Linköping prima finalista

di CFS

Il Linköpings come da pronostico è la prima finalista della serie a spese del Färjestad.
Nella prima partita della serie, dopo i primi due periodi molto equilibrati con tre reti per parte, il Färjestads subisce l’uno-due ad opera di Weinhandl e Blomdahl che stronca le forze ed il Linkoping approfitta di due successivi power play per arrotondare il risultato e chiudere la partita 7 a 3.
Nel secondo incontro della serie, primi due periodi “di studio” con gli ospiti per primi in vantaggio
a fine periodo con Jörgen Jönsson che recupera una liberazione sbagliata del portiere e serve Pirnes che insacca a porta sguarnita. Nel secondo periodo sale in cattedra il Linköping e pareggia la situazione con Weinhandl che si fa tutto il ghiaccio e serve Tim Eriksson che deve solo appoggiare in rete il disco; allunga poi con Håkanson in power play. Nel terzo periodo è il Färjestads ad avere maggiori occasioni ma Stana non concede altri favori ed Mårtensson che porta a quattro le marcature con una finta che mette a sedere Gustafsson ed insacca. Chiude la partita l’empy net gol di Phil per il 5 a 1 finale.

Gara tre a favore del Färjestad deciso a non piegarsi facilmente. Pronti via e Mattsson sfrutta al meglio il primo power play della serata. A fine periodo è Melichar ad impattare la partita. Nel secondo periodo è ancora Mattsson ad approfittare di una superiorità numerica per battere Stana con un tiro dalla blu. Momenti di gloria nel terzo periodo per Pirnes che partendo dal proprio terzo difensivo, si beve la difesa ed insacca. Sfruttando poi un’altra superiorità numerica è Rhodin a portare a quattro le marcature per il 4 a 1 definitivo.
Con gara quattro il Linköpings ribadisce la propria superiorità: nel primo periodo saranno ben diciotto i tiri verso la porta di Gustafsson, anche se solo il primo va a segno con il solito Weinhandl. Gli ospiti riescono ad impattare sul finire del periodo con Brunnström . Il Linköpings continua a bersagliare la porta avversaria anche nel secondo periodo e prima Staal, poi Emwall per ben due volte mettono al sicuro la partita. Nota di demerito per Phil, espulso per colpo di bastone al viso di Mikael Johansson. Nel terzo periodo è Heino-Lindberg a prendere il posto di Gustafsson tra i pali, ed il Färjestad si fa vedere finalmente dalla parti di Stana. E’ Wallin a dimezzare lo svantaggio in power play, ma Staal riallunga. Jörgen Jönsson riaccende le speranze degli ospiti, ma Surovy in power play chiude l’incontro 6 a 3.
Con il favore del pronostico, il Linköpings non si fa scappare l’occasione e risolvendo la pratica per 4 a 0 accede alla finale. E’ Weinhandl ad aprire le danze: recupera un disco che arriva di rimbalzo dalla balaustra dietro la porta e che si ferma vicino al palo ed è lesto ad insaccare. Nel secondo periodo è Persson che recupera un disco sulla blu, dribbla un difensore e con paio di finte spiazza Gustavsson quel tanto che pasta per insaccare. E’ ancora la balaustra a favorire il terzo gol del Linköping, con Staal velocissimo a recuperare il disco ed ad offrirlo davanti a porta a Eriksson. Il Färjestad è deciso a non subire e assedia la porta difesa da Stana, ma il disco proprio non vuole entrare. E’ ancora il Linköping ad andare a segno Kåberg che approfitta di una doppia superiorità numerica e di un disco deviato da un pattino del difensore che ne rallenta la corsa per andare a segno e chiudere di fatto la serie per un 4 a 0 che non cambierà nel terzo periodo.

Nell’altra semifinale HV 71 è in vantaggio per 3 a 2 nella serie sul Timrå.