Cortina – Asiago: la cronaca

di Alberto Manaigo

CORTINA – ASIAGO 7-1 (2:0; 0:1; 5:0)

Ultima partita casalinga per la Sportivi Ghiaccio Cortina in questo Relegation Round: avversario di turno l’Asiago. I vicentini si presentano senza Busa, Rodeghiero, Plastino e Topatigh mentre nel Cortina assenti Da Corte e Dyment.

Il Capoarbitro Colcuc fa intendere subito il proprio metro di giudizio ai giocatori: nel giro di pochi minuti si accomodano, infatti, nel penalty box Souza, Stanley e De Marchi. I ragazzi di Frycer non riescono a sfruttare la doppia superiorità, ma vanno in rete nel corso del powerplay successivo a metà della prima frazione (con Johnson in panca puniti): Wedderburn tira bene dalla blu e Cote è bravo a mettere la stecca davanti a Bellissimo deviando il puck sotto alla traversa senza che il goalie asiaghese possa intervenire. Anche il raddoppio ampezzano avviene in un momento in cui le squadre non si trovano al completo sul ghiaccio: in questo caso, però, è la panchina ampezzana ad essere stato penalizzata ed il gol in inferiorità numerica viene messo a referto da Souza che conclude con un tiro tra i gambali di Bellissimo un contropiede impostato da Zandonella e De Bettin.

L’Asiago prova a pungere soprattutto dalla distanza col i tiri di Johnson e con una bella azione impostata da Borrelli il quale, però, si allunga troppo il disco e non riesce a concludere.

Anche l’inizio del secondo tempo è di marca ampezzana. Al 23:17 Russell pesca Savoia in buona posizione, ma l’ex Vipers sbaglia la conclusione. Al 4:53 Adami entra nel terzo e lascia il puck all’accorrente Smith: il tiro del terzino impegna Bellissimo e lo costringe a far riprendere il gioco con un ingaggio alla proprio destra. Al 30:15 il Cortina va ancora in rete con Wedderburn grazie ad un bel tiro dalla media distanza, ma Colcuc tra lo stupore di molti annulla e manda in panca puniti Souza per un’ostruzione ai danni del goalie vicentino: la penalità dell’italo americano costerà cara al Cortina, costretto a subire la marcatura asiaghese ad opera di Borrelli, bravo a capitalizzare una veloce discesa di De Marchi.
L’occasione propizia per gli ampezzani per allungare ulteriormente capita sulla stecca di Cote al 36:24: l’ottimo assist di Savoia viene, però, spedito dal canadese sull’esterno della rete. Un fine di seconda frazione nervoso vede diversi giocatori accomodarsi in panca puniti: non ultimi Soursa e Borrelli autori di una scazzottata nei pressi della panchina ampezzana.

Dopo un solo minuto del terzo drittel il Cortina allunga: un ottimo anticipo di Cote su un terzino avversario fa si che il canadese possa involarsi nel terzo avversario e servire Souza per il gol del 3-1. Sarà un monologo cortinese per tutta la durata del 3° tempo: al 47:13 Smith sfrutta un altro powerplay attendendo il momento propizio e facendo partire una fucilata che si insacca nel sette alla destra di Bellissimo. Nemmeno un giro di lancette più tardi è Cote a siglare il 5-1 insaccando il reblund lasciato dall’estremo difensore asiaghese su tiro di Zandonella. Nonostante l’Asiago provi a reagire è ancora un Cortina non sazio ad andare a rete per due volte: al 52:51 è Souza a siglare i proprio hat trick personale con un bel tiro di polso di prima intenzione su assist di De Bettin, mentre al 54:04 è Russell in inferiorità numerica a mettere a referto il settimo gol.

Con questa vittoria il Cortina torna a guidare il relegation round: dopo aver osservato il proprio turno di riposo i ragazzi di Frycer affronteranno il Pontebba il una sfida decisiva ai fini della definizione della classifica.