L’esperienza di Lefebvre al servizio della Valpe

Con una trattativa conclusasi nella notte, poiché il giocatore è attualmente in Canada, il D.S. Barale ha raggiunto l’accordo con il grande Patrice Lefebvre.
Quando almeno un mese or sono, come da indiscrezioni apparse sull’Eco del Chisone, la coppia Barale e Da Rin avevano comunicato in Società la volontà di far arrivare alla Valpe Lefebvre sembrava un’impresa quasi impossibile; invece è diventata realtà!
I contatti quasi quotidiani con Patrice avevano poi subito un rallentamento a causa di un grave lutto famigliare del giocatore, per poi riprendere negli ultimi giorni fino alla felice conclusione.
Al Cotta Morandini vestirà quindi in biancorosso forse il giocatore più prolifico che abbia mai calcato le piste italiane, il re incontrastato degli assist, un uomo che ha sinora messo in carniere qualcosa come 2.346 punti (673 goal e 1.673 assist) in una lunga e pluridecorata carriera costellata da ben 1.435 partite da professionista.

Incredibile il suo palmares: in NHL con i Washington Capitals, miglior marcatore di tutti i tempi in QMJHL con gli Shawingam Cataracters a inizio carriera, miglior giocatore e top scorer in IHL con i Las Vegas Thunder, miglior assist man in LNB svizzera due anni or sono a Losanna, 4 scudetti a Milano, presenze importanti anche in Francia, Danimarca e DEL tedesca.
Nato a Montreal il 28/6/1967 è ormai italiano a tutti gli effetti ed ha disputato con il BlueTeam i mondiali dell’anno scorso.
Proviene da una stagione iniziata a Pontebba e terminata con i playoffs a Milano nella quale ha continuato a viaggiare alla media di 1 punto a partita (39 match, 7 goal + 32 assist).
Fisico minuto (168 cm per 73 kg) tantissima classe ed esperienza, Patrice non è propriamente uno sniper bensì un regista ed un grandissimo "assist man" che ha fatto la fortuna di tantissimi cannonieri sparsi per l’Europa.
Dice di lui Massimo Da Rin: "con uno così al fianco viene quasi voglia anche a me di rimettere i pattini, penso riuscirebbe anche a farmi segnare! A chi dice che è vecchio rispondo che Pat ha un fisico integro ed è il giocatore ideale per la gestione del ritmo partita, grande esperienza e personalità, intelligenza e mani incredibili. Inserito in un telaio consolidato ed in coppia con Dan Sisca potrà far vedere ai tifosi della Valpe un hockey di gran livello e sarà un elemento determinante anche in allenamento per far crescere i nostri giovani che sono la scommessa di quest’anno".

www.hcvalpellice.com