HV71 non fa regali e guadagna il mach point.

di CFS

Partita dai due volti quella di stasera alla Kinnarps Arena. Parte bene il Linkoping molto più reattivo rispetto all’ultimo incontro. Dopo quattro minuti va a segno Zackrisson: Eriksson si porta a spasso per il terzo un paio di difensori e passa a centro pista al compagno smarcato che manda il disco in rete. Raddoppio in inferiorità numerica: Carlsson ruba il disco sulla propria linea blu e con uno scatto che lascia tutti “sul posto” in uno contro zero batte Liv. Altra azione con Persson che aggira la gabbia con traffico davanti porta: il disco balla sulla riga di porta ma e Liv riesce a bloccare.
Sembra che gli ospiti siano partiti con il piglio giusto, anche se Luoma, in superiorità numerica, mette alla prova i riflessi di Jonas Fransson, sostituto in porta di Stana, infortunato.

Secondo periodo con l’HV71 che ribalta la partita iniziando a pressare. Petrasek e poi Davidsson impegnano Fransson e che deve capitolare in superiorità numerica: la “scatola” è ben disposta sul ghiacco e sulla blu Petrasek riceve da Åkerman e con un tiro “al volo” mette il disco in rete. Sulla successiva penalità a favore del Linkoping è sempre l’HV71 a farsi pericolo, prima con Ward, parato, poi pochi secondi più tardi sempre in contropiede è Voutilainen che scambia con Thörnberg che davanti porta di rovescio batte Fransson. Il momento d’oro prosegue in 4 contro 4 con Åkerman che giostra bene il disco, finta il tiro e passa a Puistola che con una bordata dalla blu con il portiere coperto, piazza il disco alle spalle del golie. Linkoping in difficoltà con Fransson costretto a fare gli straordinari con la difesa che lascia troppo spazio agli avversari. I "Leoni" sono in superiorà numerica ma è l’HV71 che va di nuovo a segno, in contropiede, con Davidsson che manca lo specchio della porta, ma il tiro è talmente potente che rimbalza sulla balaustra dietro porta offrendo l’assist a Voutilanen che mette a segno la quarta rete. Tempo di scodellare il disco a centro pista con l’HV71 sempre in inferiorità, ed è Falk che ruba il disco ad un difensore, con una finta fa sedere Fransson ed insacca facendo “esplodere” la Kinnarps Arena. Dopo i dieci minuti di sbandamento i ”Leoni” riprendono a ruggire ed Eriksson dopo essersi “bevuto” la difesa insacca a mezza altezza. Sulla spinta del gol ci prova ancora Carlsson ma Liv assistito da un difensore blocca.
Nel terzo periodo il Linkoping torna sul ghiaccio più convinto e prova a buttarsi in avanti, ma è l’HV71 che cerca di sfruttare al meglio gli spazi lasciati dagli avversari. Affiora anche un po’ di nervosismo ed il Linköping spreca un’occasione di power play con un errore nei cambi prendendo penalità per troppi uomini sul ghiaccio. Le occasioni migliori sono per l’HV71 mentre i “leoni” sembrano non riuscire più a reagire. Un ultimo tentativo viene fatto togliendo il portiere a 4 minuti dalla fine ma dopo un paio di tiri controllati da Liv, è Davidsson che sulla blu prende il disco e segna a porta vuota. Riprende posto tra i pali Fransson ed è Johansson che recupera un disco da metà ghiaccio e battendo in velocità gli avversari in uno contro zero mette a segno il 7 a 3 finale.
L’HV71 ha così a disposizione il mach point e nel prossimo incontro venerdì 18 aprile, proverà ad espugnare il “Cloetta Center” per chiudere la serie.