Valpellice e Caldaro dettano l’andatura

di Marco Depaoli

Valpellice e Caldaro segnano l’andatura alla ripresa del campionato dopo la pausa. Nei Piemontesi ritorna De Frenza dopo la squalifica e contro un deludente Appiano (privo del capitano Pichler per un lutto) finisce 7-2. Nonostante un iniziale assedio, come contro il Milano, i Bulldogs hanno lasciato tornare in partita gli avversari, che al termine del secondo periodo potevano impattare il risultato. Solo negli ultimi 10 minuti del terzo periodo uno schiacciante parziale ha ucciso la partita. A segno per la Valpe 7 giocatori diversi; grande pubblico come al solito. Al 18° del primo tempo, spazio per una scazzottata tra Twordik e Lefebvre. L’Appiano dopo questa ultima batosta dovrà ora raccogliere le idee per cercare di risalire una classifica che comincia a farsi difficile.
Sorridono invece i diretti cugini del Caldaro. All’iniziale vantaggio di Milec per il Torino dopo 75 secondi, ai Lucci ne servono altri 106 per pareggiare con Armando Chelodi in inferiorità numerica. Altre due reti in powerplay (ancora Chelodi e Moren) portano a chiudere il primo periodo sul 3-1, con un cambio alla difesa della gabbia piemontese all’11°: Valle Da Rin per Bobba. Ancora il powerplay punisce il Real (Barnes) che però si rifà sotto nel giro di un minuto con Sekula e Strapaty. sul 4-3 la partita sembra riaperta ma la doppietta di Arvai ipoteca la vittoria per i sudtirolesi, suggellata in avvio di ripresa da Armando Chelodi ancora in superiorità numerica.

Il Caldaro si scrolla di dosso il Vipiteno che perdendo a Selva viene ora raggiunto dagli stessi gardenesi al terzo posto. Sbloccano il risultato per il Gherdeina Lomanno e Demetz in doppia superiorità numerica negli ultimi due minuti del primo periodo, nel quale i Broncos meritavano qualcosa di più. Nel secondo periodo, sempre con l’uomo in più, il Vipiteno infatti pareggia riuscendo a rompere l’incantesimo di Grossgastaiger. La gioia però dura un paio di minuti, quando Perna beffa ancora Baur. Nell’avvio di ripresa il Vipiteno paga ancora amaramente i suoi uomini in panca puniti. Il Gherdeina in powerplay nei primi 3 minuti arriva alla rete con Lomanno e Bourassa, Il Vipiteno segna ancora ma il passivo ormai è tale da lasciare ai gardenesi la posta in palio.
Nel derby lombardo il Varese, con il nuovo gioiello Simone Donati, si prende la rivincita e tre punti che li riavvicinano ai milanesi. Shotout per Marchetti e rete della vittoria dell’ex Marco Pozzi. Assente Bortot, i varesini possono ora contare su Ambrosi in difesa e Rizzo in attacco, in prestito da Pontebba. Nel Milano assenze importanti per Mair, Lorini e Mitterer, con Palla recuperato all’ultimo. Rammarico in casa rossoblu per le diverse occasioni non sfruttate in doppio powerplay, e la rete subita da Della Bella con un contropiede varesino in penalty killing. L’ex portiere giallonero, oltre all’ottima prova, s’è visto comminare anche 2 minuti di penalità nel finale per ritardo di gioco, e 2+2 per una scazzottata con Donati nel primo tempo.
Nel prossimo turno, con Milano a riposo, attenzione ai derby piemontese e d’Oltradige tra Egna e Caldaro.

Valpellice-Appiano 7-2 (2-0, 1-2, 4-0)
7.34 (1-0) Lefebvre (Virta- Silva), 15.12 (2-0) De Frenza (Grossi- Siren, in pp), 20.36 (2-1) Bergstrom (in pp), 29.52 (3-1) Virta (Petrov- Lefbevre, in pp), 38.26 (3-2) Marchetti (Twordik, in pp), 48.33 (4-2) Surma (Grossi- De Frenza), 51.31 (5-2) Ermacora (Lefebvre), 53.09 (6-2) Grossi (De Frenza- Ermacora), 56.40 (7-2) Stricker (Petrov- Lefebvre).
Spettatori 2027
Arbitro Mauro Scanacapra; Marco Montesi e Antonio Malara

Caldaro-Real Torino 7-3 (3-1, 3-2, 1-0)
01.15 (0-1) Milec (Meneghetti), 03.01 (1-1) A. Chelodi (PK), 06.48 (2-1) A. Chelodi (Enrico Chelodi e Pontus Moren, PP), 08.31 (3-1) Pontus Moren (PP), 30.00 (4-1) Barnes (PP), 32.35 (4-2) Sekula (PP), 33.33 (4-3) Strapaty, 36.24 (5-3) Arvai, 39.30 (6-3) Arvai (PP), 41.26 (7-3) Armando Chelodi (PP)
Spettatori: 245
Arbitro: Massimo De Col; Federico Stella e Walter Zuccatti

Gherdeina-Vipiteno 7-4 (2-0; 1-2; 3-2)
18.09 (1-0) Lomanno (PP2), 19.43 (2-0) Demetz (PP2), 28.36 (2-1) Wieser (PP), 31.52 (2-2) Bustreo (PP), 34.04 (3-2) Perna, 40.39 (4-2) Lomanno (PP2), 41.52 (5-2) Bourassa (PP), 49.52 (5-3) Hell, 51.18 (6-3) Fournier, 52.14 (6-4) Rainer, 58.56 (7-4) Fauster (VUO)
Arbitro: Claudio Ferrini; Giuseppe Coceano e Marco Mori

Varese-Milano 1-0 (0-0; 0-0; 1-0)
49.11 Pozzi (PK)
Arbitro: Thomas Gasser; David Blaas e Ulrich Pardatscher

Valpellice 22
Caldaro 21
Gherdeina 18
Vipiteno 18
Egna 13
Real Torino 13
Appiano 12
Milano 9
Varese 6