Breve punto del campionato

di Marco N.

Il termine della regular season si avvicina e ogni punto inizia ad aumentare il proprio peso, specialmente nelle zone basse della classfifica. La Superliga Russa sta vivendo un momento di equilibrio sul ghiaccio visto che si susseguono risultati inaspettati e partite tirate fino al fischio finale. Ancora in vetta il Salavat che sembra quasi aver già tirato i remi in barca in questo ultimo periodo: alcune sconfitte contro squadre non tropo quotate hanno fatto rallentare la marcia sin qui trionfante dei bianco-verdi. Segue a ruota il Metallurg che ha approfittato per ridurre lo svantaggio e appropiarsi della seconda posizione con un discreto margine sul duo Lokomotiv-CSKA. In netto recupero il Kazan che dopo un avvio quasi disastroso ha fatto uscire il talento dei suoi elementi e ha riportato il duo Morozov-Zaripov in testa alla classifica marcatori. Il Khimik settimo in classifica fa da coda alle formazioni di testa, infatti per trovare la successiva si deve scivolare di ben 14 punti andando a toccare la zona delicata. Escluso il Novgorod che sembra arrancare sempre più in ultima posizione ci sono 12 formazioni racchiuse in 14 punti. Si parte dalla Dynamo per chiudere con i siberiani del Novosibirsk: una lotta che vede proprio sulla linea limite del 16° posto svolgersi la sfida sportiva più intensa con continue rotazioni di posizione. Niente è deciso, in testa come in coda, gli scenari sono ancora aperti, di certo le favorite numero uno risultano a tutt’ora Salavat e Magnitogorsk, le attuali regine.

Tags: