Conclusa la seconda fase di EBEL

di Federico Mazzetta

Nel secondo girone la vincitrice è l’Oljmpia, con 12 punti. L’Innsbruck è stato sconfitto 5 a 2 a Ljubljana, dove ben 4500 spettatori affollavano la gremita Hala Tivoli, con l’attaccante sloveno Vnak che ha segnato dopo solo 4’ di gioco. Il Ljubljana precede quindi in classifica di 2 punti l’Innsbruck, che sarà messo a dura prova il prossimo 14 febbraio sul ghiaccio viennese.
I Capitals infatti hanno concluso al primo posto il girone “di posizionamento” con 18 punti, pur perdendo l’ultimo incontro a Klagenfurt 6 a 2, con le due reti degli americani Fox e Gallant segnate negli ultimi 6’ di gioco, a partita ormai decisa. Il Kac si è così garantito la seconda posizione con 16 punti.
L’EHC di Linz si trova al terzo posto nonostante la sconfitta per 5 a 3 a Villach, dopo una partita ricca di colpi di scena, dal momento che gli ospiti avevano aperto il match in vantaggio con le reti di Leahy e del lituano Ignatjevs. E’ stata forte la differenza di minuti di penalità tra le 2 compagini, 20’ per l’EHL e 10’ per il VSV.

Al Volksgarten di Salzburg la squadra di casa ha vinto 5 a 1 contro l’Acroni Jesenice, segnando il primo goal sin dal 6’ grazie al mancino canadese Green, in un incontro che posiziona gli sloveni in sesta posizione, confermando che sono all’altezza di combattere questo prestigioso campionato ma con la necessità di continuare a migliorarsi, per poter affrontare al meglio le maggiori squadre mitteleuropee.
Si conclude male la partita dei 99ers, sconfitti in overtime per 1 a 2 dall’Alba Volan su rete dell’ungherese Ocskay. Entrambe le compagini non si qualificano per la successiva fase di campionato.
Conclusa la seconda fase di campionato, la EBEL tornerà il 14 febbraio.

Tags: