1ª giornata Master e Relegation Round… alla sirena

di Alessandro R.

RITTEN-MILANO 3-3: Il Milano vice-campione d’Italia fa visita alla sua bestia nera, quel Ritten Sport capace di infliggere ai meneghini quattro sconfitte in altrettanti incontri durante la regular season. Tutto sembra andare come i precedenti incontri stagionali, con i Rittner Buam che partono a mille e a metà incontro conducono le danze con tre reti di vantaggio (Mather e doppietta di Egger), ma i ragazzi di coach Insam non mollano nulla e grazie alla doppietta di un ritrovato Iannone ed alla rete di Kurtz raggiungono il pari, risultato con cui si arriva alla terza sirena, portando a compimento una grandissima rimonta.

FASSA-BOLZANO 1-2: La corsa del nuovo Bolzano di coach Dumont non si ferma: la vittima di questo primo turno del Master Round è il sorprendente Fassa. Due soli goal (Mihaly e Florian Ramoser) consentono ai bolzanini di portare a casa i primi due punti del girone: la rete di Herrison nel terzo periodo non è sufficiente per riaprire i giochi, tanto più che gli ospiti possono recriminare nei confronti della malasorte per due legni colpiti da Jardine e Borgatello.

ALLEGHE-CORTINA 4-4: Il Relegation Round si apre con un incontro da brividi: il derby del Falzarego, che vede opposte due grandi deluse della regular season, Alleghe e Cortina. La partita è degna di un derby che si rispetti e ne succedono di tutti i colori. Nei primi due tempi ci sono solo le civette, ed il 3-0 (Harder, Clarke, Halkidis) sembra preludere ad un successo agevole per i padroni di casa. Ma il terzo tempo si preannuncia scoppiettante e ricco di colpi di scena. In primo luogo il gioco si fa sempre più duro (ne fanno le spese Sundblad, che abbandona il ghiaccio per un colpo ad un occhio e Lorenzi, ancora acciaccato dopo i fastidi accusati in nazionale), poi anche il Cortina decide di onorare l’evento e cinge d’assedio un’Alleghe forse già sicura del risultato. Ne deriva la rimonta con Smith e Russel (2) ed il sorpasso (Souza) in appena sei minuti! Gli agordini rialzano la testa e pareggiano con Veggiato, ben imbeccato da Manuel DeToni (capitano stasera per l’assenza di Lino DeToni) ma sprecano la più grande delle occasioni fallendo un rigore a soli 30 secondi dall’ultima sirena con Harder.

VALPUATERIA-ASIAGO 8-5: Una partita da tre tempi equilibrati consegna la prima vittoria nel girone al Valpusteria. Trascinatore della serata è Patrick Bona, che con la sua tripletta da una grossa mano ai lupi per stendere gli agguerriti asiaghesi, giunti al LungoRienza sfavoriti, ma affatto remissivi (tra gli stellati da segnalare la doppietta di Stanley). 3-2, 2-1 e 3-2 i parziali di una sfida combattuta e piacevole, ma che ha visto i padroni di casa imporsi ed avvisare le squadre del Master Round: vincere a Brunico non sarà facile per nessuno.

Tags: