Girone Veneto all’USG Zoldo Valcellina

Il miracolo stavolta non riesce ai cimbri dell’Altopiano.
Dopo la disfatta di Claut, ci si aspettava una reazione dei ragazzi di Munari, che però non riescono a raddrizzare la sorte della finale del girone Veneto.

Zoldo scende ad Asiago praticamente al completo, mentre Asiago, oltre alle solite defezioni, deve fare i conti con l’assenza dell’ultimora di Scalabrin.
Pronti via e i bellunesi fanno subito vedere di voler chiudere al più presto i conti, 48" infatti sul tabellone dell’Odegar e Kyle Bostic mette a sedere Basso e porta in vantaggio i suoi.
Asiago accusa il colpo, e al 2’40" Zoldo allunga, Bostic serve al centro per Boris Meneghetti che trafigge il portiere asiaghese tra i gambali.
Asiago non c’è, per vedere i cimbri dalle parti di Reolon infatti bisogna aspettare i tiri da metà campo dei terzini in biancoblù, tentativi vani però.

Minuto 16’40", disco dietro la porta di Basso, Belfi lo raccoglie e tira verso la porta da posizione defilata, incredibile carambola tra i parastinchi dei difensori asiaghesi e il casco di Basso e disco in rete, Asiago 0 – Zoldo 3.
Ed è ora che Asiago si sveglia, in situazione di 4 contro 4 al 17’36", libera il terzo, Tomas Ferro vola in contropiede ma viene contrastato da Tito Meneghetti, i due cadono a centropista con il disco che li sorpassa, sul puck arriva in velocità Rossi che va in solitaria contro Reolon e lo trafigge sull’angolo in basso a destra, finalmente l’Odegar puo tirare un sospiro di sollievo.
Il primo tempo si chiude quindi sul 3-1.

Secondo drittel che si apre con tutt’altro piglio, bastano 40" infatti ed Alberti ruba un disco sulla blu e gonfia la rete zoldana.
Finalmente Asiago sembra trovare la forza di reagire, i cimbri sembrano tener testa ai temibili zoldani. Al 21’44" però Rizzardini se ne va in solitaria e buca nuovamente Basso per riportare a più 2 i suoi.
Asiago non ci sta, minuto 24’16" “Cip” Oddone taglia un bellissimo puck per “Ciop” Tomas Ferro che resiste al contrasto del difensore e si presenta da solo in fronte a Reolon, e lo buca tra le gambe: è 3-4.
La partita ora è molto bella con molti capovolgimenti di fronte, Asiago sfiora il pareggio con Stella, che si fa però ipnotizzare nell’uno contro zero da Reolon.
Il peggio per Asiago però deve arrivare: 29’42", azione in area asiaghese, Bostic per Boris Meneghetti che tira, Basso blocca ma non trattiene, e il disco riappare in fondo al sacco, 5-3 per i bellunesi. Non è finita: minuto 30’06", Daniele Soccol serve Mario Cutino che tira verso Basso, l’esausto portiere asiaghese è ancora incerto nel bloccare e deve raccogliere il disco sul fondo della gabbia.
Asiago non c’è più, i due gol fortunosi di Zoldo, tagliano le gambe agli Amatori.

Il terzo tempo è l’ultima occasione per raddrizzare la situazione.
Minuto 46’54" Igor Meneghetti viene lasciato solo al centro dell’area ed ha tutto il tempo per prendere la mira e trafiggere il portiere asiaghese sotto l’incrocio. Asiago ci prova comunque, ma Zoldo amministra, e al 50’52" segna ancora con Boris Meneghetti. 50" e Rizzardini firma la doppietta personale, minuto 51’42".
Time out per gli Amatori, più che altro per far tirare il fiato al debilitato Basso, mitragliato per gran parte del match.
C’è ancora il tempo per vedere il duo Bostic-Meneghetti Boris, con quest’ultimo a servire il forte statunitense che firma la decima rete Zoldana.

La partita si chiude quindi sul 10-3 per Zoldo, che stacca il biglietto per le finali nazionali di Lecco.
Zoldo ha meritato, senza ombra di dubbio; Asiago ha sicuramente pagato l’inesperienza e una situazione fisica non felicissima.
Onore quindi ai vincitori, premiati a centro pista dalla presidentessa del Comitato Veneto della FISG Nadia Bortot.
Premio anche per gli Amatori che festeggiano nonostante la sconfitta: nessuno si aspettava infatti di chiudere la prima stagione con questo risultato e soprattutto di togliersi delle soddisfazioni come per esempio essere stati gli unici ad aver violato l’imbattibilità zoldana durante il campionato o come il fatto di aver portato Bosco a gara tre nelle semifinali, poi finita come ben noto.
Insomma, siamo soddisfatti. Un caloroso grazie va sicuramente al nostro pubblico, numerosissimo ieri sera.
Ciao a tutti e all’anno prossimo (speriamo…).

HC Amatori Asiago – USG Zoldo Valcellina 3-10 (1-3; 2-3; 0-4)

Formazione HC Amatori Asiago
Portieri: 1 Basso.
Difensori: 71 Rossi (A), 77 Oddone(A); 16 Finco, 91 Frigo F.
Attaccanti: 14 Frigo P., 8 Ferro M. (C), 41 Ferro T.; 69 Rigoni, 87 Stella S., 23 Alberti; 66 Cogo, 33 Serembe, 86 Colombo; 88 Valente L.
Allenatore: Munari.

Formazione USG Zoldo Valcellina
Portieri: 20 Reolon, 1 Scussat.
Difensori: 16 Meneghetti T., 8 Meneghetti I. (C); 15 Zuanon, 3 Stamm; 17 Del Favero, 13 Damian.
Attaccanti: 11 Meneghetti B., 19 Bostic, 9 Meneghetti I.; 24 Soccol D., 6 Soccol C., 14 Rizzardini; 21 Baldissara, 4 Belfi, 22 Cutino; 2 Luker.
Allenatore: Soccol S.

Marcatori: 0’48" Bostic; 2’40" Meneghetti B (Bostic); 16’40" Belfi; 17’36" Rossi; 20’40" Alberti; 21’44" Rizzardini; 24’16" Ferro T (Oddone); 29’42" Meneghetti B (Bostic); 30’06 " Cutino (Soccol D); 46’54" Meneghetti Ig; 50’52" Meneghetti B; 51’42" Rizzardini; 56’55" Bostic (Meneghetti B).

Penalità: Asiago 34’, Zoldo 44’.
Spettatori: 200 circa.
Arbitri: Stella M., Strazzabosco.

Francesco Frigo

[Sul forum è presente il commento dell’Ufficio Stampa della squadra avversaria]