Cortina – Pontebba: la cronaca

di Alberto Manaigo

Cortina – Pontebba 6-2 (2-0/1-1/3-1)

L’11a giornata vede il Pontebba far visita al Cortina senza Tomasello e Finocchiaro. Nei padroni di casa, invece nessuna assenza.
Nelle prime battute di gioco è in Pontebba a cercare di impensierire Maund con due conclusioni di Lutz e Sparre ben controllate dall’estremo difensore ampezzano. Sull’altro versante sono Krestanovich e Watson, orfani di McLeod (fermatosi a causa di una botta al ginocchio dopo 4 minuti) a creare dei problemi a Carpano. Il powerplay del Cortina torna a dare i propri frutti al 10:25 quando Krestanovich riesce a battere Carpano ben assistito da Watson. I ragazzi di Adey ci provano ancora con Cullen, pravo a trovare lo spazio per inserirsi tra due difensori friulani e a concludere a rete in backhand. Altro brivido per gli ospiti al 13:50 quando un bello slap di Gallace viene toccato dalla spatola ei Bolibruck e termina a lato di un soffio. La seconda marcatura ampezzana, però, non tarda ad arrivare: al 15:21 Watson scatta in contropiede e riesce ad insaccare nonostante venga ostacolato senza tanti complimenti da due difensori friulani. L’occasione per la terza marcatura si presenta sulla stecca di Gallace al 17:16, quando l’italo canadese è bravo a rubare un disco in inferiorità numerica e ad involarsi contro Carpano. Lutz ed Armani devono ricorrere al fallo per fermarlo e Lottaroli decide per il rigore che, però, non viene realizzato dal difensore ampezzano. L’ultima occasione è per Lutz, bravo a farsi trovare smarcato, ma non altrettanto bravo nella conclusione.

Dopo la sfuriata di Surenkin il Pontebba prova ad iniziare la seconda frazione con un piglio diverso e Maund deve superarsi per respingere il backhand di Faggioni. Al 5° minuto un ottimo Wilde vede l’inserimento veloce di Francesco Alberti: il tiro del centro ampezzano finisce di poco a lato e la stessa sorte tocca alla bella azione di Gallace bravo a servire l’accorrente Souza, anticipato per un soffio da Bolibruck. Il Pontebba riesce ad accorciare le distanze al 12.00 minuto con uno spunto di Lutz che resiste all’opposizione di Gallace ed infila Maund tra i gambali. Due giri di lancette soltanto e De Bettin può esultare per la prima marcatura stagionale su azione, ben assistito da Cullen e Souza. Dopo una bella azione di Rizzo e Genette tocca ancora al Cortina cerare la via del gol con Krestanovich, pronto a deviare due conclusioni di Watson e Robitaille, e a Wilde in contropiede che, in inferiorità numerica, spara addosso a Carpano.
Nemmeno un giro di lancette nel terzo drittel e gli uomini di Surenkin sfruttano gli ultimi secondi di un powerplay (Cullen in panca puniti al termine della seconda frazione) con Ciresa che, lasciato colpevolmente solo fredda Maund con uno slap preciso alla destra del portiere ampezzano. Anche in questo caso, però, il Cortina non fa passare molto tempo per ristabilire le distanze con una bellissima azione di Robitaille e Krestanovich che costruiscono per Menardi bravo a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto e ad infilare a porta quasi sguarnita. E’ un brutto colpo al morale dei friulani che sembrano mollare il colpo mentre il Cortina legittima il vantaggio con altre due marcature di De Bettin e Menardi ed un palo pieno in chiusura di tempo ad opera di Souza.
Torna, dunque, alla vittoria il Cortina dopo il passo falso di giovedì contro il Val Pusteria. Dopo la sosta per la nazionale, l’Olimpico ospiterà lo scontro al vertice tra gli ampezzani e il Bolzano.