Il Ticino si tinge di biancoblu

di P. Stamm

Bentornato a casa, Kloten
Dopo 5 vittorie nella trasfertona più lunga ( 8 partite fuori casa ) nella storia dell’hockey elvetico, il ritorno tra le mura amiche non poteva che essere migliore. Contro un Davos sorprendentemente fiacco, gli aviatori hanno meritato i tre punti.
La defezione di Reto von Arx tra gli stambecchi però non deve fungere da scusa, perché gli aviatori hanno sempre avuto il pallino del gioco e hanno saputo tenere a distanza gli uomini di Del Curto. Un’altra nota lieta costituisce la prima rete di Schlagenhauf, figlio e nipote d’arte.
La prima nel rinnovato stadio che ospiterà due gruppi durante i prossimi mondiali di hockey su ghiaccio viene quindi archiviato come riuscita ed i 7211 spettatori hanno visto prevalere un Kloten agguerrito sul Davos, che nell’ultimo drittel ha raramente cercato la via della rete.

Kloten – Davos 4:2 (1:1, 3:1, 0:0)

Kolping-Arena. – 7211 spett.. – REFS: Looker (USA), Arm/Wirth. –

Scorer: 12. (11:32) Marha (Riesen) 0:1. 13. (12:30) Jenni (Lindemann) 1:1. 23. Schlagenhauf (Müller, Rothen) 2:1. 32. Rintanen (Santala, Von Gunten/PP Gerber) 3:1. 34. (33:42) Marc Wieser (Taticek, Dino Wieser) 3:2. 35. (34:12) Rintanen (Hamr, Santala/PP Riesen) 4:2. –

Penalità: 6×2 Minuti contro Kloten, 7×2 Minuti contro Davos. –

PostFinance-Topskorer: Rintanen; Ambühl.

Kloten: Rüeger; Welti, Hamr; Von Gunten, Bonnet; Schulthess, Sidler; Müller; Wick, Santala, Rintanen; Lindemann, Brown, Jacquemet; Jenni, Liniger, Stancescu; Rothen, Schlagenhauf, Brunner.

Davos: Genoni; Gianola, Grossmann; Gerber, Blatter; Jan von Arx, Leblanc; Stoop, Furrer; Riesen, Marha, Helfenstein; Sykora, Ambühl, Daigle; Guggisberg, Rizzi, Bürgler; Marc Wieser, Taticek, Dino Wieser.

Note: Kloten senza Du Bois, Winkler e Hofer (infortunati), Davos senza Reto von Arx e Della Rossa (infortunati).

20 Minuti di fuoco
Il Berna potrà archiviare la sconfitta casalinga di venerdi come „incidente di percorso“, dato che nel Derby a Langnau ha fatto vedere la sospettata ( ed aspettata ) reazione furiosa, vincendo senza alcuna discussione per 5 a 3.
Alcuni dei presenti parlano addirittura del più furioso drittel centrale finora messo sul ghiaccio dalla squadra della capitale. Tre reti da soli sei tiri ed una prova di forza soprattutto della linea Dubé-Gamache-Bärtschi e Roche-Rytz, che ha segnato 4 reti su 5 !!
Dopo il primo periodo sembrava che il Langnau potesse coltivare speranze per una conclusione positiva della gara, ma con il prosieguo della partita gli spettatori dell’Ilfis esaurito in ogni ordine di posto si sono resi conto che era una “Mission Impossible”. Continua a perdurare quindi ( ormai dal 21/11/2004 ) la mancanza di una vittoria casalinga contro i quotati bernesi.

SCL Tigers – Bern 3:5 (1:1, 1:4, 1:0)

Ilfis. — 6500 spett. (esaurito). – REFS: Eichmann, Dumoulin/Fluri. –

Scorer: 8. Roche (Bärtschi, Gamache) 0:1. 13. Setzinger (Murphy, Steiner/PP Ziegler, Rytz) 1:1. 23. Dubé (Gamache, Roche) 1:2. 25. Gamache (Rytz, Roche/PP Tallarini) 1:3. 26. Trevor Meier (Abid, Bordeleau) 1:4. 30. Sandro Moggi (Kariya) 2:4. 35. Bärtschi (Dubé, Gamache) 2:5. 51. Fröhlicher (Stettler, Sutter) 3:5. –

Penalità: 4×2 Minuti contro SCL Tigers, 6×2 – 1×10 Minuti (Furrer) contro Bern. –

PostFinance-Topskorer: Kariya; Dubé.

