Finisce 4 a 4 il derby tra Asiago e Alleghe

di Davide Trevisan

ASIAGO-ALLEGHE 4-4 (1:0;2:2;1:2)

Per la quinta giornata del relegation round, sono scesi sul ghiaccio dell’Odegar l’Emisfero Ipermercati Asiago e Alleghe Tegola Canadese. Il match si è concluso sul risultato di 4 a 4.
Padroni di casa che si presentano sul ghiaccio con le ormai consuete assenze di Benetti e Rodeghiero mentre per turnover tocca al terzino Trevor Johnson stare in tribuna. Ospiti invece privi del solo terzino Lorenzi. Ex della partita il solo Tony Iob tra le fila delle “civette”.
Partita che parte a ritmi tuttaltro che veloci con l’Asiago a creare il primo pericolo con Plastino. Subito dopo primo powerplay della partita a favore dei padroni di casa ma lo special team agordino “tiene” bene in difesa senza correre rischi. Asiago che sembra decisamente più in palla ma che stenta a trovare lucidità in fase offensiva. in questi prime battute al 5’ però arriva la rete che porta la firma dell’uomo più in forma dei giallorossi ovvero Chris Stanley che buca Hell tra i gambali. Il resto della frazione non offre grande emozioni con le squadre che si annullano reciprocamente.

Nell’intervallo premiazione a centropista per l’intramontabile Lucio "Falco" Topatigh giunto allo storico traguardo delle 1000 presenze in serie A. Il giocatore ha disputato i residui due periodi con la maglia personalizzata per l’occasione che, oltre al nome Topatigh recava, al posto del mitico numero 27, il 1000.
Secondo tempo con i padroni di casa che partono a “razzo”; Hell fin che può resiste e sventa le conclusioni di Parco e De Frenza ma nulla può sul tap-in di Surma che al 21’ porta l’Asiago sul 2 a 0. Disco al centro e gli ospiti ritornano subito in partita grazie alla marcatura di Manuel De Toni da distanza ravvicinata. Match che resta a ritmi alti con continui capovolgimenti di fronte. In uno di questi Loya impegna Hell dalla blu mentre Lang prima e Veggiato poi trovano sulla strada un prodigioso Bellissimo a negare loro il pari. A metà partita Asiago in powerplay complice l’infrazione dell’ex Iob. Situazione giocata molto bene dagli stellati con Hell autore di due pregevoli interventi. Al 33’ prima occasione con l’uomo in più anche per l’Alleghe ma la difesa giallorossa si destreggia bene. Al 37 miracolo di Bellissimo con il gambale, disco che rimane nei pressi dello slot e viene servito a DeFrenza che si invola solitario in contropiede battendo Hell in due tempi. Un minuto dopo però Soraperra fischia una penalità a Parco al momento dell’ingaggio contestata dallo stesso capitano. Le civette impostano subito il “diamante e, come spesso è accaduto in questa stagione, la difesa giallorossa capitola la firma agordina è di Bilotto che da due passi non ha difficoltà a freddare Bellissimo.
Al minuto 43 è ancora Hell a metterci una pezza, questa volta sulla bordata di Surma. Al 46 però lo stesso n° 15 giallorosso si rifà e batte, dopo una azione personale, l’ex-Bolzano. Finale di frazione dalla direzione arbitrale pessima di Soraperra che finisce per rovinare una partita fino a quel momento bella ed emozionante che l’Asiago si stava avviando a vincere. Le due penalità sanzionate ai giallorossi sono parse quanto meno dubbie e hanno indirizzato la partita sul risultato di 4 a 4. Le reti in powerplay delle civette sono state realizzate da Clarke e da Chitarroni

EMISFERO IPERMERCATI ASIAGO: Bellissimo, Pavone; Basso, De Marchi, Loya (A1), Plastino, Rossi, Testa; Borrelli, Busa, Defrenza, Parco (C), Rodeghiero (A2), Stanley, Strazzabosco, Surma, Tessari M, Tessari N, Topatigh.
Allenatore: Jimmy Camazzola

ALLEGHE: Hell, Moretti; Bilotto, De Biasio, Ganz, Halkidis, Jakobsen; Chitarroni, Clarke, Da Tos, De Toni Lino (C), De Toni Manuel, Fontanive Alberto, Fontanive Fabrizio, Fontanive Nicola, Harder, Iob, Lang, Sundblad, Veggiato.
Allenatore: Ron Ivany

ARBITRI: Soraperra Leandro (Biacoli Luca, Zatta Cristiano)