Gherdeina: dolcetto, Milano: scherzetto

di Andrea V.

MILANO ROSSOBLU – GHERDEINA 1-4 (1-0/0-3/0-1)

Nella sera di Halloween il Milano viene sconfitto da un Gherdeina in una partita per certi versi beffarda, in quanto i rossoblu non raccolgono i frutti proporzionalmente al gioco espresso, cosa che fa invece un Gherdeina tanto forte quanto cinico, tra i rossoblu privi di Mair e Braito fa il suo debutto il "paisà" Mike Lombardi.
Il primo periodo è caratterizzato da un predominio territoriale del Milano, che appare più pimpante della compagine tirolese, numerose sono le occasioni da rete per i vari Remar, Caletti, Migliore e del neo acquisto Lombardi ma la porta di Saurer, autore di un’ottima prestazione appare stregata, il Milano spinge per tutti e venti i minuti del primo periodo ma trova una sola rete grazie proprio a Lombardi che trova il pertugio giusto per battere Saurer al 19.08 su un preciso passaggio di Caletti, il primo periodo si chiude sul 1-0 per i rossoblu ma la sensazione è che il punteggio vada stretto ai padroni di casa

Nella seconda frazione si assiste a tutt’altra partita, coach Kravec deve aver strigliato a dovere i gardenesi nell’intervallo, Milano rimedia in successione due penalità con Sotlar e Palla, gli ospiti non si fanno pregare e con Demetz pervengono al pareggio al 23.59, passano solamente quattro minuti e la pressione dei gardenesi si concretizza il gol del vantaggio con Senoner, che ribadisce in rete un rimbalzo lasciato dal portiere milanese Della Bella; il Milano che fino ad allora aveva dato segni di estrema vivacità accusa il colpo, gli altoatesini da parte loro galvanizzati ancor più accentuano il ritmo, Milano incappa in un’altra penalità con Migliore e la "ditta" Fournier-Bourassa-Perna sigla la rete del 3-1 per gli altoatesini, punteggio con cui si chiude il secondo periodo.
Nel terzo periodo Milano prova la reazione d’orgoglio, si parte con una penalità inflitta al gardenese Bourassa che sommata a quella di Senoner presa sul finire del secondo tempo permette al milano di giocare 87 secondi con la doppia superiorità, Lombardi, Sotlar e Palla sfiorano a più riprese il goal ma la porta difesa dall’ottimo Saurer appare stregata,riconquistata la parità numerica il Gherdeina punta a controllare la partita, e anzi in situazione di inferiorità numerica riesce anche a segnare la rete del 1-4 ancora una volta costruita dal trio Fournier-Bourassa-Perna con quest’ultimo che recupera un disco perso da Lombardi e si invola trafiggendo per la quarta volta Della Bella. E’ il segnale che per i rossoblu padroni di casa non è la serata giusta per trovare la rimonta, il palo colpito da Lombardi al 53.45 è il segnale che questa sera per il Milano le streghe han preparato un bello scherzetto, per il coriaceo e cinico Gherdeina la vittoria è un ottimo dolcetto con cui rientrare dalla trasferta meneghina.