Russian Superleague 2007/08: le seconde partite dei playoffs

di Alessandro Seren Rosso

Si sono disputate in giornata le seconde partite degli ottavi di finale. Le terze partite si giocheranno venerdì 7 a campi invertiti.

Salavat Yulajev Ufa – Amur Khabarovsk 2 – 0 (serie 2 – 0)

Seconda vittoria consecutiva per il Salavat che supera l’Amur Khabarovsk per due reti a zero con le marcature siglate da Proshkin e Tereschenko nel secondo periodo. Gli ospiti hanno retto soltanto un tempo, affidandosi come al solito alle parate di Moss, provvidenziali nei primi venti minuti. La serie si sposta a Khabarovsk in odore di 3 – 0.

Metallurg Magnitogorsk – Neftekhimik Nizhnekamsk 3 – 4 (serie 1 – 1)

Prima sorpresa della giornata a Magnitogorsk, dove una brutta prestazione di Scott ha facilitato il compito agli attaccanti del Neftekhimik. La partita inizia bene per gli ospiti, con un gol in inferiorità di Berdnikov. Il pareggio del Metallurg è immediato, ad opera di Varlamov. In chiusura di primo periodo però il Neftekhimik passa di nuovo in vantaggio con Konstantin Makarov. Nel secondo tempo, dopo la penalità partita fischiata contro Kulemin per carica alla balaustra, il Neftekhimik allunga con Khlystov, ma viene riacciuffato in extremis da Korolev, ben servito da Gusmanov. Nel terzo periodo il Metallurg riesce a pareggiare con un tocco da due passi di Mirnov su assistenza di Kaigorodov, ma un’incertezza di Scott premia la caparbietà degli ospiti che segnano il gol vittoria con Kulikov.

CSKA Mosca – Traktor Chelyabinsk 6 – 1 (serie 2 – 0)

Anche nella seconda partita della serie il CSKA si trova avanti di cinque lunghezze dopo soli due periodi. In gol Schastlivy nel primo tempo, Shishkanov, Kablukov, Gorbunov e Artyukhin nel secondo, Kohn nel terzo. Di Zyuzin al quarantatreesimo il gol della bandiera del Traktor.

Khimik Mytischi – Severstal Cherepovets 3 – 2 rig (serie 1 – 1)

Anche oggi grandissimo equilibrio tra Khimik e Severstal con la partita a terminare ai rigori. Nei sessanta minuti regolamentari era passato in vantaggio il Khimik dopo soli tre minuti, con Khomitsky. Il pareggio degli ospiti arriva al decimo con Glukhov, ma soli tre minuti più tardi il Khimik passa ancora in vantaggio con Leschev. I padroni di casa riescono ad amministrare il vantaggio, ma a cinque secondi dalla sirena un tocco di Gubin porta la partita al supplementare. Anche nell’overtime le squadre si equivalgono, e la squadra vincitrice sarà decisa ai rigori. Bulis e Mozyakin segnano, Straka e Gubin no e il Khimik pareggia i conti.

Lokomotiv Yaroslavl – Lada 3 – 0 (serie 2 – 0)

Parecchia fatica per il Lokomotiv per superare il Lada nonostante la vittoria di tre reti. Infatti la squadra di Yaroslavl ha segnato il gol dell’1-0 con Kudashov soltanto al quarantanovesimo, poi il gol a porta vuota di Semin, complice un errore tattico della squadra ospite, e l’acuto finale di Yashin fissano il punteggio sul 3 – 0. Anche questa è una serie che probabilmente finirà presto.

SKA S. Pietroburgo – Spartak Mosca 6 – 1 (serie 2 – 0)

Lo Spartak regge il ritmo dell’SKA solo per mezz’ora con la risposta di Yunkov al gol di Nemirovsky. L’SKA dilaga nella seconda metà del match con But, Sushinsky, Hannula, ancora Sushinsky e Koznev. Allo stato attuale delle cose sembra impossibile che le cose possano cambiare nel terzo match.

Ak Bars Kazan – HC MVD 4 – 3 (serie 2 – 0)

Seconda partita molto più equilibrate rispetto alla prima. Dopo un primo tempo concluso a reti inviolate, nel secondo periodo dopo soli novanta secondi Oleg Petrov manda in vantaggio i padroni di casa con un’azione personale conclusa con un tiro dalla distanza. Quattro minuti più tardi l’MVD pareggia con una splendida combinazione Lapin – Krovopuskov, conclusa da quest’ultimo indisturbato davanti ad Esche. La partita si accende, Bilyaletdinov cala gli assi e con un colpo da maestro Morozov porta l’Ak Bars sul 2-1 meno di un minuto più tardi. Cinque minuti dopo però Medvedev e Stepanov pasticciano in difesa liberando Lapin dietro porta, che serve Kokarev per il gol del pareggio. A tre minuti dalla fine la seconda linea dell’Ak Bars segna ancora con Chayanek, lasciato davvero troppo solo davanti a Biryukov. Quando la partita però sembra chiusa la dea bendata decide di cambiare le carte in tavola e un tiro innocuo di Shakhraichuk da centro pista colpisce Esche sul guanto e finisce clamorosamente in rete, portando la partita al supplementare. Al supplementare l’Ak Bars spinge e colpisce due volte il palo e si va così ai rigori. Petrov porta in vantaggio i suoi al primo tentativo. Zainullin conclude male e tira fuori. Morozov spreca il colpo del K.O. ma Chernov è troppo lento nell’esecuzione e si fa ribattere il tiro da Esche. Kazionov ha quindi l’occasione di chiudere i conti e non se lo fa dire due volte, infilando il disco nel sette alla destra di Biryukov e portando la serie sul due a zero.

Avangard Omsk – Dinamo Mosca 3 – 2 ot (serie 1 – 1)

Ancora una bella partita alla nuova Arena Omsk, esaurita in ogni ordine di posti. L’Avangard inizia bene il match, pressando gli avversari nel proprio terzo e passando in vantaggio al quattordicesimo con Tertyshny, pronto a raccogliere un bel passaggio di Kalyuzhny dalla sinistra. Nel secondo periodo la Dinamo cresce e alla mazz’ora trova il pareggio: Giordano va via in velocità dopo una bella apertura di Vyshedkevich, ma una volta a tu per tu con Brathwaite non riesce a finalizzare e si fa ribattere il tiro. Sul rimbalzo però si avventa Afanasenkov che insacca con la difesa dell’Avangard davvero mal piazzata. Nel terzo periodo la Dinamo prende il match in mano e passa in vantaggio al cinquantatreesimo con Emeleev, dimenticato ancora una volta dalla difesa di casa nei pressi della porta dopo un tiro di Troschinsky in superiorità numerica. Quando tutto sembra perduto però Tertyshny devia un tiro di Kurbatov dalla sinistra e manda tutti al supplementare per la seconda volta di seguito. Nell’overtime è la Dinamo a fare la partita, ma a trenta secondi dal termine Cherepanov lavora un disco nell’angolo destro e serve l’accorrente Yakutsenya, che dal cerchio destro infila Eremeev nel sette a sinistra e pareggia la serie.

Tags: