair a tentare di fare gioco, ma da questo punto di vista, i limiti dei gialloneri sono imbarazzanti e il Bolzano ha buon gioco nel fermarne le iniziative. Al 14:29 i 2000 del Palaonda assistono al primo gol in serie A di Anton Bernard: il giovane talento biancorosso raccoglie un passaggio di capitan Ramoser e fredda Nissinen con un polso all’incrocio dei pali. Sul 2 a 0 il Val Pusteria tenta una reazione, provando ad impensierire la retroguardia bolzanina con alcune azioni veloci e insistite. Al 17:29 una di queste iniziative provoca l’autogol di Borgatello che devia un tiro senza tante pretese di Iannone e supera Håkkinen. I biancorossi hanno ancora un paio di buone occasioni ma il primo parziale finisce sul 2 a 1.

Nel secondo periodo il Bolzano parte a razzo e il Brunico non riesce a opporre una resistenza degna di questo nome. In nove minuti e mezzo i campioni d’Italia chiudono la partita: al 2:04, con Jarmuth in panca puniti, Schaafsma segna il suo primo gol in maglia biancorossa, finalizzando il lavoro di Egger e Corupe. Al 5:24 Pittis viene spedito nel penalty box ma soli 10 secondi più tardi, Rolly Ramoser va a pressare Nissinen dietro la sua porta, gli soffia il disco e lo deposita nella gabbia sguarnita. Gol frutto di esperienza e caparbietà, quello del capitano biancorosso. Al 9:32 una bellissima azione, tutta giocata di prima intenzione Florian Ramoser – Corupe – Ansoldi – Corupe, consente al mago di Hamilton di siglare la sua doppietta, che porta il Bolzano sul 5 a 1. E il Brunico? Non pervenuto. Salvo un’azione personale di Tallari, ben contenuto da Håkkinen, i lupi sembrano spariti dal ghiaccio. Al 18:43 Pittis e Trevisani vengono alle mani rimediando 2+2 minuti a testa. Il secondo periodo, divertente per i tifosi bolzanini e da incubo per quelli ospiti, si conclude sul 5 a 1.
Il terzo tempo non ha molta storia, la partita è ormai decisa e l’impressione è che le due squadre attendano più che altro la fine dell’incontro. C’è ancora spazio per un bel gol di Jardine, in situazione di 4 contro 4 e, al 16:44, della marcatura del definitivo 6 a 2 di Bernakevitch. Il Bolzano sembra aver ritrovato la condizione fisica, e con essa anche la convinzione e il gioco e questa è una buona notizia per Helle, in vista delle finali di Continental Cup che si disputeranno tra una decina di giorni. Il Val Pusteria è incappato oggi nella classica giornata no, non riuscendo mai a colpire il Bolzano in contropiede, né tantomeno a sovrastarlo sul piano del gioco manovrato. L’augurio per il bravo Stefan Mair è quello di riuscire a reagire già a partire della prossima sfida in programma giovedì prossimo.
Il Tabellino: 1°Tempo: 5:53 Corupe (Andoldi) – 14:29 Bernard (R.Ramoser) – 17:29 Iannone
2°Tempo: 2:04 Schaafsma (PP) (Egger, Corupe) – 5:35 R.Ramoser (PK)
9:32 Corupe (F.Ramoser, Ansoldi)
3°Tempo: 3:05 Jardine (Johansson, Ceresa) – 16:44 Bernakevitch (Vodrazka, Barber)
Migliori in campo: Bolzano: Bernard – Val Pusteria: Bernakevitch