LNA riepilogo 19/09

di P. Stamm

SC Bern senza problemi
Berna interrompe la serie di 4 vittorie degli aviatori grazie ad un uno-due micidiale poco prima della fine del secondo drittel.
Dopo l’1 a 0 di T. Meier, la squadra della capitale ha controllato agevolmente gli zurighesi.Grazie a due goal in powerplay, il capitolo Kloten è stato chiuso dopo appena 40 minuti. Non ha cambiato corso alla partita neanche la rete di Tommi Santala (44.), che ha impedito lo shout-out a Bührer.
Bern – Kloten Flyers 3:1 (1:0, 2:0, 0:1).
PostFinance-Arena. — 16 179 spett.. – REFS: Stalder, Mauron/Schmid. — Score: 8. Trevor Meier (Daniel Meier, Beat Gerber) 1:0. 39 (38:56) Roche (Bordeleau, Dubé/PP2) 2:0. 40. (39:59) Dubé (Abid, Roche/PP) 3:0. 44. Santala (Rintanen, Jenni) 3:1. — Penalità: 5 x 2 Minuti/squadra — PostFinance-Topskorer: Dubé; Rintanen.
Bern: Bührer; Beat Gerber, Kobach; Roche, Marc Leuenberger; Rytz, Josi; Pascal Berger, Thomas Ziegler, Reichert; Patrik Bärtschi, Dubé, Gamache; Bordeleau, Froidevaux, Abid; Trevor Meier, Chatelain, Daniel Meier.

Kloten: Rüeger; Schulthess, Hamr; Julien Bonnet, von Gunten; Du Bois, Sidler; Winkler, Welti; Wick, Santala, Rintanen; Jacquemet, Curtis Brown, Sven Lindemann; Jenni, Liniger, Stancescu; Bodenmann, Schlagenhauf, Kellenberger.
Note: SC Bern senza Philippe Furrer, Martin Plüss, Rüthemann e Jobin. Kloten senza Rothen (tutti infortunati).

Prestazione sconcertante degli Lakers
Si parla di crisi, ora. Si, perché sono 6 le partite perse questa stagione, e quest’ultima con i Tigrotti del Langnau in modo abbastanza preoccupante.
I bernesi sono andati dal 1 a 1 al 4 a 1 in pochi minuti e la partita pareva già decisa. I ragazzi di Samuelsson hanno però avuto un momento d’orgoglio e si sono avvicinati, grazie a due goals in PP, nuovamente, portando lo score al 4 a 3.
Gli ospiti non si sono fatti prendere dalla paura ed hanno allungato nuovamente ( complice una penalità evitabile di Guyaz ), rompendo definitivamente le residue resistenze degli Lakers.
Gli uomini di Samuelsson mancano la vittoria da 15 gare ( se includiamo le partite di preparazione ) e sembra che lo stesso abbia oramai i giorni contati.
Rapperswil-Jona – Langnau 5:8 (1:1, 2:3, 2:4).
Diners-Club Arena. – 4127 Spett.. – REFS: Piechaczek, Wehrli/Wirth. — SCore: 15. Zeiter (Setzinger, Bieber) 0:1. 16. Lindström (Patrick Fischer II/ PP) 1:1. 29. (28:06) Martin Kariya (Curtis Murphy, Joggi) 1:2. 30. (29:40) Steiner (Simon Moser, Martin Kariya) 1:3. 32. (31:09) Steiner (Curtis Murphy, Setzinger/ PP) 1:4. 37. Berglund (Roest, Patrick Fischer II/ PP) 2:4. 38. Patrick Fischer II (Roest/ PP) 3:4. 41. Martin Kariya (Setzinger, Curtis Murphy/ PP) 3:5. 46. Zeiter (Setzinger/ PP) 3:6. 48. Setzinger (Curtis Murphy, Martin Kariya/ PP) 3:7. 49. Steiner (Kariya/ PP) 3:8. 51. Patrick Fischer II (Nordgren, Roest/ PP) 4:8. 59. Samuel Friedli (Burkhalter/ PP) 5:8. — Penaità: 12 x 2 Minuti contro Rapperswil-Jona, 14 x 2 Minuti contro Langnau. — PostFinance-Topskorer: Roest; Martin Kariya.
Rapperswil-Jona: Marco Streit; Lindström, Patrick Fischer II; Voisard, Geyer; Schefer, Sven Berger; Parati, Guyaz; Nordgren, Roest, Sirén; Reuille, Burkhalter, Berglund; Debrunner, Tschuor, Samuel Friedli; Voegele, Bütler, Hürlimann.
Langnau: Schoder; Curtis Murphy, Blum; Christian Moser, Gmür; Fröhlicher, Tallarini; Stettler; Steiner, Martin Kariya, Simon Moser; Bieber, Zeiter, Setzinger; Bogg, Fabian Sutter, Joggi; Botta, Camenzind, Adrian Gerber; Claudio Moggi.
Note: Rapperswil-Jona senza Svensson e Raffainer (infortunati) e Rizzello (straniero in più). Langnau senza Toms, Bayer e Lüthi (infortunati) e Sandro Moggi (malato). 17. Palo Murphy. — Timeout: Rapperswil-Jona (32.).

Fribourg perde in casa
Due falli di bastone nei primi minuti della gara hanno dato il via alla prima sconfitta tra le mura amiche dello Fribourg-Gottéron. Il HC Davos non s’è fatto pregare ed ha approfittato delle penalità per andare sul 2 a 0 e vincere infine 3 a 2.
Friborgo, battendo dominando il Berna pochi giorni fa, ha dovuto quindi rincorrere subito gli stambecchi e ha diminuito lo svantaggio fino ad un goal. Nell’ultima parte ha anche colpito una traversa e sbagliato un facile tap-in, ma di fatto Davos s’è portato a casa i tre punti e si presenta ora in cima alla classifica LNA. E sabato si scontrano col SC Bern per una sfida al vertice.
Fribourg – Davos 2:3 (1:2, 0:0, 1:1).
St-Léonard. — 5850 Spett.. – REFS: Eichmann, Kohler/Müller. — Score: 4. (3:03) Sykora (Jan von Arx/ PP2) 0:1. 5. (4:12) Leblanc (Stoop, Marha/ PP) 0:2. 20. (19:13) Wirz (Jeannin, Heins/ PP) 1:2. 41. (40:44) Dino Wieser (Marha) 1:3. 45. Heins (Chouinard, Snell/ SH !) 2:3. — Penalità: 7 x 2 – 1 x 10 Minuti (Jeannin) contro Fribourg, 8 xl 2 – 1 x 10 Minuti (Lukas Gerber) contro Davos. — PostFinance-Topskorer: Jeannin; Reto von Arx.
Fribourg: Caron; Heins, Birbaum; Snell, Reist; Seydoux, Ngoy; Marc Abplanalp, Collenberg; Neuenschwander, Chouinard, Botter; Mowers, Jeannin, Wirz; Sprunger, Andrej Bykow, Knöpfli; Lauper, Montandon, Sandro Abplanalp.
Davos: Genoni; Gianola, Grossmann; Lukas Gerber, Blatter; Stoop, Andreas Furrer; Jan von Arx; Riesen, Reto von Arx, Daigle; Sykora, Marha, Dino Wieser; Guggisberg, Rizzi, Ambühl; Leblanc, Taticek, Helfenstein; Donati.
Note: Fribourg senza Geoffrey Vauclair und Benny Plüss, Davos senza Della Rossa, Dario Bürgler und Pascal Müller (tutti infortunati). – Traverse colpite: Chouinard (53.); Dino Wieser (15.).

