Avangard, tre schiaffi al Salavat

Nel cinquantesimo turno della Superliga Russa, la capolista ha affrontato l’Avangard ad Omsk uscendone con le ossa rotte.
Dopo soli quattro minuti i padroni di casa passano in vantaggio con un wrister di Popov dalla blu che ha sorpreso il portiere Tarasov sulla sinistra. L’Avangard raddoppia al trentottesimo con una fuga di Yakutsenya, imprendibile in contropiede dopo l’ottimo invito di Kalyuzhniy e affonda il colpo in powerplay al quarantaduesimo con Rosa, lesto a ribadire in rete il rimbalzo lasciato da Tarasov dopo il tiro dalla blu di Denisov.
Con la contemporanea vittoria del Metallurg a Mosca contro la Dinamo porta i campioni in carica a soli cinque punti dalla vetta. Il terzo posto è occupato dal CSKA, dieci punti indietro. La squadra moscovita si è imposta per 4-3 sull’Amur con le reti di Goncharov alla prima rete in Superliga, Simakov, Suglobov e Korneev. Cresce l’Ak Bars, che ha battuto in casa il Lokomotiv, quarto in classifica, per 3-0. Dopo quarantacinque minuti di sostanziale equilibrio l’Ak Bars passa in vantaggio con un tocco ravvicinato di Zinoviev dopo una gran botta di Morozov. Nel terzo periodo i padroni di casa allungano con l’ex Lugano Hentunen, ottimamente assistito da Cajanek. A trenta secondi dal termine è Obukhov a finalizzare un’ottima azione corale che fissa il punteggio sul 3-0.

L’Ak Bars continua a guadagnare terreno, portandosi a 90 punti, a una sola lunghezza dall’SKA, in quinta posizione.

Tags: