Rupert Stampfer prolunga con le Aquile

Il giovane attaccante altoatesino vestirà la casacca gialloblu fino al 2011. Il giocatore e il DS della formazione friulana Gerardo Pietrafesa sono giunti oggi a un accordo che farà rimanere a Pontebba il giovane attaccante altoatesino ancora per tre anni.
Quando l’anno scorso le Generali Aquile FVG riuscirono a strapparlo alla concorrenza di altre formazioni, Stampfer era considerato uno dei giovani più talentuosi del momento, tanto da conquistarsi la convocazione in Nazionale Under18 e Under20. Poi un infortunio ha rovinato un po’ le cose tenendolo lontano per molti mesi dalla piastra ghiacciata, impedendogli così di esprimersi al meglio.
Quanto fatto vedere in quelle 13 partite da Aquila, però, non è stato dimenticato dalla dirigenza friulana, che – valutate le sue condizioni fisiche e assicuratasi un suo
recupero al 100% – ha cercato nuovamente di metterlo sotto contratto. «Si è dimostrato subito contentissimo del fatto che lo stessimo ancora cercando – racconta Pietrafesa – e, nonostante ci fosse l’interessamento di altri team, Rupert ha deciso subito di tornare da noi».

Sicuramente una grande iniezione di fiducia per il diciannovenne che ha ancora una grande voglia di emergere e ha tutto il tempo di fare vedere quello che vale: «Ha un
grande ricordo di Pontebba – prosegue Pietrafesa – e ha accettato di buon grado la nostra proposta. La società conta molto su di lui: è per questo che gli abbiamo
sottoposto un contratto di tre anni».
Stampfer, la cui ultima apparizione in gialloblu risale al 20 dicembre nella sfida vittoriosa contro i Vipers Milano per 6 a 3, è una ulteriore dimostrazione che le
Generali Aquile FVG hanno impostato la prossima stagione sui giovani. Con questa conferma, infatti, si rinfoltisce ancora di più la linea verde di Under25 del Pontebba
formata da Betti, Limnell e Lutz in difesa e dagli attaccanti Guenette, Rizzo, Sparre e Stewart, in attesa delle firme di Ambrosi e Vernaccini.
«Come già detto tante volte, stiamo costruendo una squadra giovane anche per assicurarci un solido futuro visto che non abbiamo ancora un vivaio da cui attingere».
Per quanto le prossime mosse in entrata si parla di un esperto difensore canadese che ha già giocato in Europa, mentre in attacco si punta su un italiano di peso.