Ancora una sberla per Slettvoll
Le partite in casa diventano un problema per il coach del Lugano John Slettvoll. Nonostante le grandi attese poste nella squadra fin dall’inizio della stagione, hanno perso anche la terza gara in casa contro l’EV Zug.
Non sono mancati molti fischi alla sirena finale. Zugo è andato sul 2 a 0 a gara ancora giovane ed ha anche colpito il palo esterno. Lugano invece ha faticato a trovare il ritmo della partita e nonostante grossi sforzi del reparto offensivo, si ha dovuto rincorrere sempre e non ha sfruttato poco le situazioni numeriche a favore.
Forse Slettvoll dovrebbe ricredersi ed impiegare non solo le prime tre linee, Kostovic ha finora avuto un minutaggio ridotto e pure ha segnato il primo ( ed importante ) goal dei luganesi in questa partita. Sabato i ticinesi affronteranno, in trasferta, i leoni di Zurigo.
Lugano – Zug 2:3 (0:2, 2:1, 0:0).
Resega. – 3616 spett. – REFS: Kurmann, Abegglen/Kaderli. — SCore: 3. Duri Camichel (Di Pietro, Björn Christen/ PP ) 0:1. 15. Holden (Harrison/ PP ) 0:2. 28. Kostovic (Pohl, Sannitz) 1:2. 31. Dominic Meier (Bucher) 1:3. 38. Julien Vauclair (Sannitz, Thoresen/ PP) 2:3. — Strafen: 8 x 2 Minuten contro Lugano, 11 x 2 Minuten contro Zug. — PostFinance-Topskorer: Pohl; Patrick Fischer.
Lugano: Aebischer: Cantoni, Nummelin; Helbling, Chiesa; Nodari, Julien Vauclair; Thoresen, Pohl, Sannitz; Näser, Romy, Domenichelli; Tristan Vauclair, Paterlini, Kostovic.
Zug: Weibel; Dupont, Harrison; Diaz, Back; Dominic Meier, Maurer; Goren, Holden, Patrick Fischer; Fabian Schnyder, Duri Camichel, Christen; Bianchi, Di Pietro, Casutt; Walser, Bucher, Steinmann.
Note: Lugano senza Conne, Hirschi, Romano Lemm (tutti infortunati) e Robitaille (straniero in più), Zug senza Patrick Sutter, Oppliger, Kress und McTavish ( tutti infortunati ). – Pali colpiti : Pohl (48.); Goren (7.), Holden (38.), Casutt (57.). — Timeout Lugano (58:56).

ZSC: Grazie Pittis !
4 sconfitte in serie per Ambrì e 3a vittoria consecutiva per il campione in carica. Uomo decisivo, come molte altre volte, Domenico Pittis.
Dopo 2’20“ negli supplementari ed in PP ha segnato la rete che sancisce la fine dei giochi. Solo 4 “ in più e l’Ambrì sarebbe tornato al completo.
Gara equilibrata durante i primi 60 minuti, con entrambe le compagini avanti per due volte, senza però mai dare l’impressione di poter decidere la partita in modo definitivo. Infatti, i relativi pareggi sono stati tempestivi. Due le reti dell’ex Ambrì Trudel, che finora aveva segnato solo una volta.
Ambri-Piotta – ZSC Lions 4:5 n.V. (2:2, 1:1, 1:1, 0:1).
Valascia. – 3683 spett. – REFS: Prugger, Kehrli/Stäheli. — Score: 16. (15:57) Bastl (Kamber, Grauwiler) 0:1. 17. (16:08) Murovic (Bianchi, Schönenberger) 1:1. 19. Micheli 2:1. 20. Trudel (Wichser, Gardner) 2:2. 26. Westrum (Duca, Nicola Celio) 3:2. 28. Gardner (Adrian Wichser/ PP) 3:3. 45. Trudel (Forster) 3:4. 49. Clarke (Demuth, Stirnimann) 4:4. 63. (62:20) Pittis (Blindenbacher, Gardner/ PP) 4:5. — Penalità: 5 x 2 Minuten contro Ambri, 7 x 2 – 1 x 5 (Trudel) – 1 x 10 Minuti (Alston) e pen. partita (Trudel) contro ZSC. — PostFinance-Topskorer: Westrum; Suchy.
Ambri-Piotta: Bäumle; Kutlak, Horak; Stephan, Marghitola; Nicola Celio, Mattioli; Corsin Camichel, Walker, Micheli; Duca, Westrum, Sonnenberg; Clarke, Stirnimann, Demuth; Schönenberger, Bianchi, Murovic.
ZSC Lions: Sulander; Blindenbacher, Suchy; Geering, Forster; Cadonau, Daniel Schnyder; Gardner, Adrian Wichser, Trudel; Alston, Pittis, Monnet; Grauwiler, Kamber, Bastl; Bühler, Gloor, Aurelio Lemm.
Note: Ambri senza Bundi, Gautschi e Naumenko (tutti infortunati). ZSC Lions senza Seger, Stoffel (infortunati), Krutow (squalificato) e Sejna (straniero in più).