SCL Tigers: Schoder; Murphy, Blum; Stettler, Bayer; Gmür, Christian Moser; Tallarini, Fröhlicher; Steiner, Kariya, Simon Moser; Setzinger, Zeiter, Bieber; Bogg, Sutter, Joggi; Sandro Moggi, Camenzind, Claudio Moggi.

Bern: Bührer; Beat Gerber, Kobach; Furrer, Roche; Rytz, Josi; Leuenberger; Pascal Berger, Ziegler, Reichert; Gamache, Dubé, Bärtschi; Abid, Bordeleau, Trevor Meier; Daniel Meier, Chatelain, Froidevaux.

Note: SCL Tigers senza Lüthi e Toms, Bern senza Jobin, Rüthemann e Plüss (tutti infortunati). — 26. Timeout SCL Tigers. — 44. Palo colpito da Bieber.

Il Biel è rimasto senza benzina
Tre partite in trasferta ed altrettante sconfitte ai rigori ( !! ) rubano tutte le energie disponibili. Di fronte ai leoni di Zurigo ( per la seconda volta nel giro di 100 ore ), l’esausto e ridotto ( nel roster ) EHC ha pagato tributo perdendo 4:7.
Tra il 20. e 50. minuto era molto marcato la differenza di livello, si parla pur sempre della matricola e del campione in carica. Sotto 4 a zero a metà gara, i bernesi hanno avuto il grande merito di non mollare mai ed infatti sono riusciti a migliorare il passivo negli ultimi minuti, senza però mettere in discussione la vittoria dei zurighesi, nei quali Forster ( uomo fondamentale anche negli ultimi playoff ) ha avuto due reti nel giro di soli 92 secondi.

Biel – ZSC Lions 4:7 (0:1, 1:4, 3:2)

Eisstadion. – 4836 spett.. – REFS: Prugger, Kohler/Müller. –

Scorer: 6. Krutow 0:1. 21. Gardner (Alston) 0:2. 29. Forster (Pittis/PP Kamerzin) 0:3. 31. Forster (Bastl, Bühler) 0:4. 38. (37:09) Alston (Suchy, Wichser/PP Kamerzin) 0:5. 38. (37:34) Peter (Ehrensperger) 1:5. 48. Kamber (SH Suchy!) 1:6. 49. Truttmann (Himelfarb) 2:6. 53. (52:51) Reber (Ehrensperger, Nüssli/PP Seger) 3:6. 54. (53:19) Himelfarb 4:6. 57. Blindenbacher (Krutow) 4:7. –

Penalità: 7×2 Minuti contro Biel, 8×2 Minuti contro ZSC Lions. –

PostFinance-Topskorer: Ling; Trudel.

Biel: Caminada; Schneeberger, Hill; Gossweiler, Reber; Kamerzin, Kparghai; Tschantré, Fata, Nüssli; Truttmann, Himelfarb, Ling; Ehrensperger, Peter, Bärtschi; Fischer, Brägger, Wetzel.

ZSC Lions: Sulander; Blindenbacher, Suchy; Geering, Forster; Schnyder, Seger; Krutow, Kamber, Grauwiler; Alston, Wichser, Gardner; Monnet, Pittis, Trudel; Bastl, Gloor, Bühler.

Note: Biel senza Neff, Meyer, Beccarelli, Tschannen, Steinegger e Tuomainen !! , ZSC Lions senza Stoffele — 54. (53:19) Timeout ZSC Lions.

Caporetto alla Resega
Hockey pazzo a Lugano : i bianconeri fanno 10 tiri a 0 nel primo drittel, ma alla fine l’Ambri-Piotta festeggia una gara storica con una vittoria per 6 a 0 !
Ogni singola nota de „La Montanara“ sarà entrata fino al midollo dei poveri tifosi luganesi….I ragazzi di Slettvoll hanno giocato 6 minuti sui primi 7 in PP, ma non sono riusciti a bucare un ottimo Bäumle. Più efficienti i leventinesi, che a partire dal 26. minuto hanno cominciato a perforare la difesa bianconera. Tre reti in ognuno dei due tempi finali con soli due scorer diversi.

Lugano – Ambri-Piotta 0:6 (0:0, 0:3, 0:3)

Resega. – 7348 spett.. — REFS Reiber, Mauron/Schmid. –

Scorer: 26. Murovic (Kutlak, Naumenko/PP Helbling) 0:1. 36. Westrum (Clarke/SH Naumenko!) 0:2. 40. (39:03) Westrum (Duca, Clarke) 0:3. 44. Murovic (Kutlak, Westrum/PP Conne) 0:4. 47. Westrum (SH Demuth!) 0:5. 57. Westrum (Naumenko, Duca/PP Hänni) 0:6. —

Penalità: 6×2 Minuti contro Lugano, 7×2 Minuti contro Ambri-Piotta. –

PostFinance-Topskorer: Pohl; Duca.

Lugano: Aebischer; Chiesa, Nummelin; Helbling, Hänni; Julien Vauclair, Nodari; Thoresen, Pohl, Sannitz; Näser, Conne, Paterlini; Domenichelli, Romy, Kostovic; Tristan Vauclair, Conte, Jörg.

Ambri-Piotta: Bäumle; Mattioli, Naumenko; Bundi, Kutlak; Stephan, Marghitola; Duca, Westrum, Clarke; Sciaroni, Stirnimann, Demuth; Camichel, Walker, Micheli; Schönenberger, Bianchi, Murovic.

Note: Lugano senza Hirschi, Lemm e Robitaille, Ambri senza Gautschi, Sonnenberg e Zanetti

Al Fribourg il derby francofono
L’ultima volta era durante i semifinali della stagione 2007-2008. Il primo incontro di questa nuova stagione tra le due formazioni francofone vede vincere i Draghi del Gotteron.
Dopo due sconfitte di seguito, il Fribourg ha iniziato il derby secondo manuale. In vantaggio a gara ancora giovane, anzi giovanissima, hanno poi gestito il risultato con calma e sangue freddo. Il raddoppio da parte del solito ed infinito Montandon ha letteralmente chiuso la pratica.
Succede quasi tutto nel periodo centrale: Due penalità partita, Mc Sorley che duella (verbalmente) con il pubblico di casa presente dietro la panca dei giocatori, Mowers spedito all’ospedale per accertamenti ed il 400° ( ! ) goal in LNA di Montandon.

Fribourg – Genf-Servette 2:0 (1:0, 1:0, 0:0)
St-Léonard. — 7115 spett. (esaurito). – REFS: Stricker, Kehrli/Stäheli. –

Scorer: 1. Meunier (Heins, Seydoux/PP Mercier) 1:0. 39. Montandon (Jeannin, Bykow/PP Vigier, Bezina) 2:0. —

Penalità: 5×2 – 1×10 Minuti e PP (Sprunger) contro Fribourg, 12×2 -1×5 (Vigier) – 1×10 Minuti (Schilt) e PP (Vigier) contro Genf-Servette. –

PostFinance-Topskorer: Jeannin; Kolnik.

Fribourg: Caron; Snell, Reist; Heins, Birbaum; Seydoux, Ngoy; Marc Abplanalp, Collenberg; Neuenschwander, Meunier, Wirz; Mowers, Jeannin, Knoepfli; Sprunger, Bykow, Botter; Lauper, Montandon, Sandro Abplanalp.

Genf-Servette: Mona; Mercier, Bezina; Höhener, Breitbach; Gobbi, Keller; Cadieux, Trachsler, Savary; Salmelainen, Aubin, Kolnik; Vigier, Conz, Déruns; Rivera, Augsburger, Fedulow; Rubin.

Note: Fribourg senza Chouinard, Plüss e Vauclair (infortunati), Genf-Servette senza Ritchie — 39. Timeout Fribourg. — 37. Mowers esce infortunato

Tags: