Prima sconfitta per i diavoli

Casate – HC Diavoli Rossoneri: 6 – 4 (2-2; 1-0; 3-2)

Una sconfitta in campionato è sempre preventivabile, specie se all’appello mancano tre tra i giocatori più importanti del roster, ma quando a decidere le sorti di una partita sono da un lato poca concentrazione nelle finalizzazioni e dall’altro discutibili scelte arbitrali, è normale che rimanga l’amaro in bocca. E così, i Diavoli Rossoneri si sono arresi la scorsa domenica sul ghiaccio del Casate, Como, con un punteggio finale di 6 gol a 4 che lascia a tutti un po’ di rammarico.
Molte sono state le penalità fischiate (e spesso anche in maniera inspiegabile) ma è doveroso segnalare come il duo arbitrale non abbia incredibilmente convalidato ai padroni di casa un gol netto segnato ai danni del portiere rossonero Renato Camoni Sada.
Costantemente in 4 contro 5 per tutto il secondo parziale, oltre che orfani del giovane numero 30 Giorgio dell’Oca (ammonito con 10 minuti di penalità dopo aver subito uno sgambetto da un avversario) i Diavoli hanno comunque saputo tener testa a una squadra come quella del Casate che

sa bene stare in campo, si conosce ed è affiatata: portiere e difesa hanno fatto il loro lavoro, ma
l’attacco non è stato in grado di finalizzare come può e come sa.
A segno per i rossoneri, in una partita affatto cattiva o scorretta, il veterano Renato Tebaldi, il numero 48 Massimo Lisignoli (autore anche di un rigore non andato a segno), il giovane Riccardo – bomber- Iuratti e il terzino dal gol facile Fabrizio Frigerio.
Prossima sfida: domenica 26 ottobre in casa al PalaSesto contro i cugini dell’Ambrosiana98.

Ufficio comunicazione

Da segnalare il nuovo sito della società:
http://hcdiavoli.altervista.org/