I Rittner Buam rimontano e ai rigori superano il Bolzano

di Christopher

RITTEN SPORT – BOLZANO FOXES 3:2 d.t.r. (0:1;0:0;2:1;0:0)

Non è stata una gara bella per almeno quaranta minuti quella del derby del venerdi di Santo Stefano. Nel Renon assenti Scandella, Astashenko e Vigl mentre per il Bolzano c’è l’esordio di Jamie Schaafsma arrivato al posto di Nate Di Casmirro. Il Bolzano inizia bene colpendo il palo in superiorità già al secondo minuto di gioco con Olson. Il Renon replica con Rottensteiner all’11’. Al 14’ miracolo di Hakkinen, portiere ospite, che para un tiro di Tudin da distanza ravvicinata. I Foxes passano al 16'27" con Olson: Luca Ansoldi lascia il disco all’ex di turno che, in quattro contro quattro, sigla il vantaggio biancorosso. Verso la fine di tempo il Renon trova l’occasione per pareggiare ma Hakkinen dice di no e la frazione si chiude col minimo vantaggio ospite.

Nel secondo terzo occasioni da ambo i lati ma nulla di fatto: Smith e Nemecek per il Renon, e Pittis e Borgatello per il Bolzano le migliori chances. Corbeil (Renon) si becca 2+10 per cattiva condotta, e il tempo si conclude sul parziale di 0:0.
Nel terzo e conclusivo drittel emozioni a non finire. I biancorossi raddoppiano con R. Ramoser, che finalizza un gran contropiede inventato da Corupe, 0:2. La gara sembra decisa, ma ci pensa il canadese Shawn Mather a riaprire i giochi grazie a una doppietta, con entrambe le marcature siglate in penalty killing: il Renon acciuffa a quindici secondi dal termine un incredibile pareggio.
Si va al supplementare con i padroni di casa con un uomo in meno sul ghiaccio, ma il Bolzano non riesce ad approfittarne. Scazzottata tra Fritz Ploner e Kenny Corupe (entrambi fuori), e poco dopo Luca Ansoldi ha il disco decisivo sulla stecca ma Cloutier para alla grande: si va ai rigori.
Per il Renon a segno Corbeil, Mather e Tudin, mentre per il Bolzano infila solo Pittis. I Rittner Buam si aggiudicano così il primo derby della stagione.