Terza sconfitta nei playoff dell’AS Pergine contro EV Bozen 84

di Valentino Magagni

Venerdì sera è andata in scena la terza giornata dei playoff che ha visto contrapposte le formazioni dell’EV Bozen 84 e, quella casalinga, dell’A.S. Hockey Pergine. Partita diretta da Gastaldelli (capo arbitro), Maschiatti e Cristeli.

La partita parte subito in salita per la compagine biancorossa che si vede bucata la rete, difesa da Brugnara, a meno di due minuti di gioco dopo una discesa di Manuel Basso assistito da Daniel Legnaro. Il Pergine prova a reagire ma non riesce a trovare il modo di uscire dalla propria zona difensiva e così, causa anche un’inferiorità numerica, subisce il secondo gol della partita, Christian Pircher, dall’angolo, prova a mettere il disco in centro ma trova la stecca di un terzino avversario che per errore lo devia in rete.

Finisce sullo 0 a 2 il primo tempo. Primo tempo che è stato dominato dalla formazione altoatesina anche a causa degli eccessivi minuti di penalità assegnati all’A.S. Hockey Pergine, 12 minuti.

Il secondo tempo inizia sotto il continuo incitamento da parte del gruppo ultras di Pergine per i loro beniamini. Il tifo sortisce l’effetto desiderato quando, dopo neanche un minuto di gioco, Andrea Bertoldi trova il gol del momentaneo 1 a 2 con uno tiro al volo di slap su assist di Alessandro De Polo.
Ma la reazione dell’EV Bozen arriva dopo 17 secondi con il gol di Matthias Mair assistito da Alexander Pancheri. Ma questi 20 minuti sono gestiti dal Pergine che dopo svariate azioni trova il secondo gol, grazie anche ad una situazione di 5 contro 4, con un tiro scoccato dalla linea blu da Alberto Felicetti che si infila sotto l’incrocio dei pali.

Terminato il secondo tempo le due formazioni tornano nei rispettivi spogliatoi. Durante questo tempo il Pergine ha dimostrato di riuscire a impensierire gli avversari se gioca con tutti gli uomini in campo, difatti i minuti di penalità assegnati ad entrambe le squadre sono solo 6.

Riparte la partita per il terzo, ed ultimo tempo. L’A.S. Hockey Pergine deve inseguire l’EV Bozen 84 che è avanti di una rete. E riesce ad agguantarla grazie ad un gol del capitano Luca Vicentini assistito da Alessandro De Polo e da Alberto Felicetti.
Ma è a 9 minuti e 12 del terzo tempo che succede di tutto. Un giocatore del Pergine impatta, durante un cambio volante, contro l’arbitro che si trovava davanti alla porta della panchina biancorossa. Non c’è santo che tenga, dopo un minaccioso 5+20 si passa a un 2 minuti alla panchina per troppi giocatori in campo. L’EV Bozen riesce così a tornare in vantaggio grazie a questa superiorità numerica, gol di Christof Pechlaner assistito da Christian Pircher e da Simon Prudenziali. Pergine che non sembra aver più le forze di reagire e dopo sei minuti di gioco subisce il gol del 3 a 5 (gol di martin Rainer). A niente vale l’ultimo minuto giocato senza portiere per provare a raggiungere almeno il pari.

Termina quindi la partita sul 3 a 5 a favore dell’EV Bozen. La prossima partita per la squadra di Pergine sarà il 25 gennaio contro SC Laces al palaghiaccio Laces, si spera in una bella partita visto la posizione che ricopre la squadra avversaria in questa classifica dei playoff.

Tags: