DIFFICILE TRASFERTA IN QUEL DI ALLEGHE PER LE GENERALI AQUILE FVG

Comunicato stampa.

La formazione di Vassilyev chiamata a riscattarsi subito
dopo la battuta d’arresto di sabato scorso

Pontebba, 21 gennaio 2008 – Sarà davvero una partita infuocata quella che domani all’Alvise de Toni di Alleghe, (face off alle 20.45, arbitra Pichler con Moschen e Tischnirner linesman) metterà di fronte l’Alleghe Hockey Tegola Canadese e le Generali Aquile FVG. Una partita dura perché entrambe formazioni sono appaiate al settimo posto e vincere contro una diretta avversaria potrebbe significare partire avvantaggiati nella seconda fase di campionato.
«L’Alleghe viene da un periodo sicuramente positivo con 2 vittorie, un pareggio e una sconfitta nelle ultime quattro partite – spiega il ds Gerardo Pietrafesa – con un Chitarroni ritrovato che ha trascinato la sua squadra alla vittoria rotonda contro Bolzano (per lui quattro reti ndr) e con un attacco in formissima capace di segnare 16 reti in tre partite».

Le Aquile vivono ancora una fase di emergenza con un roster che soffre particolarmente in attacco viste le defezioni di Rigoni e Stampfer: «Il secondo continua a soffrire dei soliti problemi e speriamo si possano presto risolvere, mentre Luca che si era fermato nel terzo drittel contro il Bolzano per una contrattura, non si è allenato e non potrà essere utilizzato». Visto il roster rimaneggiato, le Generali schiereranno comunque Burgess che soffre di una forte contusione al dito di una mano: «Salvo complicazioni dell’ultim’ora, gli faremo una fasciatura rigida e David sarà sul ghiaccio».
La speranza è che i giocatori gialloblu abbiano già metabolizzato la sconfitta subita in casa, anche se il morale non può sicuramente essere dei migliori: «Abbiamo perso male, ma ora dobbiamo pensare alla prossima partita, anche perché, inutile negarlo, gli obiettivi ora sono cambiati rispetto qualche settimana fa. Il Master Round è davvero lontano e ora dobbiamo raccogliere più punti possibili che ci potranno sicuramente tornare utili nel Relegation Round».
Il cammino delle Aquile ora non è sicuramente dei più agevoli. Dopo Alleghe ancora due partite in casa e una in trasferta, con un calendario quasi da brividi: «Fassa, Renon e Cortina. Sulla carta nessuna di queste tre formazioni deve e può farci paura, ma ora è tutto più complicato anche perché dal punto di vista mentale rischiamo di vederle come ostacoli insormontabili». Certo è che la formazione di Vassilyev ha già dimostrato più e più volte di non dover temere nessuno e di galvanizzarsi proprio durante le situazioni più difficili. La speranza è che anche questa volta il cuore, la determinazione e la grinta viste nel corso di questa stagione, tornino fuori e consentano alle Aquile di fare bene, raccogliendo il massimo possibile da qui alla fine della prima fase del campionato.
Pontebba e Asiago hanno incrociato le loro stecche per nove volte nella loro storia con la situazione che è di perfetta parità con 3 vittorie per parte, l’ultima sconfitta delle Aquile risale al 3 marzo 2007, e tre pareggi.
Nel frattempo qualcosa potrebbe muoversi dal punto di vista del mercato che, ricordiamo, si chiude a fine mese. Vista la difficoltà riscontrata nel segnare, la dirigenza e lo stesso Pietrafesa in primis, si sta movendo per trovare qualcuno di peso da inserire quale terminale offensivo. Nell’ambiente si vocifera qualche nome, con alcuni giocatori tenuti sotto osservazione, ma è ancora presto per prendere una decisione definitiva.