H.C. VALPELLICE: goleada al Varese domani si va a Milano

di Paolo Vola

VALPELLICE – VARESE (1:0)(2:0)(5:0)

E’ finita 8 a 0 ieri sera al Cotta Morandini l’ultima fatica del primo girone della regular season in un match decisamente agevole contro il fanalino di coda Varese; con questo risultato la Valpe è ora seconda da sola a 17 punti, uno in meno della capolista Vipiteno che è passata anche ad Egna.

La partita, diretta da Scanacapra davanti a più di 1.500 spettatori, ha visto i primi due tempi abbastanza equilibrati con i biancorossi al piccolo trotto ed i gialloneri equilibrati salvo poi crollare nella terza frazione (5 a 0 il parziale) complice un organico decisamente inferiore complicato dall’espulsione di Fojtik.

Marcellino Platè tra i pali (e primo shoutout stagionale!) mentre nel Varese, che ha tagliato l’inutile italo Cristofaro, si rivedono Pozzi, Mantovani, Mazzacane e gli ex ASP Rigoni e Bortot.

Le marcature le apre il solito Damian Surma in powerplay a 5.16 su assist di Grossi (poi mattatore della serata con 4 punti) e Stricker; Da Rin sperimenta nuove linee con Stricker in terza e Canale in prima e Luca Rivoira stabilmente in coppia con Tremolaterra.

Si deve attendere sino al minuto 22.24 per il raddoppio Valpe di Frank De Frenza che è lesto a imbucare dopo azione Silva – Lefebvre; poi lo stesso de Frenza, dopo aver subito una durissima carica di Shifferle, è protagonista di un fighting molto “vintage” prima con Shifferle e poi con il colossale ceko Fojitik che esprime nel combattimento il “meglio” della sua serata. A Scanacapra non resta che spedire anzitempo i belligeranti negli spogliatoi in attesa di conoscere l’entità della squalifica.

La difesa varesina, già ridotta all’osso, diventa preda degli avanti biancorossi che chiudono il secondo tempo sul 3 a 0 grazie ancora a Surma che con una magia delle sue a 29.09 beffa Marchetti dopo essere stato innescato da Siren e Grossi in superiorità numerica.

Nel terzo tempo è una valanga di reti e pali che rende troppo pesante la sconfitta per i Mastini: prima si scatena “Dinamite” Virta con due sassate rasoghiaccio dalla blu (a 49.57 e 55.27) con assistenze di Siren – Lefebvre prima e di Runer – Grossi poi.

Poi è il capitano che aggira e beffa di classe Marchetti a 57.0 su lancio di Petrov per il 6 a 0; l’estone arrotonda poi a 57.58 su assit di Siren e Silva.

Da Rin, che nel frattempo ha lanciato nella mischia anche tutti gli altri bocia (Viglianco, Bonnet, Vignolo e Ricca) gioisce poi per la rete di Ciko Vignolo a 59.06 con un pregevole tiro su assit di Virta e Stricker.

Ora è già tempo di trasferta; domenica ore 18.45 all’Agorà di Milano i Bulldogs troveranno una squadra in crescita e rinforzata dal neo acquisto Lombardio, un italo canadese di cui si dice un gran bene. La squadra sarà seguita da un centinaio di tifosi tra e macchine; diretta su RBE ed in streaming sul sito con il commento di Daniele Arghittu.
In caso di successo la Valpe balzerebbe sola al comando della classifica a causa del turno di riposo del Vipiteno… ma sarà tutt’altro che agevole complice l’assenza di Frena e le ottime prestazioni casalinghe espresse sinora dai meneghini.