22a: Hannover vince, Krefeld stravince, Francoforte sempre più in alto

di Claudio Brescia

Mentre l’Hannover capolista s’impone col minimo sforzo sui penultimi Huskies, Krefeld sotterra Colonia sotto 6 reti. Francoforte riprende la rincorsa e, con una fantastica rimonta su Iserlohn, raggiunge la zona alta della classifica, dove si conferma anche Mannheim che contiene la rimonta di Duisburg. Perde terreno Berlino, sconfitto dagli Ice Tigers di Norimberga, mentre si rivede finalmente l’attacco del Wolfsburg che piega i Metro Stars di Düsseldorf.
Vittoria “stretta” degli Scorpioni di Hannover che, davanti ai 5.186 spettatori della Tui Arena, sconfiggono gli Huskies di Kassel con un magro 3-2. Nonostante il 35-25 al tiro, sembra che gli Scorpioni si limitino ad amministrare il gioco anzichè aggredire, forse a causa del basso spessore degli avversari. Hannover si aggiudica sia il 1° tempo, con una rete in superiorità numerica 9’ 14”, sia il 2°, dove si registrano le reti degli ospiti al 5’ 20” e dei padroni di casa al 13’ 42” e 19’ 29”, tutte marcature in superiorità numerica. L’ultimo periodo lo vincono invece gli ospiti con una rete al 12’ 50”. Buona prestazione di Chris Herperger (2 reti + 1 assist) e Adam Mitchell (2 assist) tra i padroni di casa, per gli ospiti in evidenza Shawn McNeil (2 assist).

Con 21 tiri striminziti, i Pinguini di Krefeld riescono a battere 6-0 gli Squali di Colonia, dimostrandosi ottimi tiratori o incredibilmente fortunati e parando tutti i ben 14 tiri avversari, il goalie dei Pinguini Danijel Kovacic guadagna il suo primo shutout in stagione. In una partita abbastanza corretta (Krefeld 10’ di penalità su 5 interventi, Colonia 16’ su 4 interventi), i padroni di casa si aggiudicano tutti e tre i parziali per 2-0. Tra i Pinguini in evidenza Charlie Stephens (2 reti + 2 assist), Boris Blank (1 + 3) e Herberts Vasiljevs (1 + 2).
Ottimo momento di forma dei Frankfurt Lions che battono gli Iserlohn Roosters 4-3. Le statistiche al tiro non sono esaltanti (25-26), ma la partita è stata ugualmente spettacolare: la vittoria nasce dalla rimonta inarrestabile dei Leoni per il delirio dei 5.900 della Eissporthalle am Ratsweg. Nel primo periodo, chiuso a reti inviolate, Francoforte subisce uno schiacciante 3-10 al tiro, mentre nel secondo tempo le cose peggiorano: Francoforte pareggia il conto dei tiri (9-9) ma al 5’ 48” subisce in inferiorità la rete di Bob Wren ed al 12’ 06” di Mark Ardelan (1 rete + 1 assist in serata). I Leoni provano la reazione e dopo 1’ 53” segnano con John Slaney (1 + 1 in serata) in superiorità numerica, ma al 19’ 41” il top scorer della Liga Robert Hock sfrutta una superiorità e ristabilisce le distanze (1-3). Nell’ultimo drittel salgono in cattedra le due linee di Francoforte: con un robusto 13-7 al tiro 1a linea di casa segna al 13’ 25” con Jason Young che si ripete al 15’ 27” (2 reti in serata), mentre la 2a linea chiude i conti al 19’ 02” con Chris Taylor (1 + 3).
Nella tana delle Volpi di Duisburg, quella che poteva essere una comoda vittoria delle Aquile di Mannheim ha rischiato di tramutarsi in una beffa: nel 2-3 finale gli ospiti si aggiudicano il primo tempo, con una rete di Colin Beardsmore, ed il secondo con una rete di Frank Mauer in superiorità al 3’ 55”. Nel drittel finale le Volpi hanno una reazione d’orgoglio ed agguantano il pareggio con Artjom Kostyrev al 5’ 52” e Michal Sup all’11’ 39”. Ma, proprio quando le cose sembravano mettersi bene per Duisburg, arriva la reazione di Mannheim che, dopo solo 1’ 40”, con Michael Hackert spezza le gambe alle Volpi e chiude l’incontro sul 3-2.
Con il recupero di alcuni infortunati, la seconda vittoria consecutiva sembra allontanare i venti di crisi per i Grizzly Adams di Wolfsburg che battono in trasferta i Metro Stars di Düsseldorf 3-5 (28-28 al tiro). I Grizzly si aggiudicano il 1° tempo con reti all’11’ 15” ed al 15’ 20”(entrambe in superiorità numerica), mentre nel 2° periodo i padroni di casa segnano in superiorità al 6’ 48”, ed al 17’ 45” Wolfsburg si porta sul 3-1 che chiude il periodo. Nel drittel finale Metro Stars ancora in goal al 5’ 49” e rete dei Grizzly al 7’ 28”, ancora i padroni di casa al 12’ 33” ed ancora gli ospiti al 19’ 57”.
Perdono terreno gli Orsi Polari di Berlino, sconfitti 2-1 (0:0, 0:1, 2:0) nonostante un sonoro 18-34 al tiro. Dopo un primo drittel senza reti, Berlino passa in vantaggio al 7’ 15” del 2° periodo con Richie Regehr in superiorità numerica. Nel 3° tempo i padroni di casa rimontano e vincono con reti di Petr Fical al 7’ 14” e Brad Leeb in superiorità al 12’ 06”.
Vittoria per le Tigri di Straubing allenate da Bob Manno che ai rigori battono gli Hamburg Freezers 2-1 con un buon 43-29 al tiro. Dopo la rete di Richard Mueller al 13’ 42” del 1° periodo, bisogna aspettare il 7’ 03” dell’ultimo drittel per vedere il pareggio di Josef Lehner in superiorità. L’overtime si chiude senza reti e Chad Bassen segna il rigore decisivo.
Vittoria mai in dubbio per le Pantere di Augsburg che battono 5-2 (30-45 al tiro) l’ERC Ingolstadt. Dopo l’1-0 del primo tempo, le Pantere si portano sul 3-1 già al 12’ 23” rispondono subito alla rete degli ospiti al 15’ 19”. A 2’ 27” dal termine dell’ultimo drittel Ingolstadt accorcia nuovamente le distanze in superiorità numerica con il 6° uomo di movimento, ma al 18’ 40” arriva la rete del 5-2 finale a porta vuota.

Tags: ,