Semifinali: le prime due gare

di Davide:

esaurito il primo doppio impegno casalingo per le squadre meglio classificate – Slovan Bratislava e Kosice – andiamo a vedere quale è la situazione:

1-1 tra Slovan e Trencin, con gara 1 vinta abbastanza facilmente (4-1) dallo Slovan, sfruttando soprattutto la stanchezza del Trencin, reduce dalla maratona nei quarti contro il Martin, con la chicca della rete finale segnata dal portiere finlandese dei campioni Sasu Hovi. Molte più emozioni in gara due, con il Trencin avanti due volte, prima con Andrej Kollár, ripreso da Michal Hreus, e poi con Samir Saliji, la cui rete è stata pareggiata da Ľubomír Pištek. Sul 2-2 è lo Slovan a trovare il primo vantaggio del match con una zampata del solito implacabile Martin Kuľha, lesto a ribattere una conclusione di Jan Srdinko non trattenuta da Hovi. A 4 dalla fine arriva il momento di Ján Pardavý: l’ex giocatore del MoDo firma prima il pareggio e poi è protagonista a un secondo (!!!) dal termine della rete dell’importantissimo successo del Dukla: un suo tiro, la classica conclusione a fil di sirena, è infatti toccata da Vladimír Nemec, che fa impennare il disco trasformandolo in un beffardo pallonetto che si deposita alle spalle di Hovi. Si ricomincia adesso a Trencin, ma nelle due partite si ha avuto l’impressione di una superiorità dello Slovan.

2-0 invece tra Kosice e Skalica. I biancoblu sfruttano al meglio le due partite casalinghe e puniscono – 4-1 e 3-1 – uno Skalica opaco, ma che ha anche sbagliato moltissimo: un po’ per merito di ottime parate di Lipovský, colpevole però sulla rete del pareggio di Peter Kocák in gara uno, molto per imprecisione sotto porta dei propri attaccanti: clamorose due occasioni sprecate da Zalesak e Skoliak in gara 2. Highlight delle due gare il geniale passaggio di Richard Jenčík per l’1-0 di Stanislav Gron in gara due, un vero colpo di genio dell’attaccante del Kosice, che in generale è una squadra completamente trasformata dall’arrivo di Cada in panchina. Sarà dura per Pallfy e compagni ribaltare la situazione.

Tags: