Bolzano torna alla vittoria

di Fabrizio Bombarda

BOLZANO – ASIAGO 4–1 (1:0)(1:1)(2:0)

Dopo la sconfitta patita due giorni fa all’Olimpico di Cortina, il Bolzano affronta stasera l’Asiago con la ferma intenzione di riprendere la marcia interrotta, seppur solo ai tiri di rigore. Assenti nelle fila biancorosse il solito Insam e Josh Olson, al completo invece gli ospiti vicentini. Il match inizia con un ritmo abbastanza piacevole ma senza che il Bolzano riesca a spaventare più di tanto gli stellati. Al 3:49 però, complice un intervento non perfetto di Bellissimo, Kenny Corupe porta in vantaggio i suoi, sfruttando l’assist di Ceresa. L’Asiago a questo punto cerca di aumentare il ritmo ma il pur lodevole impegno produce solo molta confusione e poche occasioni da gol. Al 18:42 capitan Ramoser è abile a saltare un difensore e persino il portiere ma non riesce poi a gonfiare la rete avversaria per l’intervento disperato di un terzino. Il primo tempo si conclude così con il minimo scarto a favore dei padroni di casa.

Alla ripresa del gioco è subito chiaro che la musica è cambiata: i biancorossi vogliono chiudere la partita. Dopo soli 17 secondi Jardine spara un missile che va a centrare il palo alla destra di Bellissmo, e novanta secondi dopo Zisser raddoppia capitalizzando al meglio l’ottimo lavoro di Corupe. Gli ospiti sono alle corde e non riescono ad uscire dal proprio terzo difensivo. I primi quindici minuti sono un incubo per il portiere avversario che tuttavia è molto bravo a chiudere ogni spiraglio agli avanti di casa. L’intervento del 9:17 su Corupe è addirittura un mezzo miracolo. Per trovare il primo tiro in porta degli ospiti bisogna scorrere il tabellino fino al minuto 14:58, ma al 16:31 Tessari riesce a battere l’incolpevole Håkkinen al termine di un’azione confusa nel terzo biancorosso. Incredibile: il Bolzano ha letteralmente dominato ma la seconda sirena lo vede in vantaggio di un solo gol.
Nel terzo periodo i campioni d’Italia partono con il piede sull’acceleratore e al 6:28 il solito Corupe sigla la terza marcatura bolzanina sfruttando un bel passaggio di Johansson. L’Asiago è al tappeto e la sua reazione praticamente nulla. Al 13:31 Di Casmirro mette la parola fine alla sfida, battendo Bellissimo dopo l’ottimo lavoro di Walcher in contropiede. Troppa la differenza tecnica tra le due squadre, ma gli ospiti hanno mostrato alcuni giovani di sicuro avvenire come Tessari, Busa e Pegoraro. Il Bolzano dal canto suo è parso in salute ma nel terzo tempo Luca Ansoldi non è sceso sul ghiaccio, probabilmente per un infortunio occorsogli in precedenza. L’augurio è che non sia nulla di grave perché il prossimo fine settimana i campioni d’Italia saranno chiamati a difendere i colori nazionali nel terzo turno di Continental Cup che si disputerà proprio al Palaonda.

Il Tabellino:
1°Tempo:3:49 Corupe (Ceresa)
2°Tempo: 1:49 Zisser (Corupe) – 16:31 Tessari (Benetti e Johnson)
3°Tempo: 6:28 Corupe (PP) (Johansson e Di Casmirro) – 13:31 Di Casmirro (Walcher e Corupe)

Migliori in campo: Bolzano: Corupe – Asiago: Bellissimo