CUS Milano Hockey – H.C. Diavoli: la cronaca

CUS MILANO – HC DIAVOLI R/N: 3-3 (2-2, 0-0, 1-1)

Il punteggio finale ha, tutto sommato, rispecchiato la situazione paritaria delle due squadre sul ghiaccio.
La partita è stata, tra alti e bassi delle due formazioni, abbastanza equilibrata e strenuamente combattuta.
Il Cus dopo soli 7 minuti di gioco riesce a portarsi doppiamente in vantaggio grazie ai bei gol – segnati in inferiorità numerica – di Marco Manfè (assist del capitano Fabrizio Frigerio) e di Luciano Fanton (assistito dal numero 66 Fabrizio Zanco).
I Diavoli subiscono quasi sotto shock, ma reagiscono dapprima accorciando le distanze e poi raggiungendo i padroni di casa.
Il secondo tempo termina a reti inviolate nonostante diverse occasioni da goal da entrambe le parti, bloccate dai bravi portieri Camoni Sada (Cus) e Spiridione (Diavoli).
Il terzo periodo si apre al 42esimo con la marcatura del numero 7 dei turbolombrichi Simone Patergnani, che porta i padroni di casa sul vantaggio momentaneo per 3 a 2. Diavoli, dunque, costretti nuovamente a inseguire e ad attaccare, senza però riuscire a trovare la rete del pareggio.

Una ghiotta occasione è stata mancata dal Cus: un’uscita azzardata del portiere dei Diavoli lascia spazio all’instancabile Manfè che, lanciato verso porta, ma ben marcato dai difensori avversari, tenta un tiro fortunoso dalla blu che finisce rasente al palo.
Molta stanchezza e le numerose penalità fischiate contro il Cus (reduce da una serie di infortuni che hanno decimato il roster), permettono agli ospiti di controllare meglio il gioco e di riorganizzarsi, riuscendo infine ad agguantare il pareggio grazie a un goal imparabile anche per l’inappuntabile Renato Camoni Sada.

Rimangono ancora da giocare due importanti partite per provare a risalire la china in classifica: da affrontare (in data da destinarsi) il Bergamo e i Black Angels.

FORZA RAGAZZI!!!!!

Manuela Reggiori
Ufficio Stampa CUS Milano Hockey