I Mastini sfiorano il colpaccio

Fim Group Varese Hockey – Hc Caldaro Fiat 2-3 dts (1-0; 0-0; 1-2; 0-0; 0-1)

Nonostante le avverse condizioni atmosferiche, il Caldaro si è presentato a Varese al completo, mentre i padroni di casa erano ancora privi dello squalificato Donati e del secondo portiere Gioele Chiesa, alle prese con dei problemi muscolari alla caviglia. Anche per questa partita il suo sostituto è Simone Trombini della formazione dell’under19. La prima ghiotta occasione di portarsi in vantaggio è per la formazione di casa che a soli 23 secondi dall’inizio della partita si rendono pericolosi grazie a Fojtik con un tiro dalla blu deviato dal portiere avversario Commisso. Gli ospiti ripartono subito con un gioco velocissimo e al 3.36 Thomaser su svarione difensivo dei gialloneri prova la via del goal, ma il Varese si riporta davanti alla gabbia avversaria al 5.35 con la doppia conclusione di Schifferle e Fogliopara. Il gioco è molto dinamico: 7.27 Moren recupera il disco in zona neutra, entrato nel terzo d’attacco, ma l’ottimo Marchetti sventa il pericolo con la pinza. Al 12.12 il freddo Palalbani si sveglia dal torpore grazie a Fojtik che appoggia in rete un disco vagante davanti alla gabbia del Caldaro complice il prezioso passaggio prima di Pozzi poi di Pinc. Al 16.07 il Caldaro cerca il goal del pareggio con Lobis senza però riuscirci. Al 16.24 il Varese non sfrutta la superiorità numerica e nella confusione al 17.06 i Mastini vengono puniti per 2’ per aver schierato sul ghiaccio sei uomini ma anche gli avversari non sfruttano il powerplay. Solo al 19.10 ottima occasione del Caldaro con e Chelodi, ma Marchetti ferma il puck sdraiandosi sul ghiaccio. Il primo tempo termina con la penalità di 2’ a Eisenstecken.

Al rientro delle squadre dagli spogliatoi, dopo 51” tiro Fojtik dalla blu, ma Commisso risponde bloccando il disco. Al 4.09 tocca al Caldaro con Eisenstecken che prova il tiro dalla blu, ma Marchetti devia. Seppur in inferiorità (Pelikovsky in panca puniti) al 4.57 Pinc vola in contropiede e cede il disco a Capitan Sorrenti che tira sul portiere. Il Caldaro preme con un tiro ravvicinato di Waldthaler, ma Marchetti si salva d’istinto ed il Varese al 6.33 si ritrova in superiorità ma è il Caldaro che cerca disperatamente il goal del pareggio: successivamente si ritrova in inferiorità al 9.52 per la penalità inflitta ad Arvai. Al 10.15 Pinc centra il palo della porta e dopo una azione un po’ confusa. Pelikovsky torna in castigo per 2’ ma il Varese esce indenne dall’inferiorità. Al 16.22 Dan Florian spreca una buona occasione davanti a Marchetti. Il Caldaro è costantemente nel terzo difensivo del Varese ma è Pelikovsky al 17.55 a porgere un disco d’oro a Mantovani che non riesce a finalizzare. I gialloneri cadono spesso nella trappola del fallo e anche Mantovani riceve 2’ ed il Caldaro sfrutta il powerplay con un il forte tiro di Rainer che finisce a lato. Al 18.53 i Mastini sbagliano il cambio e ricevono ancora 2’ per troppi uomini sul ghiaccio, penalità che viene scontata dall’incolpevole Schifferle. Gli ospiti sono fissi davanti a Marchetti e la sirena sancisce la fine del secondo tempo privo di marcature.
All’apertura del terzo drittel, doccia fredda per il Varese: il Caldaro dopo 7” pareggia ed il Caldaro continua a dettare il ritmo del gioco. Seppur in inferiorità con Pinc fuori per 2’, al 5.10 i gialloneri si portano in contropiede ma Commisso chiude lo specchio della porta anche a Pozzi che tira a lato. Al 6.41 penalità per il Caldaro: Schifferle ha l’occasione per segnare il goal del vantaggio, ma Commisso si oppone ancora. Al 8.42 Davide Mantovani torna in panca puniti e subito dopo Barnes, su assist di e Chelodi, porta in vantaggio il Caldaro. E’ ancora Pozzi al 10.28 a cercare l’angolo alla sinistra di Commisso, ma il goalie è attento. E’ serata un po’ storta per Davide Mantovani: l’arbitro lo rimanda in panca puniti ed il Caldaro si porta in attacco con prima con Eisenstecken che ci prova dalla blu poi con Chelodi che tira a botta sicura, ma Marchetti gli nega la gioia del goal al 15.20. La rete del pareggio per i padroni di casa arriva al 17.18 con Pelikovsky che grazie ai passaggi di Pinc e Mantovani scarica un potente tiro dalla blu e riporta il risultato sul 2-2. Al 18.09 i Mastini hanno l’occasione di chiudere definitivamente la partita con un contropiede di Pinc che serve il disco a Pozzi: quest’ultimo non riesce ad agganciarlo. Il Caldaro chiede il timeout al 19.40 ma si va al supplementare. Con soli quattro giocatori di movimento sul ghiaccio, il Caldaro chiude definitivamente la partita a 27” grazie alla marcatura di Arvai.
I punti assegnati sono due al Caldaro e uno solo al Varese che nonostante abbia espresso un notevole miglioramento negli schemi tattici, rimane ancora troppo lontano dal Milano. L’allenatore Malfatti avrà una settimana di tempo per rigenerare i suoi giocatori visto il turno di riposo in programma domenica. Si tornerà sul ghiaccio venerdì 5 dicembre per la partita casalinga contro il Valpellice.

Fim Group Varese – Caldaro Fiat 2-3 dts (1-0; 0-0; 1-2; 0-0; 0-1)
Hc Fim Group Varese Hockey:
P: Marchetti (Trombini)
D: Pelikovsky – Rigoni – Fojtik – Valli – Borghi – Blanc
A: Mantovani – Merzario – Fogliopara – Pinc – Andreoni – Sorrenti – Costa – Mazzacane – Pozzi – Schifferle – Privitera (n)
Coach: Malfatti

Hc Caldaro Fiat:
P: Commisso (Casaril)
D: Arvai – Barnes – Eisenstecken – Dav. Florian – Lobis – Rainer
A: A. Ambach – Belcastro – A Chelodi – E Chelodi – M. Felderer – Dan. Florian – Lorefice – Moren – Thomaser – Waldthaler – J. Wirth
Coach: M. Liberatore

Arbitri: Bagozza, La Forgia, Mancina
Marcatori: 12.12 (1-0) Fojtik (Pinc/Pozzi); 40.07 (1-1) Moren (Eisenstecken/A. Chelodi) in doppia sup.num.; 48.54 (1-2) Barnes (A.Chelodi/E.Chelodi) in sup.num.; 57.18 (2-2) Pelikovsky (Pozzi/Mazzacane); 60.27 (2-3) Arvai (A. Chelodi/E.Chelodi);

Penalità:Varese 16’ Caldaro 10’

Tiri: Varese 22 Caldaro 39

FZ – Ufficio Stampa Hc Varese