Russia-Italia: intervista a Thomas Tragust

di Alessandro R.

Quebec City – Dopo la partita contro la Russia abbiamo scambiato due chiacchiere con Thomas Tragust, premiato come miglior giocatore dell’incontro ed autore di diversi pregevoli interventi.

HT: Ciao Thomas, com’è andato l’esordio? Quali sono le tue impressioni sulla partita?
TT: E’ andata abbastanza bene, specialmente nel primo tempo, quando siamo riusciti a limitare il passivo ed a contenere le loro avanzate. Nel terzo tempo siamo tornati a giocare bene, ma il secondo abbiamo mollato troppo: come al solito dobbiamo limitare un po’ i minuti, per non concedere nulla. E’ sempre difficile giocare contro queste squadre, dal momento che sei costretto a giocare sulla difensiva, devi aspettarli.

HT: Non so se hai visto la partita della Danimarca (prossimo avversario degli azzurri, ndr) questo pomeriggio: loro hanno provato a giocare più aggressivi. Come mai anche voi avete adottato una tattica molto più attendista?

TT: Secondo me per le nostre caratteristiche è meglio giocare sulla difensiva e aspettarli per provare a ripartire, una tattica che ci ha consentito già altre volte di fare buone cose.

HT: Sul quinto gol Russo l’arbitro ha avuto parecchi dubbi ed ha dovuto consultare la prova-tv: era dentro o il tuo intervento aveva slavato il risultato?
TT: Dopo la parata ho guardato il guanto, ho sperato ma…. era gol effettivamente.

HT: E riguardo alla tua prestazione, sei soddisfatto?
TT: Penso di aver disputato una discreta partita e sono contento: peccato perchè ho preso due gol evitabilissimi. Specie il primo, quando Ovechkin da dietro alla gabbia è riuscito a farmi rimbalzare il disco addosso ed a farlo carambolare in rete.

HT: Sei fiducioso per la prossima partita, contro la Danimarcaf?
TT: Sì possiamo farcela; per quel che mi riguarda spero di giocare nel “big game” per l’Italia, ma deciderà il coach. L’importante è comunque vincere, tutto il resto conta relativamente…

HT: Per chiudere, dopo la bella stagione con il Fassa, dove sarai l’anno prossimo? Hai avuto qualche chiamata dall’estero?
TT: Non so ancora nulla, non ho sentito nessuno perchè sono impegnato con la nazionale ora. Nessun contatto dall’estero per ora, ma se arriverà l’occasione giusta…

Ringraziamo la Nazionale italiana e Thomas Tragust per la disponibilità.