21ª giornata… alla sirena

di Alessandro R.

Tutto secondo pronostico su tre dei campi della serie A per quel che riguarda la 21° giornata: il "compitino" è stato svolto dalle tre prime della classe, con il Cortina facilmente vittorioso ad Asiago, il Bolzano che espugna Canazei ed il Renon che supera senza troppa fatica il Valpusteria. Partita decisa negli ultimi secondi di gara e nel supplementare ad Alleghe, dove il Pontebba pareggia agli sgoccioli e poi va a conquistare i due punti.

All’Odegar agli scoiattoli bastano meno di quattro minuti nella prima frazione per mettere in cassaforte il risutlato: le tre marcature di DeBettin, Giugliano e Krestanovic stordiscono gli asiaghesi, che si ritrovano poi sotto di quattro reti al 27° con la marcatura di Cullen. La segnatura di Busa (prima della quinta marcatura del solito McLeod) serve solo a rendere meno amara una partita che si trascina (non senza qualche nervosismo: si vedano le penalità partita comminate a Adami, Zandonella e Johnson) in un terzo periodo senza reti e con poche emozioni.

Lo Scola di Canazei non è più il fortino di un Fassa in crisi, che non riesce ad approfittare dei continui scivoloni dei "cugini" alleghesi per riportarsi al quarto posto. La novità della giornata è tra i pali della squadra di casa, dove è schierato Favre al posto dell’influenzato Tragust. Dopo due i primi due tempi conclusi sul punteggio di 2-2 (Egger e l’ex Ceresa per il Bolzano; Reynolds e Fussey per i ladini) l’equilibrio si spezza nella frazione conclusiva, quando la personale tripletta di un Egger in froma strepitosa regala i tre punti al Bolzano, che -così- non perde ulteriore terreno ai danni della capolista Cortina.

Vince il Renon contro il Valpusteria, giocando in maniera essenziale, ma sufficiente per avere ragione di un Brunico ancora alla ricerca della sua identità. A passare in vantaggio sono i lupi, grazie alla rete di Watson, lesto a raccogliere una respinta di Cloutier; il pareggio arriva cinque minuti più tardi, quando è Tudin questa volta a trafiggere di prima intenzione Nissinen. Il parziale dei padroni di casa arriva nel secondo periodo, quando l’ultimo arrivato Mifsud e Mather realizzano le due due reti decisive dell’incontro. Terzo periodo senza reti, con i Rittner Buam che badano a controllare la gara ed i pusteresi incapaci di riaprirla.

L’Alleghe come al solito rattoppata a causa delle assenze (fuori Bilotto per almeno un mese e Milos Ganz via con l’under20) getta al vento l’ennesima occasione per rafforzare il quarto posto, buttando via questa volta i tre punti a circa trenta secondi dalla terza sirena. Chitarroni ed il rientrante Nicola Fontanive illudono i tifosi locali nel primo periodo; Guenette e Tomasello riequilibrano l’incontro. Bicio Fontanive in apertura terzo periodo porta in vantaggio i suoi, ma la rete del pari arriva al 59.27, con Margoni lesto ad insaccare in mischia, nelle convulse fasi finali di gioco. L’Alleghe perde fiducia, mentre il Pontebba ci crede: arriva così la rete decisiva nell’overtima, ancora a firma di Guenette, che regala due preziosi punti per la risalita friulana.

Tags: