Al Valpellice il Memorial Ferrando. Sconfitta Varese 6-0

(www.hcvarese.com) E’ il giorno del Memorial Mauro Ferrando e per Varese è la seconda amichevole contro una Valpe già nel pieno della preparazione. Il risultato per i gialloneri non è dei migliori, ma sostanzialmente queste partite servono per poter testare il livello di preparazione dei giocatori. Il Varese sta ancora smaltendo la grande mole di lavoro della preparazione e quindi è ancora un po’ fuori forma. Privi di Merzario, i gialloneri riescono a trattenere le furie dei biancorossi del Valpellice solo nel primo periodo. Migliora la difesa nelle situazioni di inferiorità, ma a deludere è l’attacco che risulta poco periocoloso. I Mastini vorrebbero esprimere più grinta ma il Valpellice è senza dubbio più amalgamato e si porta in vantaggio solo dopo 5 minuti di gioco con De Frenza con un tiro angolato che Marchetti non trattiene. Si accendono gli animi tra Grossi e Pelikovsky, che vengono mandati in panca puniti, e quindi si gioca in 4 contro 4. Stricker cerca di bucare la rete di Demetz. Le penalità non mancano, ed il Varese riesce ad annientare una doppia superiorità numerica dei padroni di casa con un Marchetti super impegnato ma senza subire goal. Si ritorna in parità di giocatori, ma i varesini non riescono a sfruttare i power play. Continua l’assedio da parte dell’attacco biancorosso, i gialloneri sembrano rallentati nel pattinaggio forse stanno accusando stanchezza anche se il reparto difensivo sembra migliorato dopo la prestazione contro il Chiasso. Il primo periodo si chiude con la Valpe in vantaggio di una sola rete.

Alla ripresa delle ostilità il Varese parte subito all’attacco e Pelikovsky sfiora il gol. Al 2.30 Mantovani riceve 2 minuti di penalità ed i Mastini riescono a contenere gli affondi biancorossi. Al 5.16 Siren della Valpe si ferma in panca puntiti per 2 minuti di penalità ed in questo frangente, dopo 30 secondi con un tiro in contropiede Stricker porta il Valpellice, in inferiorità numerica, sul 2-0. Il Varese cerca di reagire con un palo di Fojtik al 7.23 e con un batti e ribatti il puck entra nella rete ma Demetz sposta la porta: l’arbitro annulla la rete e infligge 2 minuti di penalità al portiere biancorosso. I Mastini, in superiorità, sembrano risvegliarsi dal torpore riuscendo a tirare in porta più volte ma senza risultato. Il terzo goal arriva al 10.20 con goal ad opera di Monton che beffa Marchetti con un tiro in mezzo ai gambali. Al 12.09 ghiotta occasione per Senigliesi con Demetz fuori dai pali, ma la difesa piemontese è compatta e non commette errori. Il Varese continua a pattinare: al 14.46 è Sorrenti a sfiorare la rete. Ma la Valpe è spietata e al 15.34 arriva la quarta marcatura con Ermecora che scoraggia la squadra lombarda. Sul finire del secondo periodo per l’ennesima volta il Varese si ritrova in inferiorità ma questa volta, grazie anche al portierino giallonero, riesce a sventare la furia piemontese.
Il terzo periodo si apre con un parziale di 4-0. Anche in questa frazione la Valpe tiene saldamente il gioco in mano: dopo una nitida occasione di Pozzi non sfruttata che davanti a Demetz si fa parare il tiro, la Valpe aumenta il numero di reti segnate andando in rete al 5.06 con Vignolo (5-0) , poco dopo al 7.53 Runer realizza il sesto gol con un tiro da posizione defilata. L’ultima emozione della serata la regala De Frenza colpendo il palo. Per il Varese viene premiato come miglior giocatore il capitano Sorrenti, in evidenza il portiere Marchetti.

Hc Varese: Portieri: Marchetti (Chiesa), Difensori: Pelikovsky, Fojtik, Fogliopara, Borghi, Blanc, Valli, Barbieri, Rossi. Attaccanti: Sorrenti (Capitano), Costa, Bortot, Andreoni, Mazzacane, Pozzi, Schifferle, Kudrna, Cristofaro, Mantovani, Privitera, Senigagliesi. Allenatore Malfatti.
Hc Valpellice: Portieri: Demetz (Platè), Difensori: Ricca, Runer, Siren, Ermacora, Virta, Bonnet, Tremolaterra, Rivoira, Mondon,Attaccanti: Vignolo, Silva, Stricker, Petrov, Coco, Canale, De Frenza, Grossi. All. Da Rin
Arbitri: Scanacapra, Montesi, Lega. Spettatori:1123
Marcatori: 1 t. 4.54 De Frenza (Grossi, Virta), 2 t. 5.40 Stricker (Virta, Petrov), 10.20 Mondon, 15.54 Ermacora (Grossi, Silva). 3 t. 5’06 Vignolo (Stricker, Coco), 7.53 Runer.

(www.hcvalpellice.com) – La Valpe vince il II° Memorial Mauro Ferrando imponendosi con un rotondo 6 a 0 al Varese al termine di una serata carica di ricordi e suggestioni.
1.100 spettatori sugli spalti applaudono Pozzi, Mazzacane e Mantovani (i tre ex) che depongono un mazzo di fiori nell’angolo dove Mauro abitualmente seguiva le partite poi il capo arbitro Scanacapra fischia l’inizio del match.
Il Varese è solo alla seconda uscita sul ghiaccio e la condizione non è sicuramente al top; la Valpe propone Demetz tra i pali e presenta il neo acquisto " Big Frank" Defrenza mentre Pat Lefebvre è ancora assente giustificato per precedenti impegni personali.
Frank impiega meno di 5 minuti per sbloccare il risultato ed essere già il nuovo idolo del Cotta Morandini: coimbinazione Silva – Grossi e slap al volo che buca Marchetti.
Il Varese "tiene" comunque bene per tutto il primo tempo salvo poi crollare tra il 25° ed il 35° sotto la spinta della seconda e terza linea valligiana.
E’ Stricker a raddoppiare su assist di Virta e Petrov poi è Mondon, ala della terza linea, a finalizzare sull’asse Ricca – Coco.
Il 4° goal è del sempre positivo Ermacora con un pregevole tiro all’incrocio su assist di Silva e Grossi.
Un pò accademico il finale con i Bulldogs che incrementano il bottino con il "bomber" Ciko Vignolo ed una sassata di Florian Runer entrambi assistiti da un ispiratissimo Stefano "Cochinho" Coco con la collaborazioone di Stricker prima e di Virta poi.
In sintesi un’ottima "sgambata" assai gradita dal caloroso pubblico che ha evidenziato, come a Claut, lo stato di forma di Mark Demetz tra i pali e la crescita costante dei "bocia", anche ieri sera lungamente impegnati.
Buono Silva al rientro da un infortunio, tranquilla la difesa dove Runer ed Eramacora si integrano bene con la coppia finlandese, impeccabili i "soliti" capitan Grossi, Virta, Siren, Petrov e Stricker,
Impressione di grande solidità ha lasciato il debutto di Defrenza: un goal, tanta fisicità sulle balaustre ed un buon inserimento coi compagni malgrado uno stato di forma ancora non ottimale.
Al termine del match Simona e Gaia Ferrando hanno letto un toccante messaggio di ricordo e ringraziamento provvedendo poi alla premiqazione degli arbitri e degli atleti.
Ora la Valpe terminerà la sua pre-season con l’amichevole di Lione del 25/09 poi sarà finalmente Campionato!