Amatori Asiago – Wizards Bologna: la cronaca

da Ufficio Stampa HC Amatori Asiago

Era iniziata venerdì sera la quattro giorni di fuoco degli Amatori Asiago, alle 22.00 infatti l’ultimo allenamento prima del weekend “bolognese”, ed in attesa dell’allenamento di lunedì sera.
Play-off dietro l’angolo ed ultime due partite per poter provare, visto l’oramai definita classifica, qualche nuova soluzione.
Ore 21.00 di sabato sera, si parte; Asiago che purtroppo non può schierare Cunico, stagione finita per il roccioso difensore, verrà infatti operato la settimana prossima per risolvere un’ernia inguinale.
Ma veniamo al match, minuto 2.31, uscita di zona per Asiago, Scalabrin serve lo “straniero” Stella, che a modo suo, cioè azione solitaria in velocità, trafigge Toletti per il vantaggio dei biancoblu.
Bologna però non si fa spaventare, anzi con la prima linea, ben assortita con i due stranieri Witting e Sokolov in grande condizione, ribalta immediatamente la situazione e sembra mettere addirittura l’ipoteca sull’incontro. Minuto 4.11, azione solitaria del gigante siberiano del Bologna e pareggio.

I cimbri accusano il colpo e non riescono più ad impostare un’azione degna di nota, in 5 minuti succede l’irreparabile; minuto 5.27, il duo terribile dei maghi colpisce di nuovo, assist di Sokolov e pregevole gol di Witting che mette a sedere Turrini.
Non è finita però, 6.30, contropiede di Bologna, ancora il russo per Witting, che siede di nuovo il portiere asiaghese e gonfia la rete. Asiago non capisce il giochetto, minuto 8.49, ennesimo contropiede felsineo, il duo Sokolov-Witting va nuovamente a segno, è ancora il teutonico a mettere nella gabbia.
Nemmeno 2 minuti e Max Witting fa quattro, l’assist per lui è di Tonidandel, il tedesco scarta ancora Turrini e di rovescio mette sotto l’incrocio dei pali, 5-1.
Time-out per l’Amatori Asiago, con coach Munari che prova a dare la scossa.
Il primo tempo finisce con i vicentini mestamente sopraffatti dalla classe dei due stranieri del Bologna.

Nel secondo tempo avvicendamento tra i pali per i cimbri, entra Chiesa assente dal ghiaccio da un mese e mezzo.
La partita comincia a farsi spigolosa, con Asiago che inizia a girare e i Maghi che ci provano in contropiede. Minuto 26.18, Finco esce dal drittel col disco sulla stecca, dal cerchio di centro campo mette in area per il dump and chase, il disco va verso la porta bolognese ed incredibilmente Toletti se lo fa sfuggire, è gol.
Nemmeno il tempo di esultare, 18 secondi dopo infatti, 26.36, capitan Farrilli sorprende nuovamente la retroguardia asiaghese, tiro dallo slot con Chiesa che non riesce a chiudere il puck tra il palo ed il gambale, Wizards di nuovo a più 4.
Sembra finita per Ferro e company, ma in chiusura di tempo, Alberti si arrabbia e decide che è ora di iniziare la rincorsa: 38.27, su assist di Rigoni e Paolo Frigo, il numero 23 realizza tra le gambe del portiere felsineo; 39.34, Rigoni sulla blu per Alberti, slalom del velocissimo attaccante e disco che si infila tra il gambale e la presa di Toletti, 6-4 e disco al centro; Bologna vince l’ingaggio, Alberti pressa il terzino che perde il puck, il cimbro furioso si invola in porta ed ecco servito l’hat-trick tra le gambe.
L’Odegar esplode, il pubblico inizia infatti ad incitare a gran voce la squadra di casa che va negli spogliatoi rinvigorita dall’incredibile rimonta.

Terzo tempo che inevitabilmente diventa decisivo.
Pronti via ed Asiago che comincia da dove aveva finito il secondo tempo, 40.27 sul cronometro, Rossi per il folletto Tomas Ferro, che con la solita ineguagliabile freddezza pareggia i conti, clamoroso all’Odegar direbbe qualcuno.
Inebriati dall’entusiasmo però gli Amatori si dimenticano che comunque Bologna sa giocare ad hockey, e con la seconda linea, Fabris-Farrilli-Corazza, al 41.58 si riporta avanti.
Ingaggio al centro, Stella per Alberti che restituisce, i due fulmini della seconda linea pareggiano immediatamente, il tabellone segna 42.02. Alberti non finisce però lo show personale, 12 secondi gli bastano infatti, 42.14, azione fotocopia del suo terzo gol ed il poker è servito, con il primo insperato vantaggio casalingo. L’Odegar è una bolgia, e Asiago ora sembra volare, minuto 44.47 contropiede di Finco che entra nel terzo e si presenta di fronte al portiere, mette al centro per Rigoni che deve solo fare la fatica di appoggiare la stecca sul disco, 9-7.
Sulle ali della felicità la difesa biancoblu si dimentica però di Michele Fabris che al centro dell’area, raccoglie un rimbalzo e riporta sotto i suoi al 48.19.
La squadra dell’altopiano non si spaventa: la linea dei “disobbedienti”, taglia nuovamente le gambe agli avversari, Rigoni per Serembe, che a sua volta serve Stella, doppia cifra raggiunta al 55.40.
Le emozioni non sono finite, c’è tempo infatti per la doppietta di Tomas Ferro che chiude il match al 58.46 su assist di Paolo Frigo.

HC Amatori Asiago – Wizards Bologna 11-8 (1-5;4-1;6-2)

Formazione HC Amatori Asiago
Por: 55 Turrini, 35 Chiesa.
Dif: 71 Rossi (A), 77 Oddone (A); 47 Scalabrin, 16 Finco; 91 Frigo F, 17 Slaviero.
Att: 8 Ferro M (C), 41 Ferro T, 14 Frigo P; 33 Serembe, 87 Stella St, 69 Rigoni; 11 Volpe, 23 Alberti, 86 Colombo; 66 Cogo, 88 Valente L.
Allenatore: Munari.

Formazione Wizards Bologna HC
Por: 43 Toletti; 42 Vallieri.
Dif: 18 Lorenzi (A), 7 Galeotti; 74 Pyatygorskyy, 50 Melli; 99 Rocchetti.
Att: 30 Fabris, 11 Farrilli (C), 9 Radice; 52 Witting, 81 Sokolov, 17 Tonidandel (A); 6 Tumiati, 44 Corazza, 12 Brambilla; 5 Spada G.
Allenatore: Cicu.

Marcatori: 2.31 Stella (Scalabrin); 4.11 Sokolov; 5.27 Witting (Sokolov); 6.30 Witting (Sokolov); 8.49 Witting (Sokolov); 10.29 Witting (Tonidandel); 26.18 Finco; 26.36 Farrilli; 38.27 Alberti (Rigoni, Frigo P); 39.34 Alberti (Rigoni); 39.46 Alberti; 40.27 Ferro T (Rossi); 41.58 Corazza (Farrilli, Fabris); 42.02 Stella (Alberti); 42.14 Alberti; 44.47 Rigoni (Finco); 48.19 Fabris; 55.40 Stella (Serembe, Rigoni); 58.46 Ferro T (Frigo P).
Penalità: Asiago 44, Bologna 58.
Spettatori: 120 circa
Arbitri: Stella Se, Stella F.