Brady Murray ha deciso: sarà bianconero

L’Hockey Club Lugano ha il piacere di comunicare l’ingaggio dell’attaccante Brady Murray, nato il 17.8.1984 a Brandon (Canada), statunitense di passaporto ma in possesso di una licenza hockeystica svizzera.Brady Murray ha siglato con l’HCL un contratto valido fino al termine della stagione 2011/2012.

Brady Murray, figlio del noto allenatore Andy Murray, è un’ala dotata di grande velocità di pattinaggio e spiccato fiuto del gol. Le sue qualità sono peraltro ben conosciute alla platea elvetica per i due campionati disputati con la maglia dei Lakers tra il 2005 e il 2007 durante i quali in 84 partite ha contabilizzato 49 punti (18 gol, 31 assist).

Draftato nel 2003 dai Los Angeles Kings dopo uno strepitoso campionato da 59 partite e 101 punti con i Salmon Arm nella British Columbia Hockey League (BCHL), Murray ha successivamente giocato due stagioni nella formazione della University of North Dakota dove nel 2004 è stato designato Rookie of the Year (37 gare, 46 punti), conquistando nel frattempo anche il titolo mondiale U20 con la casacca a stelle e strisce.

Le brillanti prestazioni nel campionato svizzero lo hanno riproposto all’attenzione dei Los Angeles Kings che, sulla base di un contratto two-ways, lo hanno impiegato a quattro riprese (1 gol) in NHL nello scorso inverno, trascorso per la maggior parte del tempo in AHL con i Manchester Monarchs (58 gare, 14 reti, 13 assist, 27 punti).

Nelle scorse settimane Murray ha partecipato al camp di preparazione dei Los Angeles Kings.

Preso atto della decisione della franchigia statunitense di dirottarlo nuovamente nelle Minors, Brady ha infine optato a 24 anni per il ritorno in Europa con destinazione la Resega, dove potrà certamente ritagliarsi un ruolo significativo nel Lugano del presente e del futuro.

Tags: