Gara tre va all’HV71 all’overtime

di CFS

Partita molto nervosa specie nel primo periodo, dove sembrava di assistere più ad un match di boxe anzichè di hockey. Pronti, via, neanche il tempo di prendere possesso del disco che il Linköping va in gol sfruttando una ingenuità difensiva, con il disco che rimbalza sul pattino di Puistola davanti porta e con Håkanson che non ci pensa troppo a mettere in rete con il portiere spiazzato. Disco scodellato al centro, azione d’attacco dell’HV71, Stana che para e si scatena la rissa davanti allo slot tra Fransson e Ledin (2+2 a testa). Si riprende finalmente a giocare e questa volta è L’HV71 a fare il gioco costretto ad inseguire. Dopo una superiorità numerica poco fruttuosa, arriva il pareggio di Davidsson, che recupera un disco sulla blu ed eludendo un difensore, fa passare il disco tra il palo ed il braccio di Stana. Un minuto dopo è ancora Davidsson che, lasciandosi dietro un difensore, prova il raddoppio ma Stana riesce a parare. HV71 decisamente più reattivo, il Linköping sfrutta solo qualche timido contropiede ma è il terzo difensivo dei "Leoni" ad essere al centro del gioco con l’estremo dei padroni di casa a bloccare i tentativi di Thörnberg e Ward. Dall’altra parte del ghiaccio Liv poco operoso, mentre gli arbitri hanno il loro bel daffare a calmare gli animi. Davidsson ancora scatenato ma Stana respinge, riparte il Linköping in contropiede ma Liv blocca il tiro di Vahalahti.

Secondo periodo che inizia con superiorità numerica per i “Leoni” ereditata da una rissa scoppiata a fine periodo con Puistola in panca puniti, ma ingenuamente Håkanson si prende due minuti di penalità e con le squadre a giocare in quattro contro quattro, molto spazio ma poche occasioni per segnare. Linköping decisamente più reattivo anche se un’errata liberazione finisce sulla stecca di Kauppila ma Stana riesce a parare. Il Linköping riesce ad allungare con Staal che partendo dalla balaustra all’altezza della linea del portiere, spara sui gambali di Liv con il disco che carambola in alto e scavalca il portiere finendo in rete. Brividi al “Cloetta center” quando il disco colpito di Lindstrom rimbalza sul palo e poi sul pattino di Stana ma non entra in porta.
Scoppia l’ennesima rissa e sul quattro contro quattro ci prova l’HV71 ma i "Leoni" recuperano una ribattuta del portiere e Staal si lancia solitario a rete ma Liv compie un miracolo e para. L’HV71 ha la possibilità di giocare un tre contro quattro per mezzo minuto e successivamente in quattro contro cinque ma è bravo l’estremo di casa a bloccare tutti i tentativi.
Nel terzo periodo finalmente si pensa solo a giocare ad hockey e la partita si fa intensa. L’HV71 trova il meritato pareggio con Falk su azione insistita dietro la porta di Stana e riesce a far girare il disco a fil di palo quel tanto da farlo passare tra i gambali del portiere. Partita decisamente vivace con l’HV71 che compie il sorpasso con Davidsson che mette a segno la doppietta ottimamente servito da Puistola e con un bellissimo tiro a mezza altezza. Degno di nota il successivo pareggio di Junland che in power play riceve il disco sulla blu e con una fucilata mette a segno un disco imprendibile. La partita sembra mettersi male per l’HV71 per una doppia penalità a quattro minuti dalla fine, ma dopo aver superato indenne il tre contro cinque, Davidsson recupera il disco e s’invola verso la porta avversaria ma viene sgambettato da Fernholm ed i giocatori dell’HV71 riescono a gestire il disco facendo passare i secondi in attesa di avere la squadra al completo sul ghiaccio. La penalità scatta ad un minuto dalla fine con l’HV71 che può giocare l’ultimo minuto di power play ma non riesce a realizzare e si va ai supplementari. Gli ospiti sfruttano alla perfezione la rimanente superiorità numerica, prima obbligando Stana a fermare il disco ed a concedere ingaggio: sull’azione successiva, il disco arriva sulla blu sulla stecca di Mikko Luoma che con un bellissimo tiro “buca” il traffico davanti alla porta di Stana ed insacca per il 4 a 3 finale.
Gara quattro di giocherà lunedì 14 aprile.