Partita da infarto a Plzen

di Davide:

il round 59 della Extraliga ceca ha offerto molte partite emozionanti, caratterizzate da rimonte o risultati incerti fino all’ultimo, ma nessuna gara può competere con quanto successo a Plzen, dove i padroni di casa, in cerca di una collocazione decente nella griglia playoffs, affrontavano lo Zlin, incappato in una delle sue peggiori stagioni e ormai fuori dalla postseason: ebbene a 7 minuti dal termine i gialloblu ospiti vincevano 0-4 ed il goal del 1-4 di Tomas Divisek sembrava il classico punto della bandiera. Invece è stata la scintilla che ha acceso le polveri dell’attacco del Plzen, capace di segnare altre tre volte con Matějovský, Posmyk e Sindel e poi addirittura ribaltare la partita dopo un minuto e mezzo di overtime con Mario Cartelli che infilava per la 5a volta un frastornato Biegl.
Si completa a metà, invece, la rimonta dello Sparta, che va sotto 0-3 in casa col Karlovy Vary, rimonta fino al 3-3 ma viene beffato all’overtime da Petr Kumstat che regala il 4 posto solitario ai suoi, proprio ai danni dello sparta. Ai margini della zona playoffs il colpo del giorno è dello Znojmo, che va a vincere 3-0 in casa della capolista Ceske Budejovice – a segno Demel, Bicanek e Ruzicka – e approfitta dell’ 1-6 subito dal Vitkovice a Pardubice – hattrick di Jiri Cetkovský – per superarlo e agguantare il 10° posto, l’ultimo utile per non andare subito in vacanza. 10 posto inseguito anche dal Pardubice, che però ha davvero bisogno di un miracolo, con 6 punti di ritardo e 3 turni da giocare.

Rimonta portata a termine, infine, nel posticipo tra le due inseguitrici del Ceske Budejovice: a Liberec i padroni di casa vanno sul 2-0 contro lo Slavia con un grande primo periodo e le reti di Milan Bartovic e Antonin Dusek, ma subiscono poi il ritorno dello Slavia, in grande forma e attualmente la prima alternativa al dominio del Ceske Budejovice, a segno con Igor Rataj, molto ispirato, Josef Beranek e poi con la rete del definitivo 2-3 di Tomas Micka.