Recupero 10a: sesta vittoria consecutiva per Amburgo

di Claudio Brescia

Nel recupero casalingo della 10° giornata, gli Hamburg Freezers hanno dovuto lottare 2 ore e 25 minuti per spezzare la disperata resistenza dei Kölner Haie in una partita emozionante e dalle forti motivazioni: con 15 punti in 7 gare, i padroni di casa si trovano 6° in classifica a 6 punti dal Krefeld capolista e 5 dal Berlino (2°), con 2 gare in meno rispetto ad entrambe, e vogliono evitare chi il distacco si allunghi. Forti anche le motivazioni degli ospiti, fanalino di coda con 7 punti in 11 gare ed in cerca di riscatto: il neocoach Clayton Beddoes, subentrato a Doug Mason dopo 7 sconfitte consecutive, aveva raccolto fino ad oggi due vittorie consecutive ed una sconfitta. Nel 4:3 finale, gli Squali si mangiano le mani per non essere riusciti a concretizzare lo strapotere al tiro (28:44) ed una doppia rimonta. A peggiorare le cose ci pensa Elia Ostwald: punito con 5 minuti per aver colpito l’avversario con una ginocchiata al 14:12 del secondo tempo, appena rientrato (19:12) rifila un’altra ginocchiata e viene punito con la penalità partita. L’unica, amara consolazione per gli ospiti è l’essere arrivati ai rigori (1:0, 1:1, 1:2, 0:0, 1:0): in caso di supplementari o penalty, il regolamento DEL assegna due punti ai vincitori ed 1 agli sconfitti, ed il punto guadagnato consente agli Squali di portarsi a pari punti (7) con Ingolstadt, ad un punto di distacco da Straubing e Duisburg. Completamente diversa la situazione del team di Amburgo che, con solo 8 gare giocate, è 6° in classifica a 17 punti ed ha ridotto a 3 punti il distacco dal Berlino (2° con una partita da recuperare), 2 da Wolfsburg (nessun recupero) e Mannheim (un recupero,) ed uno da Iserlohn (nessun recupero): le zone alte della classifica sono a portata di mano e sembra che ad Amburgo abbiano fiutato il colpaccio.

Tags: ,