Partita la NLA, ottimo avvio delle ticinesi

Di Fabio Bertolini

Grande spettacolo in questo primo turno di campionato e molte reti segnate, 36 volte i goalies hanno dovuto raccogliere il disco in fondo alla rete.
Ottima anche la partenza delle ticinesi con l’Ambrì Piotta che non tradisce i 5780 presenti alla Valascia e batte il Friborgo con un netto 6 a 2. L’avvio è fiacco però e la partita entra nel vivo solo nel secondo periodo e sono i leventinesi che si portano in vantaggio con il gol in superiorità di Sonnenberg, ben servito da Clarke. Gli ospiti non sono pericolosi così i biancoblu possono ancora offendere e Westrum inizia il campionato come aveva lasciato quello dell’anno scorso ovvero andando a segno per due volte tra il 40.51 e il 45.02. Qui invece la reazione del Friborgo arriva e, complici due penalità contro l’Ambrì (Gautschi e Westrum), il risultato cambia con Pluss e Chouinard che lo portano sul 3 a 2. 20 secondi per riordinare le idee e la squadra di casa va a segno per tre volte con Stirnimann, Walker e Duca che distruggono le velleità dei burgundi e fissano il risultato finale sul 6 a 2.

In una partita caratterizzata dalle numerosissime penalità, 25 in tutto, al Lugano son bastati 25 minuti per espugnare l’ Ilfisstadion di Langnau. È Romy ad aprire le danze sfruttando una combinazione dei neoarrivati Nummelin-Robitaille. Robitaille che al 13’ si fa parare un rigore causato da un fallo antisportivo di Zeiter. Nessun problema perché poco più tardi è il folletto, Petteri Nummelin, a segnare in powerplay il gol del 2 a 0 che conclude il primo parziale. Il secondo tempo vede il Lugano ancora in attacco, il 3 a 0 arriva subito e porta la firma di Nodari e al 25’ in powerplay anche Pohl, servito da Thoresen e Sannitz mette la firma sull’incontro. Il Langnau colpisce solo nel terzo periodo, con due reti di Setzinger e Murphy, ma non impensieriscono la corazzata bianconera che allo scadere va ancora a segno con un gol a porta vuota di Julien Vauclair per il 5 a 2 finale.

Nelle altre partite invece i campioni di Svizzera dello Zurigo faticano più del dovuto in casa del Rapperswill: dopo i tempi regolamentari conclusi sullo 2 a 2, Roest e Nordgren per i padroni di casa, Gardner e Alston per gli ospiti; nessuna delle due compagini riesce a prevalere nei supplementari così si va ai rigori dove i 2 punti vanno allo Zurigo grazie all’unica marcatura dell’ex Ambrì Piotta Trudel.

PostFinanceArena stracolma di gente, 17.131 presenti, tutto esaurito per la prima del Berna contro la neopromossa Biel che sa un po’ di vittima sacrificale per questo incontro e alla fine sarà così, gli ospiti riescono a tenere solamente un tempo, al vantaggio iniziale di Reichert replica Peter ma dopo un minuto e mezzo Gamache riporta i suoi in vantaggio. Secondo tempo e i bernesi dilagano, 3 gol di Rytz, Meyer e Chatelain chiudono la partita e il gol al 49.10 di Nussli serve solo a fissare il risultato sul 5 a 2.

Due vittorie casalinghe nelle ultime due partite, il Davos vince per 4 a 2 contro il Servette in un match molto divertente mentre lo Zugo batte 2 a 1 il Kloten.

Tags: