Cortina inarrestabile

di Camilla

ALLEGHE – CORTINA 4-6 (0:1)(1:3)(3:2)

L’Alleghe continua la sua serie negativa: ieri sera è arrivata la terza sconfitta consecutiva per le civette. Anche il secondo derby della stagione viene vinto dal Cortina che guadagna altri tre punti importanti per allontanarsi ancor di più in vetta arrivando a quota 23.

L’incontro sembra promettere un piacevole spettacolo al numeroso pubblico accorso al De Toni: entrambe le squadre creano occasioni e amministrano il gioco egregiamente per tutto il primo tempo. Nicola Fontanive prova a sfidare Maund grazie l’aiuto di Veggiato per due volte senza trovare il gol, mentre Groeneveld non si lascia ingannare da Robitaille un minuto più tardi. La frazione si chiude con l’Alleghe in superiorità numerica che cerca di passare in vantaggio, ma Lorenzi si lascia intercettare da McLeod che come un fulmine vola davanti all’estremo biancorosso e realizza.

Il secondo periodo è completamente da cancellare per i padroni di casa. Dopo 5 minuti l’Alleghe ha ancora la possibilità di poter sfruttare un altro power-play: invece è sempre il Cortina che alza le braccia al cielo, stavolta con Krestanovich. Così non va: per due volte gli scoiattoli in inferiorità numerica sono attenti ed abili a intercettare il disco sulla stecca degli agordini, ed entrambe le occasioni si dimostrano fruttuose. La serata sembra non volersi proprio raddrizzare per i padroni di casa e il clima del periodo centrale inizia a farsi rissoso. Al 30.00 Bilotto si ricorda come si dovrebbero impostare le azioni in superiorità numerica, ma viene prontamente fermato da Maund che provoca il terzino alleghese. Fabrizio Fontanive subito dopo si vede parare un altro tiro pericoloso e l’estremo ampezzano alquanto surriscaldato accende un’ altra mischia davanti porta. L’Alleghe si trova a giocare in 5 contro 3: un’altra ghiotta occasione, sperando che questa volta però sia a favore dei padroni di casa…nulla da fare Maund si rivela una saracinesca. Al 36.17 il Cortina vola con Souza in contropiede e insacca la terza marcatura. Le civette sembrano cadere a picco quando un tiro timido di Giallonardo accorcia le distanza al 37.18. Lo stesso giocatore però viene spedito da Metelka in panca puniti per ritardo del gioco e gli ospiti non esitano a mostrare all’Alleghe che i power-play non servono tanto a subire gol, quanto a realizzarli; McLeod firma così la quarta marcatura al 49.53.
L’ultimo periodo sembra vedere in campo un altro Alleghe che finalmente tira fuori gli artigli e reagisce. Solo dopo 26 secondi Jamieson concretizza grazie all’appoggio di Harder, e Giallonardo concede il bis un minuto più tardi. Al 42.00 il Cortina è ancora in inferiorità, ma Harder si lascia sfuggire la rete del pareggio in contropiede. Gli ospiti cominciano a sudare e Adey chiama il time-out. L’alleghe però non si deconcentra e regala al pubblico, fino allora completamente imbalsamato, una speranza: Manuel De Toni gonfia la rete con una bellissima azione personale al 48.55. Ma i sorrisi come sono comparsi, svaniscono immediatamente perché 19 secondi più tardi Watson beffa prontamente Groeneveld. L’ultimo gol viene segnato da Souza a porta vuota al 19.44 e il Cortina può tornarea casa con il secondo derby in tasca.