Russian Superleague 2007/08: Salavat Yulajev e Lokomotiv in Finale

di Alessandro Seren Rosso

Salavat Yulajev Ufa – Ak Bars Kazan serie 3 – 1

Al termine di una serie equilibrata e giocata a livelli altissimi, il Salavat Yulajev Ufa batte i vicecampioni dell’Ak Bars Kazan ed approda in finale. Nella terza partita i finalisti sono riusciti a mettere la museruola alla prima linea avversaria e a portare a casa il match in trasferta grazie a una superba prestazione di Oleg Tverdovski, autore di due reti e un assist, ed agli acuti di Shkotov e del solito Volkov, vera rivelazione di questi playoffs.
Nella quarta partita dopo soli quattro minuti Mikeska ha portato avanti i suoi con un tocco ravvicinato in powerplay. Al quinto minuto del secondo periodo è ancora la seconda linea degli ospiti a raddoppiare: Mikeska lancia Volkov sulla destra, il passaggio per Antipov nello slot è perfetto e il capitano del Salavat insacca da due passi. Ma l’Ak Bars non si arrende. Tre minuti più tardi in doppia superiorità numerica Chajanek raccoglie un rimbalzo lasciato da Eremenko dopo un tiro di Hentunen e accorcia le distanze. In chiusura di secondo periodo i leopardi arrivano al pareggio ancora con la seconda linea, Eremenko ancora una volta concede un rimbalzo dopo un tiro di Hentunen, questa volta è Petrov a trovare il bersaglio grosso. Nel terzo periodo Kazionov regala un contropiede agli ospiti, condotto da Kirill Koltsov e finalizzato da Volkov. Ancora una volta però l’Ak Bars non getta la spugna, ed al cinquantacinquesimo trova il pareggio con un gol a dir poco fortunoso di Medvedev. Il difensore con un rovescio spalle alla porta mette un disco alto, ma innocuo, nello slot, Eremenko manca clamorosamente la presa e concede la rete agli avversari, paragonata dai commentatori a quella subita da Salo contro la Bielorussia nelle Olimpiadi del 2002.

Si va così ai supplementari dove è un’altra disattenzione del portiere a regalare la finale al Salavat: Tereschenko dopo soli ventotto secondi effettua un tiro dalla sinistra che Esche si lascia passare sotto i gambali, per un gol simile alla rete di Vasyunov in gara uno di Metallurg – Lokomotiv.
Il Salavat così va in finale, meritatamente, e l’Ak Bars dovrà riflettere sui motivi di una stagione a questo punto da considerarsi quasi deludente nonostante la vittoria nella Continental Cup e il quarto posto finale.

Metallurg Magnitogorsk – Lokomotiv Yaroslavl serie 0 – 3

Con un tre a zero senza storia il Lokomotiv spazza via il Metallurg con fin troppa facilità, nonostante l’equilibrio che comunque non è mancato nel corso delle tre partite.
In gara tre, dopo un primo periodo concluso a reti bianche, Mikhnov porta in vantaggio il Lokomotiv con un wrap around deviato in porta dal pattino di Seluyanov. Sei minuti più tardi una deviazione di Gusmanov su tiro dalla blu di Strbak sorprende Varlamov e pareggia la partita. Nel terzo periodo le squadre si affrontano a viso aperto senza trovare il gol. Nel supplementare le due squadre hanno un’occasione a testa, ma Scott e Varlamov fanno un buon lavoro, mandando la partita ai rigori. Al solito Postnikov cambia Scott con Proskuryakov.
È Mirnov il primo a tirare, con successo. Il Lokomotiv risponde con un altro specialista, il ceco Irgl, che a sua volta segna e pareggia. Il secondo tentativo del Metallurg è affidato a Marek il cui tiro viene però pinzato molto molto bene da Varlamov sulla linea rossa. Per il secondo tentativo del Lokomotiv parte Konkov, che inganna Proskuryakov con una finta a sinistra e insacca a porta praticamente sguarnita. La responsabilità di tenere a galla il Metallurg è tutta sulle spalle di Gusmanov, che si comporta da vero capitano nonostante il suo tentativo, e con esso la stagione della sua squadra, si schianti contro il gambale sinistro di Varlamov.

La serie finale tra Salavat Yulajev Ufa e Lokomotiv Yaroslavl avrà luogo il 3, 5, 7, 9 e 11 Aprile.