14ª giornata… alla sirena

di Alessandro R.

CORTINA-ASIAGO 3-2(sh): Con il Bolzano già avanti in virtù dell’anticipo vinto sul Fassa, gli scoiattoli erano chiamati stasera a rintuzzare la fuga dei campioni d’Italia contro l’Asiago; missione compiuta a metà, perchè è arrivata sì una vittoria, ma da soli due punti. Primo tempo con gli ospiti a sorpresa in avanti con il redivivo Pegoraro, che trafigge l’acciaccato Maund in contropiede; il vantaggio è addirittura doppio alla seconda sirena, grazie alla rete di capitan Parco. Bellissimo para tutto, ma la reazione ampezzana si scatena nel giro di un minuto, quando prima Wilde, poi Cullen ristabiliscono la parità nel terzo tempo. Dopo un overtime ricco di capovolgimenti di fronte, ma conclusosi a reti bianche, si va ai tiri di rigore, dove la spuntano i padroni di casa grazie alle reti di Krestanivic e del rientrante McLeod (nessun gol per gli asiaghesi). Per quanto riguarda il Cortina, aggancio in vetta mancato e delusione parziale per non aver colto l’occasione propizia; Asiago che invece può gioire per un punto insperato alla vigilia, specie dopo l’improvviso ed inaspettato addio di Ryan Menei.

VALPUSTERIA-RENON 7-6: Spettacolare partita a Brunico, con Valpusteria e Renon che onorano il derby e la diretta tv nel migliore dei modi, dando vita ad una partita emozionante, equilibrata e ricca di gol. Dopo un primo tempo che evoca brutti pensieri per i tifosi di casa chiuso sullo 0.2 (reti di Scandela e Daccordo), il secondo periodo fa segnare a referto addirittura sette reti (Jarmuth, Tallari, Bernakevitch e Barber per i lupi; doppio di Mather e Scandella per i Rittner Buam), che fissano il punteggio sul 5 a 4 per gli ospiti. Botta e risposta nel drittel conclusivo: alle reti di Bernakevitch e Barber replica Scandella (hat-trick per lui stasera). Quando la gara sembra incanalata verso l’overtime, Watson -ancora a secco stasera nei confronti del gemello del gol Barber- segna la rete decisiva quando mancano solo 52 secondi alla sirena. Rialza la testa dopo un periodo negativo il Valpusteria, ma per coach Mair c’è ancora tanto da fare; non riescono ad ingranare la marcia giusta gli uomini di Ron Ivany ed a mettere in fila punti pesanti: e la coppia di testa se ne va…

PONTEBBA-ALLEGHE 1-3: Un Alleghe rattoppato va a far visita al Pontebba senza i due azzurri Manuel DeToni e Nicola Fontanive ed i giovani Ganz e Monferone. Partono fortissime le aquile, che cingono d’assedio la porta di Groeneveld, ma il fortino alleghese tiene. Resistenza piegata al giro di boa del match grazie alla rete di Koivisto: civette ancora non pervenute ed il Pontebba sembra in grado di controllare senza troppe difficoltà l’incontro. La svolta della gara arriva al 37.17, quando un difensore friulano devia in rete un passaggio di Bilotto per il momentaneo pareggio. Momentaneo proprio perchè, neanche quaranta secondi dopo, Veggiato ribalta il risultato. In apertura arriva anche il tris degli agordini, ancora ad opera di Daniele Veggiato, particolarmente ispirato questa sera. In virtù del doppio vantaggio l’Alleghe rinuncia a premere e si chiude in difese aspettando le mosse dei padroni di casa, che vedono tutti i loro attacchi scontrarsi contro un prontissimo Groeneveld. Continua il campionato "in altalena" del Pontebba, ora fanalino di coda della serie A; per l’Alleghe terzo successo di fila e quarto posto: una buona iniezione di fiducia e serenità per un ambiente che ne ha davvero bisogno.

Tags: