Il Renon travolge un Fassa mai in gara

di Christopher

RITTEN SPORT – SHC FASSA 7:0 (3:0;3:0;1:0)

È stata una gara senza storia quella che si è giocata Sabato sera all’Arena Ritten tra la terza forza del campionato, ovvero il Renon, e la Levoni Fassa. Irriconoscibile il Fassa di Mair dell’anno scorso e quello attuale. I Rittner Buam si presentano sempre decimati dalle importanti assenze di Astashenko, Rasom e Scandella.
Il Renon nel primo drittel trova la doppietta di Corbeil, entrambe le volte liberato da un Dan Tudin ottimo assistman. La terza marcatura all’11’ con Mifsud servito da Corbeil. Tragust troppo nervoso lascia il posto al backup Favre. Verso la fine del tempo Mather solo di poco non trova la quarta marcatura.
Nel periodo centrale arriva la doppietta di Shawn Mather. Prima prende il disco dal proprio terzo, scarta un paio di avversari, e traffige Favre. Poi quasi in fotocopia mette a segno la quinta rete: disco sotto i gambali di Favre. Il Fassa si fa vedere, ma è pericoloso solo in power play, anche se nella doppia superiorità il Renon si salva molto bene. La sesta rete a due minuti dal termine del secondo terzo: Smith aggira la porta e con un rovescino parabile mette a segno il sei a zero. Favre lascia il posto al titolare Tragust che, seppur accicato, entra tra i pali.

Nel terzo e conclussivo drittel, il Renon va ancora in gol con Tudin: la rete viene realizzata in power play con assistenza di Gruber. Il Fassa è sempre alla ricerca della rete della bandiera, ma il portiere di casa Cloutier nega a Fussey, Piffer e Reynodls la gioia del gol e conclude cosi la gara con un meritato shutout. Per il ladini è notte fonda con l'ottava sconfitta di fila.