Sopresa a Biel-Bienne !
Il neopromosso Biel ha battuto a sorpresa i ginevrini e ora si trovano momentaneamente sopra la fatidica riga che separa Playoff e Playout. Vittoria meritata, sofferta ed ottenuta solo dopo i tiri di rigore.
Tre vittorie in sei gare. A Biel cominciano a crederci davvero. Se confrontato con il Basilea della scorsa stagione ( 4 vittorie totali ), i bernesi del lago sono già oltre metà strada. Ma non hanno rubato nulla, anzi, hanno anche dimostrato di meritarsi il ritorno in LNA. Soprattutto il terzo drittel ha visto dominare il Biel con 16 tiri a 4, ma l’esperienza ha portato il Servette nell’overtime. Una volta là, gli uomini di Mc Sorley avrebbero potuto sfruttare meglio una situazione di PP, ma il Biel si è salvato fino ai tiri di rigore, dove hanno dimostrato nervi d’accicio.
Biel – Genève-Servette 3:2 (1:1, 1:0, 0:1, 0:0) n.P.
Eisstadion. – 4585 spett. — REFS Kämpfer, Dumoulin/Fluri. — Score: 13. Kolnik (Höhener, Aubin) 0:1. 15. Fata (Nüssli) 1:1. 31. Peter (Ehrensperger, Gossweiler) 2:1. 49. Höhener (Salmelainen, Kolnik/ PP) 2:2. — Rigori: Ling 1:0, Fedulow -; Ehrensperger 2:0, Kolnik 2:1; Tschantré -, Salmelainen -; Nüssli 3:1, Aubin 3:2; Truttmann -, Déruns -. — Penalità: 6 x 2 Minuti contro Biel, 9 x 2 Minuti contro Genève-Servette. — PostFinance-Topskorer: Nüssli; Déruns.
Biel: Wegmüller; Hill, Steinegger; Gossweiler, Reber; Kparghai, Kamerzin; Ehrensperger, Peter, Deny Bärtschi; Truttmann, Himelfarb, Ling; Tschantré, Fata, Nüssli; Tschannen, Brägger, Mauro Beccarelli.
Genève-Servette: Mona; Mercier, Goran Bezina; Gobbi, Olivier Keller; Höhener, Breitbach; Vukovic, Schilt; Cadieux, Trachsler, Savary; Vigier, Conz, Déruns; Salmelainen, Aubin, Kolnik; Rivera, Augsburger, Fedulow.
Note: Biel senza Meyer (infortunato), Tuomainen (straniero in più) e Neff (malato), Genève-Servette senza Ritchie (straniero in più). – Palo colpito da Nüssli (56.). — Timeouts: Biel (59:11); Genève-Servette (63:08).

Tags: