Il Derby lombardo va al Milano

da www.hcvarese.com

MI ROSSOBLU – VARESE 4-3 (2:0)(1:1)(1:2)

12 ottobre 1988 – 5 ottobre 2008: in questi giorni ricorre l’anniversario del ventennale del primo derby dell’hockey moderno tra Milano e Varese; di quei accesi derby è rimasta solo l’immutata passione dei tifosi che ancora sentono questa sfida. Le due formazioni si presentano con uomini nuovi (naturale, il tempo scorre per tutti), nuove Società alle spalle e una categoria diversa; allora era Serie A, oggi Serie A2, ma questo non deve trarre in inganno, entrambe hanno voglia di ben figurare in questa lunga stagione e riscattare la falsa partenza imposta al Milano Rossoblu dal Valpellice (2-8) e al Varese dal Real Torino (2-4).
I Mastini devono fare a meno di Merzario e Mazzacane, quest’ultimo indisponibile a causa della lussazione di una spalla che lo costringerà ad una sosta di circa venti giorni.

Sostenuto dalla propria curva il Milano si getta subito in avanti rendendosi pericoloso con Slak all’1.24, Marchetti è attento e sventa il pericolo con i gambali. Non passa nemmeno un minuto e il capo arbitro Gagliardi commina due minuti di penalità a Fogliopara per gomitata; i padroni di casa approfittano della superiorità e passano in vantaggio grazie a Caletti su assist di Raymo e Migliore. I gialloneri tentano una timida reazione con un tiro di Kudrna da posizione ravvicinata, Della Bella blocca il disco senza problemi. Dopo un periodo di stasi nel quale il gioco latita, Varese subisce un’altra penalità, questa volta tocca a Rigoni entrare nel penalty box, Milano in power play è ancora letale con Migliore che segna in backhand. Al tredicesimo minuto i Mastini usufruiscono di una doppia superiorità, le conclusioni dei gialloneri hanno l’effetto di esaltare le doti di Della Bella che si esibisce in un paio di interventi.
Nel periodo centrale la prima azione degna di nota si registra al 24.28 con Kudrna bravo ad involarsi verso il portiere rossoblu, il quale risponde di par suo bloccando il disco; trenta secondi più tardi è il turno di Pozzi ben servito da Mantovani, ma Della Bella non si lascia incantare. Dopo la sfuriata giallonera Milano torna in avanti grazie ad doppio power play, l’azione che maggiormente impensierisce la retroguardia giallonera è creata da Re con uno slap fermato da Marchetti, ma è solo il preludio al terzo goal rossoblu che giunge al 29.51 con Slak che uccella Marchetti facendo passare il puck tra le gambe. A metà periodo la gara s’innervosisce per alcuni colpi al limite del regolamento, per calmare gli animi il capo arbitro manda in panca puniti Fojtik e Giudici, ma il power play non è ancora efficace, Kudrna e Pozzi sprecano le loro occasioni; il ceco si rifà al 37.12 realizzando la prima rete giallonera deviando il disco scagliato da Rigoni.
L’ultima frazione di gioco si apre con il goal del Varese, al 40.52, realizzato dall’ex Mantovani che è lesto a riprendere un rebound del goalie rossoblu su tiro di Kudrna; segue una fase interlocutoria nella quale le due formazioni si annullano vicendevolmente fino al cinquantunesimo minuto, quando la gara s’infiamma improvvisamente con Slak che, prima, intercetta il disco e scaglia un tiro che Marchetti ferma, e più tardi con Migliore, ma la sua volata si stampa sul portiere giallonero. Al 58.13, in superiorità numerica, Pelikovsky pareggia con il classico tiro dalla blu che gonfia la rete avversaria. La rabbia del Milano è veemente, approfittando di un blackout della retroguardia varesina Palla dà la vittoria ai padroni di casa con un tiro che annichilisce l’incolpevole Marchetti.
La seconda sconfitta consecutiva lascia il Fim Group Varese Hockey a zero punti in classifica; nei prossimi giorni i ragazzi di Malfatti avranno il tempo per capire cosa c’è da migliorare nel gioco della squadra e farsi trovare pronti per il prossimo impegno in programma al Palalbani venerdì 10 ottobre contro il Vipiteno.
Altri risultati: Vipiteno – Gherdeina 3-4; Appiano – Valpellice 7-1; Real Torino – Caldaro 3-4. ha riposato: Egna.
Classifica: Gherdeina e Caldaro p.ti 6; Real Torino, Valpellice, Milano Rossoblu e Appiano p.ti 3; Egna, Varese e Vipiteno p.ti 0. (Egna e Vipiteno una gara in meno)
Hockey Milano Rossoblu: Della Bella (Mai), Re, Lunini, Marchiorato, Raymo, Sotlar, Slak, Caletti, Mitterer, Remar, Migliavacca, Giudici, Palla, Migliore, Braito. Coach: Insam
Varese Hockey: Marchetti (Chiesa), Fojtik, Fogliopara, Blanc, Pelikovsky, Borghi, Rigoni, Schifferle, Kudrna, Costa, Bortot, Sorrenti, Mantovani, Cristofaro, Pozzi, Andreoni. Coach: Insam.
Arbitro: Gagliardi Linemen: Rebeschin e Cristeli
Penalità: Milano Rossoblu 24 (6/14/4) – Varese 20 (6/8/6)
Tiri: Milano Rossoblu 31 (8/12/11) – Varese 40 (14/11/15)
Marcatori: (1-0) 4.13 Caletti (Migliore – Raymo) PP; (2-0) 10.30 Migliore (Remar – Caletti) PP; 10.30 (3-0) Slak (Mitterer) PP; (3-1) 37.12 Kudrna (Rigoni – Mantovani); (3-2) 40.52 Mantovani (Kudrna); (3-3) 58.13 Pelikovsky (Kudrna) PP; (4-3) 58.51 Palla.